Navigation path

Left navigation

Additional tools

CONSIGLIO
DELL'UNIONE EUROPEA

IT

Bruxelles, 10 settembre 2012

(OR. en)

13600/1/12 REV 1

PRESSE 374

Dichiarazione dell'alto rappresentante a nome dell'Unione europea sulla conclusione della transizione in Somalia

L'Unione europea porge le sue congratulazioni ad Hassan Sheikh Mohamoud per la sua elezione a nuovo presidente della Somalia.

Oggi è un giorno significativo nella storia della Somalia. Otto anni dopo l'instaurazione di istituzioni federali di transizione, l'elezione del presidente da parte del nuovo parlamento federale ha posto fine alla transizione. L'UE si rallegra per le prospettive che questa occasione offre alla Somalia di pace duratura, prosperità e stabilità per milioni di persone che hanno sofferto a causa di un conflitto protrattosi per anni. L'adozione di una nuova costituzione provvisoria segna in particolare l'inizio di una nuova era democratica in Somalia.

Vi è ora un ingente lavoro da svolgere. Le nuove istituzioni federali devono mettere a punto elementi essenziali non ancora definiti della costituzione provvisoria e impegnarsi in sforzi di stabilizzazione in tutte le aree accessibili del paese, aspetti entrambi essenziali per il futuro di una Somalia federale sostenibile. Occorre garantire alla popolazione somala una buona governance, trasparenza e responsabilità, giustizia e rispetto dei diritti e libertà fondamentali, compresa la libertà di culto. Soprattutto, le nuove istituzioni federali devono raggiungere i somali di ogni estrazione sociale, cercando urgentemente di realizzare la riconciliazione e lo sviluppo dopo un conflitto durato oltre vent'anni. L'UE esorta i dirigenti somali a impegnarsi in questo processo, agendo con integrità e nell'interesse della popolazione somala.

L'UE attende con interesse il programma di lavoro del nuovo governo, ed evidenzia l'urgente necessità di un meccanismo volto a garantire l'uso corretto delle risorse finanziarie. L'UE coglie questa opportunità per assicurare alla popolazione somala il proprio costante sostegno. In tale contesto l'UE sostiene l'AMISOM nella sua missione intesa a creare le condizioni necessarie per lo sviluppo delle forze di sicurezza somale e contribuisce al loro rafforzamento tramite l'impegno PSDC (EUTM e EUCAP Nestor).

Il paese aderente Croazia*, i paesi candidati ex Repubblica jugoslava di Macedonia*, Montenegro*, Islanda+ e Serbia*, i paesi del processo di stabilizzazione e associazione e potenziali candidati Albania e Bosnia–Erzegovina e il paese dell'EFTA Liechtenstein membro dello Spazio economico europeo, nonché l'Ucraina, la Repubblica moldova, l'Armenia e la Georgia aderiscono alla presente dichiarazione.

* La Croazia, l'ex Repubblica jugoslava di Macedonia, il Montenegro e la Serbia continuano a partecipare al processo di stabilizzazione e associazione.

+ L'Islanda continua ad essere membro dell'EFTA e dello Spazio economico europeo.


Side Bar