Navigation path

Left navigation

Additional tools

MEMO/12/227

Bruxelles, 28 marzo 2012

Agenda digitale: raggiunto un accordo preliminare a livello UE per una soluzione duratura sul roaming per gli utenti di telefonia mobile

Buone notizie oggi per chiunque abbia avuto a che fare con le tariffe esorbitanti dei telefoni cellulari o tablet all'estero: i membri del Parlamento europeo e i rappresentanti del Consiglio e della Commissione europea hanno raggiunto un accordo preliminare sulle nuove norme UE per il roaming, in seguito alla proposta della Commissione dello scorso anno (vedi IP/11/835). Tali norme porteranno ad una soluzione strutturale duratura al problema del costo elevato dell'uso dei cellulari e di altri dispositivi intelligenti per chi viaggia nell'UE. Se, come si prevede, il Parlamento europeo approverà questo accordo nel maggio 2012 e il Consiglio nel giugno, le nuove norme dovrebbero entrare in vigore il 1° luglio 2012.

Queste norme creeranno una maggiore concorrenza nel mercato del roaming e, nel frattempo, fino al momento in cui i benefici della concorrenza non avranno prodotto pienamente il loro effetto, imporranno nuovi limiti tariffari di salvaguardia sui prezzi al consumo, compreso un nuovo tetto massimo per il roaming di dati, che dovrebbe progressivamente far abbassare i prezzi rispetto ai livelli attuali .

“I consumatori sono stanchi di pagare tariffe esorbitanti per i servizi di roaming. Il nuovo accordo sul roaming offre una soluzione strutturale a lungo termine, con prezzi più bassi, una scelta più ampia e un nuovo approccio intelligente al trasferimento di dati e alla navigazione in internet. I benefici si faranno sentire in tempo per le vacanze estive, e, entro l'estate 2014, i cittadini potranno comparare i prezzi e scegliere l'offerta migliore." ha dichiarato Neelie Kroes, vicepresidente della Commissione europea e responsabile per l'Agenda digitale.

Un servizio di roaming più economico grazie alla concorrenza

Dal 1° luglio 2014, gli utenti avranno la possibilità di scegliere le offerte migliori e di firmare un contratto separato per il roaming, con un operatore diverso dal proprio operatore nazionale, pur mantenendo lo stesso numero di telefono. Ogni volta che l'utente attraverserà un confine, il suo telefono passerà automaticamente alla rete dell'operatore di roaming scelto. Gli utenti avranno anche la possibilità di selezionare direttamente una rete di telefonia mobile locale per il roaming di dati nel paese in cui soggiornano (maggiori dettagli qui sotto).

A decorrere dal 1° luglio 2012, gli operatori mobili virtuali e i rivenditori che non dispongono di proprie reti, avranno immediatamente il diritto di accedere alle reti di altri operatori a prezzi all'ingrosso regolamentati al fine di fornire servizi di roaming (insieme ai servizi nazionali) ai propri clienti. Questo servirà a già intensificare la concorrenza tra gli operatori, e, di conseguenza, aumentare gli incentivi per offrire ai clienti i prezzi e i servizi di roaming più interessanti.

È la prima volta che l'Unione europea affronta alla base il problema dell'elevato costo del roaming, con un cambiamento strutturale favorevole alla concorrenza che tocca un segmento centrale del mercato.

Roaming di dati: scegliere la rete in anticipo o in loco

Le nuove norme UE daranno luogo a offerte competitive sul roaming di dati mediante l'introduzione di nuovi modi per utilizzare il proprio smartphone, netbook o tablet durante i viaggi all'estero. Dal luglio 2014, gli operatori di telefonia mobile dei paesi visitati avranno la possibilità di proporre direttamente ai viaggiatori servizi di roaming di dati sulle proprie reti, che i consumatori potranno scegliere in anticipo o in loco. Gli operatori di reti mobili dei paesi visitati saranno incentivati a offrire tali servizi a tariffe vicine ai prezzi nazionali, sulla base dei loro bassi costi di rete nazionali. Dato che l'uso della trasmissione di dati mobili è in continuo aumento e visto che gli utenti vogliono usare i loro dispositivi ovunque e in qualsiasi momento, è probabile che molti viaggiatori troveranno molto interessante questa opzione di tipo WiFi.

Fino ad allora … un roaming più conveniente grazie ai massimali tariffari

Fino a quando la concorrenza non avrà provocato l'abbassamento dei prezzi al dettaglio, le norme UE sul roaming prevedono una diminuzione progressiva degli attuali massimali dei prezzi al dettaglio sui servizi di voce e di SMS e l'introduzione di un nuovo limite dei prezzi al dettaglio per i servizi di trasmissione dei dati. Tali limiti avranno una funzione di salvaguardia per i consumatori fino al 30 giugno 2017.

Grazie alle nuove norme, che entreranno in vigore il 1° luglio 2012, i consumatori pagheranno al massimo:

  • 29 centesimi al minuto per effettuare una chiamata,

  • 8 centesimi al minuto per ricevere una chiamata,

  • 9 centesimi per inviare un messaggio di testo,

  • 70 centesimi al megabyte (MB) per scaricare dati o consultare internet mentre viaggiano all'estero (addebitati per kilobyte utilizzato).

Tali massimali diminuiranno progressivamente, in modo tale che, entro il 1° luglio 2014, gli utenti del roaming paghino un massimo di 19 centesimi al minuto per effettuare una chiamata, 5 centesimi al minuto per riceverla, 6 centesimi per inviare un messaggio di testo e 20 centesimi per megabyte (MB) per scaricare dati o consultare internet, mentre viaggiano all'estero (addebitati per kilobyte utilizzato).

Questi nuovi massimali sono basati su dati recenti relativi ai costi sostenuti dall'industria per la fornitura di servizi di roaming, comunicati dal BEREC, l’organismo dei regolatori europei delle telecomunicazioni, nel febbraio di quest'anno. I massimali delle tariffe all’ingrosso si basano su una stima dei costi base di fornitura, mentre i massimali di salvaguardia per le tariffe al dettaglio sono fissati a un livello che dovrebbe rendere interessanti gli investimenti nelle fonti alternative di servizi di roaming e l'ingresso di nuovi operatori sul mercato, elementi che costituiscono la chiave per sviluppare una concorrenza efficace e durevole su questo mercato nell'interesse dei consumatori.

Bollette esorbitanti: migliori informazioni per chi viaggia nei paesi terzi

Secondo le nuove norme, i consumatori riceveranno inoltre informazioni sulle tariffe di roaming quando si troveranno in paesi terzi, per aiutarli evitare più facilmente “bollette astronomiche” in seguito all'uso dei dispositivi intelligenti all'estero. Le nuove regole consentiranno l'estensione del sistema di allerta attualmente in vigore nell'UE. A decorrere dal 1° luglio 2012, le persone che viaggeranno al di fuori dell'Unione europea riceveranno un avvertimento tramite SMS, email o finestra "pop-up", quando la loro spesa si avvicinerà ai 50 euro o al loro limite preventivato di trasferimento dati. Gli utenti dovranno confermare che accettano di superare tale limite per poter continuare ad usare il roaming di dati.

Per ulteriori informazioni

Cfr. MEMO/11/485

Homepage della Commissione europea sui servizi di roaming

Homepage della Commissione europea sull'Agenda digitale

Homepage di Neelie Kroes

Segui Neelie Kroes su Twitter

Allegato

Prezzi al dettaglio: massimali attuali e massimali nuovi (IVA esclusa)

Attuali

1° luglio 2012

1° luglio 2013

1° luglio 2014

Dati (per MB)

Nessuno

70 cent.

45 cent.

20 cent.

Chiamate effettuate (al minuto)

35 cent.

29 cent.

24 cent.

19 cent.

Chiamate ricevute (al minuto)

11 cent.

8 cent.

7 cent.

5 cent.

SMS (per messaggio)

11 cent.

9 cent.

8 cent.

6 cent.

Prezzi all’ingrosso: massimali attuali e massimali nuovi (per le tariffe applicate tra operatori)

Attuali

1° luglio 2012

1° luglio 2013

1° luglio 2014

Dati (per MB)

50 cent.

25 cent.

15 cent.

5 cent.

Chiamate (al minuto)

18 cent.

14 cent.

10 cent.

5 cent.

SMS (per messaggio)

4 cent.

3 cent.

2 cent.

2 cent.

I massimali proposti delle tariffe al dettaglio dovrebbero costituire solo una rete di sicurezza per i consumatori, poiché la Commissione prevede che i provvedimenti strutturali proposti favoriranno la concorrenza portando a offerte tariffarie paneuropee e prezzi inferiori, ben al di sotto dei massimali.


Side Bar

My account

Manage your searches and email notifications


Help us improve our website