Chemin de navigation

Left navigation

Additional tools

UNIONE EUROPEA

IT

Bruxelles, 18 gennaio 2013

(OR. en)

5517/2/13 REV 2

PRESSE 21

Dichiarazione dell'alto rappresentante, Catherine Ashton, a nome dell'UE sulla destituzione del presidente della Corte Suprema dello Sri Lanka

L'UE ha seguito con notevole preoccupazione il recente processo di destituzione della sig.ra Shirani Bandaranayake, presidente della Corte Suprema.

La separazione dei poteri è inerente a qualsiasi democrazia che rispetti lo stato di diritto. L'indipendenza del ramo giudiziario non può pertanto essere oggetto di azioni da parte di altri rami del governo.

E' indispensabile che lo Sri Lanka assicuri l'attuazione dei suoi obblighi internazionali, in particolare del Patto internazionale relativo ai diritti civili e politici.

L'UE invita il governo dello Sri Lanka a rispettare il diritto di protestare pacificamente e a garantire la sicurezza della sig.ra Shirani Bandaranayake e di tutti i difensori dei diritti umani.

Il paese aderente Croazia*, i paesi candidati ex Repubblica jugoslava di Macedonia*, Montenegro*, Islanda+ e Serbia*, i paesi del processo di stabilizzazione e associazione e potenziali candidati Albania e Bosnia–Erzegovina e il paese dell'EFTA Liechtenstein, membro dello Spazio economico europeo, nonché la Repubblica moldova e l'Armenia aderiscono alla presente dichiarazione.

*La Croazia, l'ex Repubblica jugoslava di Macedonia, Montenegro e la Serbia continuano a partecipare al processo di stabilizzazione e associazione.

+ L'Islanda continua ad essere membro dell'EFTA e dello Spazio economico europeo.


Side Bar

Mon compte

Gérez vos recherches et notifications par email


Aidez-nous à améliorer ce site