Navigation path

Left navigation

Additional tools

Domande frequenti (FAQ): Premio del patrimonio culturale dell'Unione europea/concorso Europa Nostra

European Commission - MEMO/12/398   01/06/2012

Other available languages: EN FR DE DA ES NL SV PT FI EL CS ET HU LT LV MT PL SK SL BG RO NO

MEMO/12/398

Bruxelles, 1º giugno 2012

Domande frequenti (FAQ): Premio del patrimonio culturale dell'Unione europea/concorso Europa Nostra

Quando e per quali motivi è stato creato il premio?

Dal 2002 la Commissione europea sostiene il premio del patrimonio culturale dell'UE/concorso Europa Nostra attraverso il programma Cultura dell'Unione europea.

Il premio celebra l'eccellenza nelle attività riguardanti il patrimonio culturale in Europa, migliorando la visibilità di tale patrimonio tra gli operatori del settore, i responsabili politici e l'opinione pubblica. Mira inoltre a promuovere competenze di alto livello e standard elevati nella pratica della conservazione, a stimolare la mobilità transfrontaliera tra gli operatori della conservazione e a incoraggiare progetti di conservazione del patrimonio culturale in tutta Europa.

Chi può partecipare?

Il premio è aperto ai 37 paesi che partecipano al programma Cultura dell'UE: i 27 Stati membri dell'Unione europea e i paesi dello Spazio economico europeo Liechtenstein e Norvegia, i paesi in via di adesione all'UE e i paesi candidati (Croazia, Turchia, Islanda, ex Repubblica jugoslava di Macedonia, Montenegro) e i potenziali paesi candidati (Serbia, Bosnia Erzegovina e Albania).

Per poter essere ammessi all'assegnazione del premio, i progetti devono essere stati conclusi negli ultimi due anni. I vincitori sono scelti da giurie specializzate di esperti indipendenti. Quattro le categorie del concorso:

  • conservazione,

  • ricerca,

  • impegno e servizi resi per la conservazione del patrimonio culturale da parte di individui e/o gruppi,

  • istruzione, formazione e sensibilizzazione.

Qual è la tipologia di patrimonio culturale interessata?

Il termine "patrimonio culturale" è inteso in senso lato e comprende:

  • edifici o gruppi di edifici in contesto rurale o urbano;

  • strutture e siti industriali e di ingegneria;

  • paesaggi culturali: parchi e giardini storici, zone più vaste di paesaggio progettato oppure aree di rilevanza culturale, ambientale e/o agricola;

  • siti archeologici, compresa l'archeologia subacquea;

  • opere d'arte e collezioni: collezioni d'interesse storico e artistico o opere d'arte antiche.

Quali sono i principali vantaggi del premio per i vincitori?

Ogni anno, tra i concorrenti sono scelti fino a 31 vincitori cui va il premio. Sei di essi ricevono il "Grand Prix" per i migliori progetti dell'anno nel settore del patrimonio culturale e si vedono attribuito, ciascuno, un premio in denaro di 10 000 EUR. Nel 2012, è stato organizzato per la prima volta un sondaggio online per assegnare il premio del pubblico.

La visibilità data dal premio e il riconoscimento ricevuto dalla Commissione europea e da Europa Nostra sono ulteriori benefici che i vincitori traggono dall'iniziativa.

Chi organizza il premio?

Il premio del patrimonio culturale dell'Unione europea/concorso Europa Nostra è organizzato per la Commissione europea da Europa Nostra, rete europea impegnata nella tutela del patrimonio culturale europeo per le generazioni presenti e future. Europa Nostra ha il compito di organizzare le giurie specializzate, la cerimonia di premiazione e altre attività promozionali. La cerimonia di premiazione è organizzata ogni anno in un paese diverso. Il prossimo anno la cerimonia si terrà ad Atene.

Qual è il contributo finanziario della Commissione al premio?

La Commissione stanzia per il premio 200 000 EUR (60% del bilancio complessivo), mentre il resto del bilancio è finanziato da Europa Nostra. Il contributo della Commissione copre i costi della procedura di selezione, comprese le spese di viaggio e alloggio sostenute dai membri della giuria, le attività promozionali quali le pubblicazioni e i costi legati alla cerimonia di premiazione stessa.

L'Unione europea assegna altri premi per la cultura?

Il premio del patrimonio culturale dell'Unione europea/concorso Europa Nostra è uno dei quattro premi assegnati nel quadro del programma Cultura dell'UE; gli altri sono per l'architettura, la letteratura e la musica pop.

L'UE finanzia altre iniziative nel campo del patrimonio culturale?

Sì. Il programma Cultura finanzia anche la cooperazione e le reti nel settore del patrimonio culturale, le capitali europee della cultura, le giornate europee del patrimonio (in collaborazione con il Consiglio d'Europa) e il nuovo marchio del patrimonio europeo – iniziative che hanno tutte una forte componente legata al "patrimonio culturale". Dal 2007 il programma Cultura ha investito 30 milioni di EUR per cofinanziare progetti nel settore del patrimonio culturale. Anche altri programmi finanziati dall'UE forniscono un loro apporto: dal 2007 il Fondo europeo di sviluppo regionale ha stanziato 3 miliardi di EUR per la protezione e la conservazione del patrimonio culturale, 2,2 miliardi di EUR per lo sviluppo di infrastrutture culturali e 775 milioni di EUR a sostegno di servizi culturali, mentre dal 1998 altri 150 milioni di EUR sono stati investiti grazie ai programmi quadro di ricerca e sviluppo tecnologico dell'UE.

Per ulteriori informazioni: vedasi anche IP/12/551.


Side Bar

My account

Manage your searches and email notifications


Help us improve our website