Navigation path

Left navigation

Additional tools

Bruxelles, 26 gennaio 2012 Lettera di invito del presidente Van Rompuy al Consiglio europeo informale

European Council - PRES/12/23   26/01/2012

Other available languages: EN FR DE ES NL PT FI EL CS HU LT LV MT PL SK SL BG RO

CONSIGLIO EUROPEO
IL PRESIDENTE

IT

Bruxelles, 26 gennaio 2012

EUCO 11/12

PRESSE 23

PR PCE 8

Lettera di invito del presidente Van Rompuy
al Consiglio europeo informale

Mi pregio d'invitarLa alla riunione informale dei membri del Consiglio europeo che si terrà a Bruxelles il 30 gennaio 2012.

Avremo innanzitutto un scambio di vedute con il nuovo presidente del Parlamento europeo per passare in rassegna i principali punti che discuteremo nella riunione dei membri del CE.

Nell'attuale situazione economica dobbiamo proseguire gli sforzi volti ad assicurare la stabilità finanziaria e il risanamento di bilancio, cosa necessaria in sé ma anche condizione per il ritorno alla crescita economica strutturale. Dobbiamo nel contempo prendere misure attive per rafforzare crescita e competitività e soprattutto per creare posti di lavoro. La nostra riunione di marzo fornirà un orientamento generale per le politiche economiche e occupazionali degli Stati membri, nella presente occasione chiedo invece che ci concentriamo sulle misure immediate da adottare nei settori della disoccupazione giovanile, del mercato unico e delle PMI. Ho diffuso a tal fine un progetto di dichiarazione che dovrebbe contribuire a strutturare il dibattito e a comunicarne il risultato.

Propongo di tenere un dibattito interattivo che ci consenta di condividere le esperienze dei diversi percorsi per promuovere occupazione e crescita. Pertanto, dopo le introduzioni generali di José Manuel Barroso su come l'UE può sostenere l'azione degli Stati membri, in particolare riguardo alla disoccupazione giovanile e al sostegno alle PMI, e di Helle Thorning-Schmidt sulle misure che devono essere rapidamente decise dal Consiglio, chiederò ad alcuni relatori principali di introdurre i tre elementi della nostra discussione (occupazione giovanile, mercato unico e finanziamento delle PMI).

Coglieremo inoltre questa occasione per approvare il trattato MES e per registrare un accordo sul nuovo trattato sulla stabilità e la convergenza nella zona euro. Con i due nuovi trattati rafforzeremo ulteriormente gli strumenti di cui disponiamo per assicurare il consolidamento e lo sviluppo della zona euro nel suo insieme.


Side Bar

My account

Manage your searches and email notifications


Help us improve our website