Navigation path

Left navigation

Additional tools

Dichiarazioni del presidente della Commissione europea José Manuel Barroso e di Connie Hedegaard, commissaria incaricata dell’Azione per il clima, in merito all’accordo di Cancún sul cambiamento climatico

European Commission - MEMO/10/673   11/12/2010

Other available languages: EN FR DE DA ES NL SV PT FI EL CS ET HU LT LV MT PL SK SL BG RO

MEMO/10/673

Cancún, 11 dicembre 2010

Dichiarazioni del presidente della Commissione europea José Manuel Barroso e di Connie Hedegaard, commissaria incaricata dell’Azione per il clima, in merito all’accordo di Cancún sul cambiamento climatico

Il presidente Barroso ha dichiarato: “L’accordo sul clima raggiunto oggi a Cancún rappresenta un importante passo avanti verso un quadro globale e giuridicamente vincolante per un intervento climatico a livello mondiale. Ci congratuliamo con la presidenza messicana della conferenza per tale successo.

L’Europa ha lavorato tutto l’anno affinché il processo delle Nazioni Unite per far fronte al cambiamento climatico e alla prospettiva di un accordo mondiale sul clima non andasse perduto. L’accordo di Cancún è la riprova che il processo multilaterale può condurre a buoni risultati.

L’Unione europea si è fissata per il 2020 obiettivi ambiziosi in materia di clima e di energia, ma ora guarda a lungo termine. Nella primavera prossima la Commissione europea presenterà una strategia affinché la transizione verso un'economia a basse emissioni di carbonio sia portata a termine entro il 2050. Ciò stimolerà una nuova crescita economica, la creazione di posti di lavoro e l’innovazione, rafforzando al tempo stesso la sicurezza energetica dell’UE.”

La commissaria Hedegaard ha aggiunto: “La comunità internazionale ha compiuto i primi passi in direzione di un accordo mondiale sul clima un anno fa a Copenhagen. Oggi, grazie all’accordo di Cancún, abbiamo mosso i passi successivi. Abbiamo rafforzato il regime internazionale per il clima dotandolo di nuove istituzioni e di nuovi fondi. L’Europa è riuscita a parlare con voce unanime.

I difficili negoziati di Cancún hanno tuttavia dimostrato che il cammino che ci separa da un accordo mondiale sul clima giuridicamente vincolante è ancora lungo e impegnativo. Tutte le parti interessate dovrebbero ora agire a livello nazionale per ridurre o limitare le loro emissioni affinché si riesca a mantenere il riscaldamento globale al disotto dei 2°C. L’Europa è disposta a fare la sua parte per contribuire all’impegno internazionale.”


Side Bar

My account

Manage your searches and email notifications


Help us improve our website