Chemin de navigation

Left navigation

Additional tools

Commissione europea

MEMO

Bruxelles, 5 novembre 2012

Domande ricorrenti sulle azioni Marie Curie

Chi viene finanziato dal programma?

Le azioni Marie Curie concedono borse di ricerca europee indipendentemente dalla nazionalità o dall'ambito di ricerca. Oltre a sostenere un programma di borse, il programma consente ai ricercatori di acquisire un'esperienza internazionale che va a vantaggio dei singoli individui come anche dell'intera comunità della ricerca europea.

Perché l'UE finanzia la ricerca europea?

Se è vero che i ricercatori europei sono spesso ben equipaggiati per affrontare il mercato del lavoro accademico, essi sono meno preparati per lavorare in un contesto imprenditoriale. L'Unione europea intende attirare e mantenere un maggior numero di ricercatori di punta – si avverte inoltre con urgenza la necessità di assicurare che i ricercatori dispongano delle abilità adeguate necessarie per i posti d lavoro futuri.

Le azioni Marie Curie (AMC) uniscono questi tre lati del triangolo della conoscenza - ricerca, istruzione e innovazione – e combinano l'eccellenza nella ricerca e una formazione di elevata qualità che servono a promuovere l'innovazione. Esse rendono più facile per i ricercatori spostarsi a livello internazionale e tra settori nel corso della loro formazione. Ciò non serve soltanto a promuovere elevati standard professionali nell'ambito delle carriere dei ricercatori, ma li dota anche delle abilità necessarie nell'economia moderna.

Come sono selezionati i beneficiari?

I candidati alle borse Marie Curie sono valutati da un panel indipendente di scienziati europei e internazionali di chiara fama. La valutazione si basa sulla qualità scientifica del progetto e sul suo probabile impatto sulla competitività europea nonché sull'eccellenza del programma di formazione, dell'istituto ospitante e del ricercatore. Soltanto i migliori progetti ricevono un finanziamento. I borsisti Marie Curie ricevono contratti di lavoro per una durata massima di tre anni, una piena copertura previdenziale e un contributo per il fondo pensioni.

Qual è l'impatto delle azioni Marie Curie?

Esse consentono a un gran numero di ricercatori di ricevere una formazione iniziale di elevata qualità. Il 40% del bilancio delle AMC è destinato a formare i ricercatori che muovono i primi passi nella carriera; le AMC finanzieranno circa 10 000 dottorati di ricerca nel periodo 2007-2013. L'accento è posto sulla formazione intersettoriale, interdisciplinare e internazionale in modo da promuovere le competenze innovative e l'occupabilità.

Le AMC incoraggiano la cooperazione industria-università. Le imprese sono profondamente coinvolte nelle reti di formazione iniziale (Initial training networks - ITN) e nei partenariati e percorsi professionali industria-università (IAPP) che ricevono la metà del bilancio del programma. Le imprese rappresentano il 12% dei partecipanti ITN e il 38% dei partecipanti IAPP, dei quali il 50% è costituito da PMI. Inoltre le AMC sostengono i dottorati industriali europei (EID) che fanno partecipare i ricercatori ad attività del settore industriale per almeno il 50% della durata del loro dottorato di ricerca.

Il programma promuove condizioni lavorative attraenti per i ricercatori, con una copertura integrale delle prestazioni sociali e il congedo di maternità, in linea con i principi della "Carta europea dei ricercatori e codice di condotta per la loro assunzione". La logica è semplice: migliorando le condizioni di lavoro e lo status dei ricercatori si riuscirà ad attirare un maggior numero di persone in questa professione in Europa.

Le AMC intendono inoltre incoraggiare l'equilibrio trai sessi. Il 38% dei ricercatori AMC è costituito da donne (l'obiettivo UE è fissato al 40%).

Vi sono restrizioni in termini di nazionalità per diventare un borsista Marie Curie?

Le azioni Marie Curie sono aperte ai ricercatori di qualsiasi nazionalità e vi possono partecipare organizzazioni di ricerca di tutti i paesi. Questo aspetto le rende uno strumento chiave dell'UE per attirare i migliori ricercatori di tutto il mondo. Finora ricercatori di 130 diverse nazionalità e organizzazioni ospitanti in più di 80 paesi hanno ricevuto un sostegno dalle AMC.

Perché il programma viene ribattezzato azioni Marie Skłodowska-Curie ?

Le azioni Marie Curie saranno rinominate azioni Marie Skłodowska-Curie per onorare le radici polacche di questa scienziata straordinaria.

Quali sono i principali cambiamenti previsti nell'ambito del programma Orizzonte 2020 per le azioni Marie Skłodowska-Curie?

La proposta della Commissione in merito alle future azioni Marie Skłodowska-Curie prevede lo snellimento, la semplificazione e il rafforzamento della formazione dei dottori di ricerca. Le AMC coinvolgeranno ancora il settore privato in quanto attore principale e manterranno una forte dimensione internazionale. Il principio di cofinanziamento sarà esteso per diffondere le migliori pratiche in tutta Europa.

Le azioni Marie Curie aiutano i ricercatori nello sviluppo della loro carriera?

. I borsisti Marie Curie hanno migliori opportunità di trovare i posti di lavoro migliori, grazie alla loro formazione e alle attività svolte nel settore privato. Inoltre, gli ex borsisti Marie Curie hanno un tasso di successo superiore alla media nell'ottenimento di borse dal Consiglio europeo della ricerca.


Side Bar

Mon compte

Gérez vos recherches et notifications par email


Aidez-nous à améliorer ce site