Navigation path

Left navigation

Additional tools

Commissione europea - Comunicato stampa

Unione dei mercati dei capitali: in vista del Consiglio europeo la Commissione riferisce sui progressi compiuti

Bruxelles, 15 marzo 2019

Oggi la Commissione fa il punto sui progressi compiuti nella creazione di un mercato unico dei capitali, anche per quanto riguarda la finanza sostenibile, e invita i leader dell'UE a mantenere l'impegno politico per gettare le basi dell'Unione dei mercati dei capitali.

L'Unione dei mercati dei capitali mira ad agevolare le imprese dell'UE nel reperire i finanziamenti di cui necessitano per crescere. L'Unione dei mercati dei capitali è un progetto importante per il mercato unico; essa rimuove gli ostacoli agli investimenti transfrontalieri nell'UE e si inserisce nell'ambizioso programma della Commissione Juncker di sostenere la crescita in Europa, investire nell'innovazione e promuovere la competitività globale dell'UE. Allo stesso tempo, l'Unione dei mercati dei capitali mira a indirizzare gli investimenti verso progetti ecocompatibili, contribuendo in tal modo a realizzare gli obiettivi dell'UE in materia di sostenibilità e neutralità in termini di emissioni di carbonio. Un'Unione dei mercati dei capitali forte è necessaria anche per integrare l'Unione bancaria e per rafforzare l'Unione economica e monetaria e il ruolo internazionale dell'euro.

Facendo seguito all'ultima relazione del novembre 2018 sui progressi compiuti e all'invito dei leader dell'UE a compiere progressi ambiziosi entro la primavera del 2019 in merito all'Unione dei mercati dei capitali, la comunicazione odierna fa il punto sui sostanziali risultati raggiunti con un compromesso politico in merito a diverse proposte della Commissione e su importanti interventi non legislativi.

Valdis Dombrovskis, Vicepresidente responsabile per la Stabilità finanziaria, i servizi finanziari e l'Unione dei mercati dei capitali, ha dichiarato: "La Commissione ha messo a punto gli elementi costitutivi fondamentali dell'Unione dei mercati dei capitali. Abbiamo bisogno dell'impegno continuativo del Parlamento europeo e degli Stati membri per portare a termine l'opera. Il successo dell'Unione dei mercati dei capitali dipende dall'azione degli Stati membri e dei portatori di interessi a livello nazionale e dell'UE, dalle loro riforme e dai loro interventi a carattere nazionale."

Jyrki Katainen, Vicepresidente responsabile per l'Occupazione, la crescita, gli investimenti e la competitività, ha dichiarato: "Assicurando un collegamento più efficace tra le imprese e gli investitori a livello transfrontaliero, l'Unione dei mercati dei capitali è essenziale per far sì che le imprese, soprattutto quelle piccole, possano reperire i finanziamenti di cui necessitano per crescere, e realizzare così la priorità della Commissione Juncker di stimolare gli investimenti, l'occupazione e la crescita."

La Commissione ha realizzato tutte le misure su cui si era impegnata nel piano d'azione del settembre 2015 per l'Unione dei mercati dei capitali e nella revisione intermedia del giugno 2017, contribuendo a predisporre gli elementi fondanti dell'Unione dei mercati dei capitali, tra i quali figurano importanti proposte per la creazione di nuove opportunità per imprese e investitori nel mercato unico grazie a nuovi prodotti e servizi su scala UE, norme più semplici, più chiare e più proporzionate e un sistema di vigilanza del settore finanziario più efficiente.

  • È stato raggiunto un accordo su 10 delle 13 proposte legislative relative all'Unione dei mercati dei capitali presentate dalla Commissione e 3 di queste sono già state adottate in via definitiva.
  • È stato raggiunto un accordo anche su 2 delle 3 proposte della Commissione in materia di finanza sostenibile.

Inoltre, la Commissione ha adottato due regolamenti delegati contenenti la maggior parte delle misure di esecuzione per portare a termine la riforma del prospetto, un'altra tappa importante verso il completamento dell'Unione dei mercati dei capitali. Le norme adottate specificano il formato e il contenuto del prospetto e dei documenti che lo costituiscono. Queste misure aiuteranno a conseguire l'obiettivo fondamentale di facilitare il reperimento di fondi sui mercati dei capitali, proteggere gli investitori e promuovere la convergenza in materia di vigilanza nell'UE.

Su queste fondamenta, gli ulteriori progressi futuri consentiranno di completare e portare al successo l'Unione dei mercati dei capitali. Le azioni future dovranno anche rispecchiare l'impatto sui mercati dei capitali dell'uscita del Regno Unito dall'UE e di altre sfide economiche e sociali a breve o a medio termine. Tra queste figurano i rapidi cambiamenti radicali derivanti dalla decarbonizzazione dell'economia e dall'evoluzione del clima, e gli sviluppi tecnologici.

Prossime tappe

La relazione odierna sui progressi compiuti, che risponde all'invito dei leader dell'UE, del dicembre 2018, a compiere progressi ambiziosi entro la primavera del 2019 in merito all'Unione dei mercati dei capitali, dovrebbe contribuire al Consiglio europeo di primavera del 21 e 22 marzo in cui i leader dell'UE discuteranno dell'ulteriore sviluppo del mercato unico, anche per quanto riguarda l'Unione dei mercati dei capitali, la politica industriale e la politica digitale europea.

Contesto

L'Unione dei mercati dei capitali è intesa a migliorare il collegamento tra risparmi e investimenti e a rafforzare il sistema finanziario europeo, accrescendo la condivisione del rischio privato, offrendo fonti di finanziamento alternative e aumentando le possibilità di investimento per gli investitori al dettaglio e istituzionali. L'Unione dei mercati dei capitali, parte integrante del terzo pilastro del piano di investimenti per l'Europa della Commissione, è indispensabile per conseguire la priorità della Commissione Juncker di rilanciare l'occupazione, inclusa l'occupazione giovanile, e la crescita. L'Unione dei mercati dei capitali offrirà più scelta ai consumatori, consentendo loro di acquistare prodotti di investimento migliori e più economici, e permetterà ai fornitori di servizi finanziari di espandersi offrendo i loro servizi in altri Stati membri. Consentendo alle imprese e agli investitori di accedere più facilmente alle opportunità di finanziamento e investimento a livello transfrontaliero, l'Unione dei mercati dei capitali libera potenziale di crescita nel mercato unico. 

Per ulteriori informazioni 

MEMO

Factsheet

Delegated Regulation under Prospectus

IP/19/1632

Contatti per la stampa:

Informazioni al pubblico: contattare Europe Direct telefonicamente allo 00 800 67 89 10 11 o per e-mail


Side Bar