Navigation path

Left navigation

Additional tools

Commissione europea - Comunicato stampa

Scambi UE-USA: la Commissione europea raccomanda di risolvere una controversia di lunga data nell'ambito dell'OMC

Bruxelles, 3 septembre 2018

La Commissione raccomanda al Consiglio di avviare negoziati con gli Stati Uniti al fine di risolvere una controversia di lunga data nell'ambito dell'Organizzazione mondiale del commercio (OMC) relativa all'esportazione di carni bovine provenienti dagli Stati Uniti.

La Commissione ha deciso oggi di chiedere un mandato al Consiglio per discutere con gli Stati Uniti il riesame del funzionamento di un contingente esistente per l'importazione nell'Unione europea di carni bovine prive di ormoni.

La Commissione europea è impegnata a rispettare la lettera e lo spirito della dichiarazione congiunta sottoscritta il 25 luglio dai presidenti Juncker e Trump mirante ad aprire una nuova fase nelle relazioni commerciali tra l'Unione europea e gli Stati Uniti. Oltre ad attuare gli elementi specifici identificati nella dichiarazione congiunta, le due parti dovrebbero anche impegnarsi a lavorare sulle questioni commerciali in sospeso.

Il Commissario per l'Agricoltura Phil Hogan ha dichiarato: “Con la richiesta di questo mandato al Consiglio la Commissione tiene fede a un impegno assunto all'inizio di quest'anno per cercare di rispondere ad alcune preoccupazioni espresse dagli Stati Uniti sul funzionamento del contingente con una soluzione reciprocamente soddisfacente e pienamente in linea con le norme dell'OMC. Così facendo, si contribuisce inoltre a ridurre le tensioni tra le due sponde dell'Atlantico, in linea con l'accordo raggiunto dal Presidente Juncker nel mese di luglio. Nel momento in cui la proposta viene trasmessa al Consiglio desidero rassicurare i produttori europei sul fatto che il contingente di carni bovine esistente nel quadro del protocollo d'intesa rimarrà esattamente allo stesso livello. Desidero inoltre rassicurare i nostri consumatori sul fatto che detto contingente continuerà a coprire solo prodotti conformi alle rigorose norme sanitarie e di sicurezza alimentare previste dall'Europa, in questo caso solo carni bovine provenienti da animali non trattati con ormoni.”

Nella sua proposta al Consiglio, la Commissione suggerisce di destinare agli Stati Uniti una parte dell'attuale contingente, altresì disponibile per gli esportatori di altri paesi.*

Nel 2009 l'Unione europea e gli Stati Uniti hanno concluso un protocollo d'intesa, riveduto nel 2014, che prevedeva una soluzione provvisoria a una controversia di lunga data nell'ambito dell'OMC relativa all'utilizzo di taluni ormoni di crescita nella produzione di carni bovine. In virtù dell'accordo, l'Unione europea ha aperto un contingente di 45 000 tonnellate di carni bovine prodotte senza ormoni a beneficio di fornitori che rispettino i requisiti previsti, tra cui gli Stati Uniti.

La revisione del protocollo d'intesa è stata chiesta dalla precedente amministrazione USA nel 2016 e, da allora, le preoccupazioni degli Stati Uniti relative all'attuazione del suddetto protocollo sono state regolarmente oggetto di discussione tra le due parti. Il mandato di negoziato intende rispondere a tali preoccupazioni e trovare una soluzione reciprocamente soddisfacente in linea con le norme dell'OMC.

Contesto

Nella dichiarazione congiunta del 25 luglio, il presidente Juncker e il presidente Trump hanno deciso di aprire “una nuova fase nel rapporto tra Stati Uniti e Unione europea”, anche attraverso una serie di misure specifiche. La Commissione europea ha dato seguito attivamente e concretamente ai vari elementi della dichiarazione, in particolare per quanto riguarda l'aumento del commercio di soia e gas naturale liquefatto (GNL).

Per ulteriori informazioni

Raccomandazione di decisione del Consiglio che autorizza l'avvio di negoziati in vista di un accordo con gli Stati Uniti d'America concernente l'importazione di carni bovine di alta qualità provenienti da animali non trattati con alcuni ormoni di crescita

 

*Aggiornamento dell'11.10.2018, ore 17:10

IP/18/5481

Contatti per la stampa:

Informazioni al pubblico: contattare Europe Direct telefonicamente allo 00 800 67 89 10 11 o per e-mail


Side Bar