Chemin de navigation

Left navigation

Additional tools

Dichiarazione comune in occasione della giornata mondiale contro il lavoro minorile

Commission Européenne - MEMO/13/543   12/06/2013

Autres langues disponibles: FR EN DE DA ES NL SV PT FI EL CS ET HU LT LV MT PL SK SL BG RO

Commissione europea

NOTA

Bruxelles, 12 giugno 2013

Dichiarazione comune in occasione della giornata mondiale contro il lavoro minorile

In occasione della giornata mondiale contro il lavoro minorile (12 giugno), l’Alta rappresentante dell’Unione per gli affari esteri e la politica di sicurezza e vicepresidente della Commissione Catherine Ashton, la vicepresidente e commissaria europea per la Giustizia Viviane Reding, il commissario per lo Sviluppo Andris Piebalgs, il commissario per l’Occupazione, gli affari sociali e l’inclusione, László Andor e la commissaria per gli Affari interni, Cecilia Malmström, hanno dichiarato:

Secondo le stime dell’Organizzazione internazionale del lavoro (OIL), in tutto il mondo sono 15,5 milioni i bambini relegati a svolgere fuori casa mansioni domestiche, retribuite o meno. Un’infanzia negata o, cosa ancora peggiore, trascorsa a svolgere, come in più della metà dei casi, lavori pericolosi. Spesso questi bambini sono vittime della tratta di minori e rischiano la vita ogni giorno.

Ribadiamo il nostro impegno contro ogni forma di lavoro minorile e invitiamo tutti gli Stati membri a ratificare la convenzione n. 189 dell’OIL sul lavoro dignitoso per i lavoratori domestici, che entrerà in vigore il 5 settembre 2013 e permetterà di estendere la tutela a milioni di lavoratori, soprattutto donne e bambini. La nostra posizione contro il lavoro minorile è sistematicamente ribadita nei dialoghi sui diritti umani e nei consessi multilaterali e assistiamo i paesi terzi con progetti che consentono un accesso paritario all’istruzione di base e allo sviluppo delle competenze.

Un anno fa, nello stesso periodo, il Consiglio ha adottato il quadro strategico dell’UE su diritti umani e democrazia, che prevede misure volte a eliminare il lavoro minorile su scala mondiale. Inoltre, l’Unione europea parteciperà attivamente alla terza conferenza mondiale sulle peggiori forme di lavoro minorile che si terrà a Brasilia dall’8 al 10 ottobre 2013. In occasione della giornata mondiale contro il lavoro minorile, come in qualunque altro giorno dell’anno, l’UE ribadisce l’impegno a eliminare le peggiori forme di lavoro minorile entro il 2016.”


Side Bar

Mon compte

Gérez vos recherches et notifications par email


Aidez-nous à améliorer ce site