Navigation path

Left navigation

Additional tools

Il vicepresidente Tajani si reca in visita nella regione vallona del Belgio per dare impulso alla ripresa delle PMI locali

European Commission - MEMO/14/114   18/02/2014

Other available languages: EN FR DE NL

Commissione europea

MEMO

Bruxelles, 18 febbraio 2014

Il vicepresidente Tajani si reca in visita nella regione vallona del Belgio per dare impulso alla ripresa delle PMI locali

Come in numerose regioni dell'Unione europea, le imprese della Vallonia negli ultimi anni hanno risentito parecchio della crisi economica e hanno iniziato solo di recente a mostrare segni di ripresa. Per aiutare le PMI valloni a uscire dalla crisi e a partecipare al prossimo ciclo di crescita economica il Vicepresidente della Commissione europea, Antonio Tajani, si reca oggi a La Louvière assieme a Daniel Calleja Crespo, direttore generale della DG Imprese e rappresentante per le PMI (SME Envoy). Essi saranno accompagnati da 600 rappresentanti di imprese di 37 paesi, molti dei quali parteciperanno a più di 800 incontri bilaterali con le PMI della Vallonia al fine di costituire nuovi partenariati e di discutere le opportunità di collaborazione in settori fondamentali rappresentati nella regione come quello dell'aeronautica, della meccatronica, della logistica e delle industrie creative.

La Strategia Europa 2020 per la crescita

Un elemento importante di questa visita sarà la conferenza sulla Strategia per la crescita di Europa 2020, che il Vicepresidente inaugurerà assieme al Primo ministro belga, Elio Di Rupo, e al Vicepresidente e Ministro dell'Economia della Vallonia, Jean-Claude Marcourt. Tra le questioni discusse vi saranno l'internazionalizzazione e l'accesso ai mercati per le PMI, le tecnologie abilitanti chiave nonché i cluster e la specializzazione regionale. Il Vicepresidente coglierà l'opportunità per introdurre il COSME, un nuovo programma del valore di 2,3 miliardi di euro destinato alle PMI che intende affrontare le problematiche principali che queste si trovano innanzi, come l'accesso ai finanziamenti, l'accesso ai mercati esteri, il miglioramento del contesto imprenditoriale e il sostegno agli imprenditori. Tra le altre cose, il programma aiuterà le imprese dell'UE, comprese quelle della Vallonia, a sormontare l'attuale stretta creditizia consentendo loro di ricevere nell'arco dei prossimi sette anni prestiti garantiti per oltre 22 miliardi di euro (IP/13/1135 ).

Al centro di questa visita, ospitata dalla regione Vallonia e dall'Agenzia vallone per il commercio e gli investimenti “AWEX” vi sarà un evento di costituzione di reti impresa-impresa che si svolgerà nel pomeriggio. Obiettivo dell'evento è promuovere i partenariati tra imprese valloni e altre imprese unionali, ma anche con imprese di paesi terzi in settori identificati quali fondamentali per dare impulso alla crescita nella regione, tra cui:

  • aerospaziale

  • industria meccanica: meccatronica, materiali e superfici del futuro

  • biotecnologia, soprattutto (bio)-farma e scienze della vita

  • trasporti e logistica

  • industrie creative

Un contesto imprenditoriale favorevole

Anche se la regione vallona ha risentito della recente doppia recessione le previsioni per il futuro lasciano spazio a un cauto ottimismo. Mentre molti grandi impianti industriali si trovano in difficoltà a causa della crisi, il settore delle PMI ha retto molto meglio che in altri paesi dell'UE e ha registrato addirittura un aumento dell'occupazione di circa il 2% nell'ultimo quinquennio.

Negli ultimi anni sono state adottate importanti misure politiche nel campo dell'imprenditoria, dell'accesso ai finanziamenti, dell'internazionalizzazione, dell'ambiente e dell'innovazione. Ad esempio, l'attuazione di una serie di piani Marshall nella Vallonia si è tradotta in ambiziosi piani d'azione volti a rispondere alle sfide economiche, sociali e ambientali trasformandole in opportunità per le PMI della regione. Inoltre, la recente valutazione dei risultati delle PMI della regione (MEMO/13/1045) indica che i principi che sottendono lo Small Business Act hanno prodotto risultati incoraggianti.

L'economia creativa quale volano del cambiamento economico

Da diversi anni la Vallonia investe nello sviluppo di settori specializzati di attività economica che presentano potenzialità elevate. Questa specializzazione regionale ha creato un contesto imprenditoriale favorevole alle PMI in questi settori che presentano enormi potenzialità di espansione sui mercati globali. Oggi molte imprese della Vallonia forniscono prodotti e servizi specializzati in settori quali la biotecnologia e la sanità (BioWin), le tecnologie ambientali (GreenWin), l'ingegneria meccanica (MecaTech), le tecnologie aerospaziali (SkyWin), l'agro-industria (Wagralim) nonché i cluster logistici.

Questa regione ha chiaramente scelto di sviluppare e modernizzare il proprio tessuto economico ponendo la creatività e l'innovazione al centro della propria strategia, in particolare grazie alle iniziative Creative Wallonia. Di conseguenza, la Vallonia, assieme alla Toscana, è una delle due regioni europee che hanno ricevuto un riconoscimento dalla Commissione europea per la loro strategia a sostegno dell'economia creativa intesa quale volano del cambiamento economico.

Su tale sfondo, il Vicepresidente approfitterà anche di questa visita per illustrare le opportunità di finanziamento offerte dal nuovo programma di ricerca e innovazione Orizzonte 2020. Per fare un esempio, un nuovo "strumento per le PMI" (con il sostegno della rete Enterprise Europe Network) supporterà le PMI innovative durante un intero ciclo di innovazione: dalla concezione dell'idea innovativa alla creazione finale del nuovo prodotto o servizio. Le imprese avranno quindi la responsabilità di commercializzare le loro innovazioni avvalendosi dei meccanismi esistenti di accesso ai finanziamenti.


Side Bar

My account

Manage your searches and email notifications


Help us improve our website