Navigation path

Left navigation

Additional tools

UNIONE EUROPEA

IT

Brussels, 17 Maggio 2012 (22.05)

(OR. en)

10167/12

PRESSE 213

Dichiarazione dell’alta rappresentante, Catherine Ashton, a nome dell’Unione europea, in occasione della Giornata internazionale contro l’omofobia e la transfobia, 17 maggio 2012

“Oggi in tutto il mondo si celebra la Giornata internazionale contro l’omofobia e la transfobia e sono orgogliosa di unirmi alle celebrazioni, a nome dell’Unione europea.

Persone in tutto il mondo sono vittime di discriminazioni e violenze, o perdono la vita, a causa dell’orientamento sessuale o dell’identità di genere. Le relazioni consensuali tra persone dello stesso sesso sono tuttora un reato in 76 paesi, punito con la pena di morte in almeno cinque di essi.

A volte si sente dire che l’orientamento sessuale e l’identità di genere sono in conflitto con i valori tradizionali. Voglio essere molto chiara su questo punto: quando si parla dei diritti di lesbiche, gay, bisessuali, transessuali e intersessuali, non si tratta di introdurre nuovi diritti a favore di un gruppo di persone. Si tratta degli stessi diritti umani applicati a tutti, senza discriminazioni. Invito quindi tutti gli Stati a fare in modo che la tutela dei diritti umani sia una realtà per tutti.”

La Croazia*, paese in via di adesione, l’ex Repubblica jugoslava di Macedonia*, il Montenegro*, l’Islanda+ e la Serbia*, paesi candidati, l’Albania, paese interessato dal processo di stabilizzazione e associazione e potenziale candidato, i paesi dell’EFTA Liechtenstein e Norvegia, membri dello Spazio economico europeo, l’Armenia e la Georgia aderiscono alla presente dichiarazione.

* La Croazia, l’ex Repubblica jugoslava di Macedonia, il Montenegro e la Serbia continuano a partecipare al processo di stabilizzazione e associazione.

+ L’Islanda continua ad essere membro dell’EFTA e dello Spazio economico europeo.

____________________


Side Bar