Chemin de navigation

Left navigation

Additional tools

Autres langues disponibles: EN

CONSIGLIO EUROPEO
IL PRESIDENTE

IT

Bruxelles, 1° maggio 2013

(OR. en)

EUCO 100/13

PRESSE 173

PR PCE 89

Dichiarazione del presidente del Consiglio europeo
Herman Van Rompuy in seguito all'incontro con il primo ministro italiano Enrico Letta

Ho avuto il piacere di incontrare oggi il primo ministro italiano Enrico Letta in occasione della sua prima visita a Bruxelles dopo la sua nomina.

Gli ho nuovamente espresso le mie congratulazioni per la formazione del nuovo governo, che rappresenta una tappa necessaria per garantire la stabilità politica in Italia. Ho inoltre espresso il mio apprezzamento per la sua tempestiva visita a Bruxelles, all'indomani del voto di fiducia espresso dal parlamento italiano. Si tratta di un chiaro segnale dell'impegno del primo ministro e del suo governo a proseguire i lavori in stretta cooperazione con l'Unione europea.

L'agenda economica e politica dell'Europa è stata al centro dei nostri colloqui costruttivi.

Il primo ministro mi ha informato sui principali elementi del suo programma di governo, in particolare sulle misure che intende porre in essere per rilanciare la crescita economica, in modo da rendere l'Italia più competitiva e far fronte alla difficile situazione sociale ed occupazionale. Ho ribadito che l'UE resterà al fianco dell'Italia nel perseguire il nostro comune impegno a superare la crisi economica e promuovere la crescita e l'occupazione, utilizzando appieno la flessibilità esistente e mantenendo nel contempo come obiettivo chiave finanze pubbliche sane.

Riguardo alle prossime scadenze europee, ho delineato l'ordine del giorno dei Consigli europei di maggio e giugno, inclusa la prospettiva di importanti discussioni in materia di energia e fiscalità, nonché i lavori in corso sulla tabella di marcia dell'Unione economica e monetaria (UEM), in particolare l'unione bancaria. Ho ringraziato il primo ministro per la sua agenda fortemente pro-europea ed il suo fermo impegno a lavorare in stretta cooperazione con le istituzioni europee ed i membri del Consiglio europeo per promuovere progressi rapidi e concreti verso il completamento dell'UEM.

Abbiamo convenuto di rimanere in stretto contatto ed ho accettato il suo invito a recarmi in visita in Italia appena possibile.


Side Bar

Mon compte

Gérez vos recherches et notifications par email


Aidez-nous à améliorer ce site