Navigation path

Left navigation

Additional tools

Other available languages: EN

Commissione europea

MEMO

Bruxelles, 2 luglio 2014

Piano d'azione verde per le PMI: combinare una ripresa duratura con un'economia europea che sappia usare in modo efficiente le risorse

L'uso efficiente delle risorse è uno dei principali fattori per la competitività delle imprese, considerato che il 40% dei costi che il settore manifatturiero europeo mediamente sostiene è attribuibile alle materie prime, una quota che con i costi dell'energia e dell'acqua arriva fino al 50% del costo totale di fabbricazione, rispetto al 20% attribuibile al costo del lavoro.

L'odierno Piano d'azione verde (PAV) per le PMI: aiutare le PMI a trasformare le sfide ambientali in opportunità di business (cfr. IP/14/766) ribadisce il ruolo della crescita verde al fine di assicurare una ripresa economica duratura nell'ambito di una prospettiva di lungo termine che vede l'economia europea gestire le risorse in modo efficiente e ridurre le emissioni di carbonio.

Gli obiettivi e le azioni principali

In particolare, il Piano d'azione verde delinea una serie di obiettivi ed elenca le azioni che saranno attuate a livello europeo nell'ambito del quadro finanziario pluriennale 2014-2020.

Gli obiettivi previsti e le rispettive azioni sono raggruppati in cinque sezioni:

  1. Rendere le PMI più verdi per assicurare maggiore competitività e sostenibilità

Messa a disposizione delle PMI europee di informazioni pratiche, consulenza e sostegno sulle modalità per rendere più efficiente la loro gestione delle risorse con un favorevole rapporto costi-benefici:

  • il Centro di eccellenza europeo per la gestione efficiente delle risorse fornirà assistenza e consulenza alle PMI che intendono accrescere l'efficienza nell'uso delle risorse, sia direttamente sia per il tramite di una rete di partner siti nelle regioni dell'UE; il Centro diventerà un punto di riferimento per determinare l'efficacia delle differenti tipologie di gestione più efficiente delle risorse nell'UE;

  • l'Eurobarometro sul tema "PMI, gestione efficiente delle risorse e mercati verdi" valuterà le tendenze in materia di uso efficiente delle risorse tra le PMI in Europa e negli Stati Uniti;

  • la rete Enterprise Europe Network (EEN) sarà incoraggiata a organizzare una campagna europea sulla gestione efficiente delle risorse comprendente attività di sensibilizzazione per informare le PMI circa i vantaggi derivanti da una gestione efficiente delle risorse;

  • le autorità di gestione dei Fondi strutturali e d'investimento europei saranno assistite nelle loro iniziative volte a incoraggiare progetti nel settore della gestione efficiente delle risorse e a pubblicizzare le opportunità imprenditoriali dei mercati verdi.

Promozione di efficienti meccanismi di trasferimento di tecnologie verdi:

  • revisione della metodologia di classificazione delle tecnologie verdi nella base di dati per il trasferimento di tecnologie della rete Enterprise Europe Network;

  • i partner della rete EEN saranno invitati ad assicurare una stretta collaborazione tra i vari gruppi settoriali che si occupano di gestione efficiente delle risorse.

Agevolazione dell'accesso ai finanziamenti per conseguire miglioramenti in relazione alle risorse e all'efficienza energetica nelle PMI:

  • fornire informazioni accessibili alle PMI sulle azioni a sostegno di miglioramenti in tema di uso efficiente delle risorse;

  • la Banca europea per gli investimenti metterà a disposizione, tramite intermediari finanziari, fondi per promuovere un uso più efficiente delle risorse;

  • lo strumento di finanziamento privato dell'efficienza energetica (PF4EE) assisterà le PMI e le imprese a media capitalizzazione più grandi che procedono a piccoli investimenti nel settore dell'efficienza energetica;

  • sarà istituita una rete di finanziatori e investitori pubblici e privati a supporto dell'ecoinnovazione;

  • il Fondo europeo di sviluppo regionale promuoverà la competitività delle PMI, compreso il miglioramento della loro efficienza energetica e il ricorso a fonti di energia rinnovabili.

  1. Imprenditorialità verde per le imprese del futuro

Promozione di tutte le forme di ecoinnovazione, compresa l'ecoinnovazione non tecnologica:

  1. lo strumento per le PMI di Orizzonte 2020 assisterà le PMI in sede di valutazione della fattibilità e delle potenzialità commerciali di idee particolarmente ecoinnovative;

  2. la sfida societale "interventi per il clima, ambiente, efficienza delle risorse e materie prime" del programma Orizzonte 2020 sostiene l'incremento dell'efficienza delle risorse attraverso un approccio sistemico all'ecoinnovazione e alla creazione di un'economia circolare.

Promozione di partenariati tra imprese, competenze e conoscenze per l'imprenditorialità verde:

  1. l'iniziativa per favorire l'occupazione verde propone un piano dettagliato per lo sviluppo delle competenze con l'obiettivo di rendere più verde l'economia;

  2. si sosterrà lo strumento ETV (Environmental Technology Verification) per verificare la resa delle tecnologie ambientali innovative;

  3. nuovi modelli di uso efficiente delle risorse e dell'energia nelle PMI saranno sostenuti attraverso il programma LIFE;

  4. i Premi europei per la promozione di impresa riconosceranno l'impegno profuso a sostegno dell'imprenditorialità verde.

Migliore sfruttamento del ruolo dei cluster a sostegno di PMI ecoinnovative:

  1. la gestione efficiente delle risorse costituirà un tema specifico delle formazioni nell'ambito del programma di eccellenza dei cluster.

  1. Opportunità per le PMI in una catena del valore più verde

  1. Superamento degli ostacoli sistemici che si frappongono alla collaborazione nella catena del valore tra i settori e tra i paesi e all'avvio di attività e alla cooperazione, facilitando la creazione di modelli di imprese di servizi e il riutilizzo di materiali, prodotti e rifiuti:

  2. analisi degli ostacoli sistemici che impediscono l'adozione di modelli di business circolari da parte delle PMI.

Promozione della collaborazione intersettoriale in vista della promozione dell'economia circolare:

  • la futura iniziativa in materia di "Progetti facilitati da cluster per nuove catene del valore industriali" nel quadro di Orizzonte 2020 sosterrà progetti di innovazione e di collaborazione intersettoriale e interregionale condotti da PMI, destinando a queste ultime come minimo il 75% dell'intera dotazione finanziaria;

  • l'Osservatorio europeo dei cluster fornirà alle regioni una migliore mappatura delle concentrazioni geografiche delle competenze nelle ecoindustrie;

  • saranno individuate regioni modello per presentare soluzioni ecoinnovative sistemiche;

  • il programma LIFE promuoverà l'adozione di modelli di economia circolare e ne illustrerà i vantaggi per le PMI;

  • creazione di un gruppo di esperti per lavorare a un approccio sistemico all'ecoinnovazione.

  1. Accesso ai mercati per le PMI verdi

Promozione di un mercato interno europeo più verde:

  1. le organizzazioni di normazione europee saranno incoraggiate a tener conto degli obiettivi dell'economia circolare.

Agevolazione dell'accesso ai mercati internazionali da parte degli imprenditori verdi:

  1. creazione di partenariati strategici europei di cluster con una strategia comune per l'internazionalizzazione;

  2. le missioni volte a favorire l'incontro tra imprese a livello internazionale incoraggeranno la collaborazione nei settori della gestione efficiente delle risorse e dell'ecoinnovazione;

  3. gli strumenti finanziari di COSME assisteranno le PMI nello sforzo di internazionalizzazione.

Promozione dell'adozione di tecnologie di gestione efficiente delle risorse nei paesi partner attraverso la collaborazione con le PMI europee:

  • assistenza tecnica all'istituzione di partenariati di collaborazione in tema di basse emissioni di carbonio tra imprese e cluster di imprese dell'UE e le loro controparti nei paesi a medio reddito;

  • creazione di nuove attività imprenditoriali sulla base di tecnologie verdi nei paesi del Mediterraneo meridionale attraverso la collaborazione con le PMI europee.

  1. Governance

Monitoraggio e aggiornamento delle iniziative avviate dalla Commissione a sostegno delle PMI in tale settore:

  1. le iniziative connesse al piano d'azione verde per le PMI saranno regolarmente monitorate e valutate in accordo con le PMI e il sito della Commissione fornirà informazioni in merito;

  2. l'analisi delle prestazioni delle PMI integrerà il monitoraggio del piano d'azione verde.

Promozione del coordinamento, della collaborazione e dello scambio di migliori pratiche a livello regionale, nazionale ed europeo:

  1. la rete dei Garanti per le PMI sarà utilizzata per dibattere l'attuazione delle migliori pratiche, i risultati e gli ostacoli.

Sarà avviato un coordinamento con il gruppo di lavoro ad alto livello EcoAP al fine di assicurare lo sfruttamento delle sinergie tra le diverse iniziative.


Side Bar