Navigation path

Left navigation

Additional tools

Other available languages: EN FR DE NL SV PL

Commissione europea - Comunicato stampa

Celebrazioni per il decennale del partenariato orientale

Bruxelles, 14 maggio 2019

Il 14 maggio Unione europea, Armenia, Azerbaigian, Bielorussia, Georgia, Moldova e Ucraina hanno celebrato il decennale del partenariato orientale con una conferenza ad alto livello a Bruxelles. La conferenza ha offerto l'occasione per celebrare le realizzazioni degli ultimi dieci anni nelle relazioni fra l'UE e i sei paesi del partenariato orientale e per avviare le discussioni sul futuro orientamento strategico che permetterà al partenariato di continuare a produrre risultati concreti per i cittadini.

Ospitata dal Presidente della Commissione europea Jean-Claude Juncker, la conferenza ad alto livello ha riunito capi di Stato o di governo e ministri degli Affari esteri dei paesi partner, ministri degli Affari esteri degli Stati membri dell'Unione europea, esponenti della società civile, imprenditori, giovani e giornalisti dei 34 paesi. Vi hanno partecipato inoltre l'Alta rappresentante dell'Unione europea per gli affari esteri e la politica di sicurezza/Vicepresidente della Commissione europea Federica Mogherini, il Commissario per la Politica di vicinato e i negoziati di allargamento Johannes Hahn e la Commissaria per il Commercio Cecilia Malmström.

"Il partenariato orientale è nella sostanza un sodalizio orientato al futuro per i cittadini e con i cittadini, saldamente ancorato negli aspetti che contano per loro. La nostra collaborazione mira a rafforzare le economie, la governance, la connettività e le società", ha dichiarato il Presidente Juncker. "A Georgia, Moldova e Ucraina siamo ora legati da ambiziosi accordi di associazione e zone di libero scambio globali e approfondite; i loro cittadini beneficiano ormai dell'esenzione dal visto per soggiorni di breve durata nell'UE. Sono stati erogati 125 000 prestiti ad imprese di paesi del partenariato orientale, la metà in valuta locale, e abbiamo contribuito alla creazione di oltre 30 000 posti di lavoro nella regione. Abbiamo incrementato gli scambi con ciascuno dei sei paesi del partenariato orientale, che collettivamente rappresentano il decimo partner commerciale dell'UE. Vorrei che rimanessimo concentrati sulla sostanza di quel che riteniamo di dover fare insieme affinché il nostro partenariato possa tener fede alle sue promesse".

Il discorso integrale del Presidente Juncker è disponibile online.

Un partenariato dai risultati concreti

La prima tavola rotonda della conferenza ha passato in rassegna i principali risultati ottenuti dal partenariato nel decennio trascorso.

Il Commissario Hahn ha dichiarato: "Celebriamo oggi un decennio di forte impegno degli Stati membri dell'UE e dei sei paesi partner per intensificare la cooperazione, determinare un reale cambiamento nella vita delle persone e rafforzare i processi di riforma. Il partenariato orientale consente a tutti e sei i partner di discutere con l'UE questioni di interesse comune. Per questo abbiamo prospettato i "20 obiettivi per il 2020", frutto di una visione imperniata sul rafforzamento dell'economia, della governance, della connettività e della società. Quest'anno il partenariato orientale si distinguerà per realizzazioni fondamentali e per una prospettiva chiara per il futuro: mantenere al centro i vantaggi tangibili per i cittadini continuerà a rappresentare una delle priorità fondamentali negli anni a venire."

Il discorso integrale del Commissario Hahn è disponibile online.

Alla tavola rotonda hanno partecipato il Presidente ucraino Petro Poroshenko, i ministri degli Affari esteri di Azerbaigian, Bielorussia, Polonia e Svezia Elmar Mammadyarov, Vladimir Makei, Jacek Czaputowicz e Margot Wallström, e Maurice Beckand Verwee in rappresentanza del mondo imprenditoriale. I partecipanti hanno riflettuto insieme alla platea sui progressi compiuti nell'ambizioso programma di lavoro dei 20 obiettivi per il 2020, agenda comune adottata all'ultimo vertice del partenariato orientale del novembre 2017. Online sono disponibili una scheda informativa che illustra 10 grandi successi degli ultimi 10 anni e una nota riepilogativa dell'attuazione dei 20 obiettivi per il 2020.

Un partenariato orientato al futuro

La seconda parte della conferenza ha offerto l'occasione per avviare le discussioni sul futuro del partenariato orientale.

"Questo decennio ci ha consentito di mostrare il significato primo di un partenariato con l'Unione europea:un cambiamento positivo nella vita dei nostri concittadini, in particolare dei giovani", ha dichiarato l'Alta rappresentante/Vicepresidente Federica Mogherini. "Il partenariato ha permesso una maggiore facilità di spostamento verso l'UE, maggiori possibilità commerciali per le imprese e maggiore mobilità per docenti universitari e studenti. L'amicizia che ci lega è oggi molto più matura e ci permette di concentrarci molto di più sugli aspetti che realmente contano per i nostri concittadini: le loro priorità resteranno il perno su cui ruota la nostra amicizia."

Il discorso integrale dell'Alta rappresentante/Vicepresidente Federica Mogherini è disponibile online.

Alla seconda tavola rotonda hanno partecipato il Primo ministro georgiano Mamuka Bakhtadze, il Primo ministro moldovo Pavel Filip, i ministri degli Affari esteri di Armenia e Lituania Zohrab Mnatsakanyan e Linas Linkevičius, la Commissaria europea per il Commercio Cecilia Malmström e Hennadiy Maksak in rappresentanza dei giovani; ha moderato Rebecca Harms, deputata del Parlamento europeo e copresidente dell'Assemblea parlamentare EuroNest. I partecipanti hanno riflettuto insieme alla platea su alcune delle grandi sfide che attendono il partenariato:

  • attuazione di riforme per rafforzare lo Stato di diritto, il sistema giudiziario e la lotta alla corruzione;
  • maggiore tutela dell'ambiente e gestione attiva del problema dei cambiamenti climatici;
  • aumento della resilienza della società attraverso il contrasto delle minacce ibride e della disinformazione;
  • rafforzamento del contesto in cui opera la società civile e della libertà e indipendenza dei mezzi di comunicazione;
  • miglioramento delle condizioni di vita dei cittadini colpiti da conflitti nella regione;
  • soluzioni per aumentare ulteriormente le possibilità imprenditoriali e commerciali.

La conferenza ad alto livello può essere rivista online nella sua integralità su Europe by Satellite; è disponibile anche la copertura fotografica.

Due giorni di celebrazioni a Bruxelles

La conferenza ad alto livello si è svolta all'indomani della riunione annuale dei ministri degli Affari esteri del partenariato orientale, tenutasi sempre a Bruxelles sotto la presidenza dell'Alta rappresentante/Vicepresidente Federica Mogherini e con la partecipazione dei ministri degli Affari esteri dei 28 Stati membri dell'UE e dei sei paesi del partenariato orientale. Le conclusioni della presidenza in occasione del 10o anniversario del partenariato orientale sottolineano l'importanza di questo sodalizio strategico e ambizioso, ne celebrano i successi e le realizzazioni e espongono una riflessione sul futuro.

Sempre lunedì il Presidente del Consiglio europeo Donald Tusk ha ricevuto i capi di Stato o di governo dei paesi del partenariato orientale per un pranzo commemorativo, al quale hanno partecipato anche il Presidente Juncker, l'Alta rappresentante/Vicepresidente Mogherini e il Commissario Hahn insieme a Radosław Sikorski e Carl Bildt, già ministri degli Affari esteri di Polonia e Svezia e iniziatori del partenariato orientale nel 2008, al Presidente della Romania Klaus Iohannis e al Ministro degli Affari esteri della Finlandia Timo Soini. Il Palazzo delle belle arti di Bruxelles BOZAR ha ospitato in parallelo il concerto Creating Together, durante il quale la celebre Brussels Jazz Orchestra si è esibita sul palco insieme a musicisti dei sei paesi del partenariato orientale.

Per ulteriori informazioni

Scheda informativa sulle 10 realizzazioni principali del partenariato orientale

Discorso del Presidente Jean-Claude Juncker in apertura della conferenza ad alto livello del partenariato orientale

Discorso dell'Alta rappresentante/Vicepresidente Federica Mogherini alla conferenza ad alto livello del partenariato orientale

Discorso del Commissario Johannes Hahn alla conferenza ad alto livello del partenariato orientale

Conclusioni della presidenza in occasione del decennale del partenariato orientale

Partenariato orientale - Andamento dei 20 obiettivi per il 2020

Scheda informativa sui miti che circondano il partenariato orientale

Sito web del quinto vertice del partenariato orientale

Scheda informativa sulle relazioni UE-Armenia

Scheda informativa sulle relazioni UE-Azerbaigian

Scheda informativa sulle relazioni UE-Bielorussia

Scheda informativa sulle relazioni UE-Georgia

Scheda informativa sulle relazioni UE-Moldova

Scheda informativa sulle relazioni UE-Ucraina

IP/19/2489

Contatti per la stampa:

Informazioni al pubblico: contattare Europe Direct telefonicamente allo 00 800 67 89 10 11 o per e-mail


Side Bar