Navigation path

Left navigation

Additional tools

Other available languages: EN

MEMO/12/166

Bruxelles, 7 marzo 2012

Occupazione e stabilità: la cooperazione UE-Tunisia fa progressi

Il Vice Presidente della Commissione europea Antonio Tajani sarà in visita domani e il giorno seguente in Tunisia. L'obiettivo primario della visita è di accelerare la preparazione in vista dei negoziati sugli accordi di accesso al mercato UE con i Paesi della sponda meridionale del Mediterraneo. Durante la sua visita il Vice Presidente Tajani incontrerà il Primo Ministro Tunisino Hamadi Jebali e il ministro per l'Industria e il Commercio Mohammed Lamine Chakhari, quindi parteciperà alla 10a edizione della conferenza FEMIP (il Fondo Euro Mediterraneo di Investimento e Partenariato della BEI, la Banca europea per gli investimenti).

La visita rinforzerà Ia partnership per far sì che le industrie e le piccole e medie imprese (PMI) europee possano sfruttare pienamente il potenziale delle relazioni tra la Tunisia e l'UE. Il dialogo porrà l'accento sul bisogno di mercati più integrati, attraverso regole comuni, allineate a quelle europee, e il miglioramento delle infrastrutture tecniche (laboratori e valutazioni di conformità). Il Vice Presidente Tajani incoraggerà inoltre maggiore cooperazione nella riduzione della burocrazia per la regolamentazione intelligente per favorire l'internazionalizzazione delle rispettive PMI, anche promuovendo cluster e reti. Anche il settore del turismo vedrà una cooperazione rafforzata. La Tunisia sarà invitata a far parte del programma Erasmus per giovani imprenditori.

Prima di ripartire il Vice Presidente Tajani responsabile per Industria e imprenditoria ha dichiarato: “I considerevoli progressi della Tunisia nell'allineare il proprio sistema legislativo alle regole europee, sottolinea il fermo impegno del paese nel rafforzare la propria economia. Una cooperazione industriale forte sarà di mutuo beneficio per i Paesi mediterranei vicini e per l'UE. Confido che nei prossimi due giorni otterremo buoni risultati che contribuiranno a maggiore stabilità nel Mediterraneo.”

In vista libero accesso per i prodotti industriali

Come risultato della risposta europea ai recenti sviluppi nel vicinato mediterraneo, la Commissione ha moltiplicato i propri sforzi per accelerare la preparazione dei negoziati per gli accordi di accesso al mercato con i paesi del Mediterraneo meridionale.

I considerevoli progressi della Tunisia nell'allinearsi al sistema legislativo e alla qualità dell'infrastruttura dell'UE potranno presto abilitare il pieno accesso al Mercato Unico ai beni che rispondono ai requisiti che saranno stabiliti nel contesto degli accordi sulla valutazione di conformità e l’accettazione dei prodotti industriali (ACAA).

Il 9 marzo Antonio Tajani, insieme al Ministro per l'Industria e il Commercio Chakhari, firmerà una dichiarazione comune per sottolineare il volere e l'impegno delle parti nel concludere la fase preparatoria e aprire i negoziati per l'accesso al mercato al più presto possibile n vista dell'accordo ACAA da firmarsi nel prossimo futuro. Questo segnerà il quasi completamento e l'imminente inizio dei negoziati formali per i prodotti elettrici e edili. L'accordo sarà conseguentemente esteso agli altri prodotti industriali quando le precondizioni saranno soddisfatte.

Gli accordi del tipo ACAA per l'accesso al mercato sono in questo momento a diversi stadi di preparazione o di negoziato con tutti i Paesi del Mediterraneo (Algeria, Egitto, Israele, Giordania, Libano, Marocco, Autorità Palestinese e Tunisia) e con alcuni Paesi del vicinato (Ucraina).

L’ACAA aiuta a eliminare le formalità burocratiche

Gli accordi ACAA contribuiranno a ridurre la burocrazia, eliminando la duplice valutazione di conformità dei prodotti, con il risultato di semplificare al massimo le formalità import/export e doganali. In sintesi, un accordo ACAA equivale – per i prodotti interessati – ad avere accesso al Mercato Unico.

Durante la visita il Vice Presidente Tajani presenterà le azioni elaborate dalla Commissione europea per ridurre gli oneri amministrativi, un'area di attività di primaria importanza per il miglioramento delle condizioni in cui operano le imprese.

Maggiori informazioni sul ridotto onere regolamentare per le piccole imprese

Il Fondo Euro Mediterraneo di Investimento e Partenariato

Giovedì 8 marzo il Vice Presidente Tajani parteciperà alla 10a conferenza del FEMIP (il Fondo Euro Mediterraneo di Investimento e Partenariato della BEI, la Banca europea per gli investimenti) che si svolgerà a Tunisi.

La conferenza sarà incentrata sul sostegno allo sviluppo del settore privato e sulla vocazione d'investitore di lungo periodo che caratterizza la BEI. I tre temi principali che saranno trattati saranno:

  • l’accesso a fonti di finanziamento diversificate e competitive per lo sviluppo del settore privato;

  • la promozione dell’imprenditorialità e della formazione manageriale quale condizione per garantire la crescita;

  • il rafforzamento della competitività internazionale delle imprese del Mediterraneo attraverso un riposizionamento delle stesse nel mercato globale.

Operativo già da ottobre 2002, il FEMIP è uno strumento chiave nel partenariato finanziario tra l’Europa e il Mediterraneo e ha investito complessivamente 12 miliardi di euro tra ottobre 2002 e dicembre 2010.

Contesto

La Tunisia è oggi il paese leader del cambiamento democratico nel Mediterraneo e svolge un ruolo chiave in tale area. La futura stabilità politica nel Mediterraneo e le prospettive economiche dipenderanno in misura notevole dal suo successo. L’UE contribuisce a promuovere una maggiore cooperazione industriale e la creazione di un ambiente favorevole per le PMI. La crescita tunisina costituisce un beneficio reciproco per i paesi vicini del Mediterraneo e per l'UE. Il partenariato economico in settori-chiave come turismo, quadro regolamentare, libera circolazione delle merci, è dunque essenziale.

Maggiori informazioni

Accordi sulla valutazione di conformità e l’accettazione dei prodotti industriali (ACAA)

Fondo Euro Mediterraneo di Investimento e Partenariato

Erasmus per gli imprenditori


Side Bar

My account

Manage your searches and email notifications


Help us improve our website