Navigation path

Left navigation

Additional tools

Bruxelles, 25 settembre 2012 Dichiarazione dell'alto rappresentante Catherine Ashton, a nome dell'Unione europea, sui recenti sviluppi nelle zone marittime dell'Asia orientale

European Council - PESC/12/399   25/09/2012

Other available languages: EN FR DE DA ES NL SV PT FI EL CS ET HU LT LV MT PL SK SL BG RO

UNIONE EUROPEA

IT

Bruxelles, 25 settembre 2012

(OR. en)

14198/12

PRESSE 399

Dichiarazione dell'alto rappresentante Catherine Ashton, a nome dell'Unione europea, sui recenti sviluppi nelle zone marittime dell'Asia orientale

L'Unione, che ha notevoli interessi nella regione, segue con preoccupazione gli sviluppi nelle zone marittime dell'Asia orientale. L'Unione esorta tutte le parti interessate a ricercare soluzioni pacifiche e cooperative conformemente al diritto internazionale, in particolare la Convenzione delle Nazioni Unite sul diritto del mare, e a chiarire il fondamento delle loro rivendicazioni. L'Unione invita tutte le parti ad adottare misure per allentare la tensione.

Il paese aderente Croazia*, i paesi candidati ex Repubblica jugoslava di Macedonia*, Montenegro*, Islanda+ e Serbia*, i paesi del processo di stabilizzazione e associazione e potenziali candidati Albania e Bosnia–Erzegovina e il paese dell'EFTA Norvegia, membro dello Spazio economico europeo, nonché la Repubblica moldova aderiscono alla presente dichiarazione.

* La Croazia, l'ex Repubblica jugoslava di Macedonia, il Montenegro e la Serbia continuano a partecipare al processo di stabilizzazione e associazione.

+ L'Islanda continua ad essere membro dell'EFTA e dello Spazio economico europeo.


Side Bar

My account

Manage your searches and email notifications


Help us improve our website