Navigation path

Left navigation

Additional tools

Commissione europea - Comunicato stampa

Unione della sicurezza: La Commissione accoglie favorevolmente l'adozione, da parte del Parlamento europeo, del Sistema europeo di informazione e autorizzazione ai viaggi (ETIAS) e il rafforzamento dell'Agenzia eu-LISA

Strasburgo, 5 luglio 2018

Il Parlamento europeo ha dato oggi il suo accordo finale per l'istituzione del Sistema europeo di informazione e autorizzazione ai viaggi (ETIAS) e per il potenziamento del mandato di eu-LISA, l'Agenzia europea per la gestione operativa dei sistemi IT su larga scala nello spazio di libertà, sicurezza e giustizia.

Le proposte legislative per ETIAS e eu-LISA, presentate dalla Commissione rispettivamente nel novembre 2016 e nel giugno 2017, sono state individuate come priorità politiche nel quadro della dichiarazione comune sulle priorità legislative dell'UE per il 2018-2019. Il Commissario per la Migrazione, gli affari interni e la cittadinanza Dimitris Avramopoulos e il Commissario per l'Unione della sicurezza Julian King hanno accolto favorevolmente l'adozione odierna.

Il Commissario Avramopoulos ha dichiarato: "All'inizio di questa Commissione ci siamo impegnati a realizzare un'Europa che protegge - e oggi compiamo un ulteriore, importante passo verso questo obiettivo. L'Agenzia eu-LISA rafforzata sarà il centro nevralgico dei nostri sistemi d'informazione per le frontiere, la migrazione e la sicurezza, e il nuovo sistema ETIAS garantirà che non vi siano più lacune nelle informazioni sui viaggiatori esenti dall'obbligo del visto. Chiunque rappresenti un rischio in termini di sicurezza o migrazione sarà identificato ancora prima di recarsi alle frontiere dell'UE, mentre gli spostamenti dei viaggiatori in buona fede saranno agevolati. Desidero ringraziare entrambi relatori per la loro leadership e il loro impegno a costruire un'Unione più sicura per i nostri cittadini."

Il commissario King ha dichiarato: "I nostri funzionari di polizia e le nostre guardie di frontiera devono disporre degli strumenti adeguati per svolgere il loro lavoro - garantire l'incolumità dei nostri cittadini e la sicurezza delle nostre frontiere. ETIAS permetterà di esaminare preventivamente i visitatori esenti dal visto ai fini di potenziali problemi di sicurezza, mentre l'Agenzia eu-LISA rafforzata ci consentirà di continuare a modernizzare i sistemi di informazione a livello dell'UE per le attività di contrasto e la gestione delle frontiere".

L'autorizzazione ETIAS non è un visto. Una volta operativa, servirà a effettuare un controllo, prima della partenza, dei rischi che pongono, in termini di sicurezza e di migrazione, i viaggiatori che beneficiano di un'esenzione dal visto per lo spazio Schengen. Al momento del loro arrivo alle frontiere dell'UE, i viaggiatori dovranno disporre sia di un documento di viaggio valido che di un'autorizzazione ETIAS.

  • Conveniente, semplice e rapida - Tutti i viaggiatori esenti dall'obbligo di visto dovranno richiedere un'autorizzazione ETIAS prima di recarsi nello spazio Schengen. Compilare la domanda online non dovrebbe richiedere più di 10 minuti, con approvazione automatica in più del 95% dei casi. I viaggiatori di età compresa fra i 18 e i 70 anni dovranno pagare una tassa una tantum di 7 EUR, e l'autorizzazione rilasciata sarà valida per tre anni.
  • Controlli incrociati dei sistemi d'informazione dell'UE - ETIAS consentirà di effettuare controlli incrociati dei dati forniti dai viaggiatori esenti dall'obbligo di visto nei sistemi d'informazione dell'UE per le frontiere, la sicurezza e la migrazione, tra cui il Sistema d'informazione Schengen (SIS), il Sistema d'informazione visti (VIS), e le banche dati di Eurodac, Europol e Interpol. Se i dati oggetto del controllo incrociato corrispondono al contenuto delle banche dati dell'UE, la domanda sarà poi verificata manualmente dall'Unità centrale ETIAS gestita dall'Agenzia europea della guardia di frontiera e costiera.
  • Regole chiare per il rifiuto - Nei casi in cui l'autorizzazione sia rifiutata, l'autorità nazionale competente dovrà informare il richiedente in merito alla decisione o richiedere informazioni supplementari entro 96 ore. Se sono fornite informazioni supplementari, l'autorità nazionale dovrà quindi adottare una decisione entro quattro settimane dalla data iniziale della domanda. In caso di rifiuto, il richiedente ha sempre il diritto di presentare ricorso.

Il potenziamento di eu-LISA, l'Agenzia europea per la gestione operativa dei sistemi IT su larga scala nello spazio di libertà, sicurezza e giustizia, conferirà all'Agenzia la capacità e gli strumenti necessari alla gestione operativa centralizzata dei sistemi d'informazione dell'UE per la migrazione, la sicurezza e la gestione delle frontiere.

  • Sviluppo di nuovi sistemi - Il rafforzamento di eu-LISA avrà un ruolo fondamentale da svolgere nell'elaborazione e nella manutenzione dei nuovi sistemi d'informazione dell'UE per la migrazione, la sicurezza e la gestione delle frontiere, in particolare il Sistema di ingressi/uscite (EES) e il Sistema europeo di informazione e autorizzazione ai viaggi (ETIAS).
  • Potenziamento dei sistemi esistenti - L'Agenzia sarà inoltre in una posizione migliore per mantenere e migliorare i sistemi esistenti, quali il Sistema d'informazione Schengen (SIS), il Sistema d'informazione visti (VIS) ed Eurodac, di cui è già responsabile.
  • Garanzia di interoperabilità - L'Agenzia potenziata avrà il compito di lanciare soluzioni tecniche per fare in modo che i sistemi d'informazione dell'UE interagiscano in maniera efficiente e siano facilmente accessibili alla polizia e alle guardie di frontiera sul campo.

Prossime tappe

Entrambi i testi approvati dovranno ora essere definitivamente adottati dal Consiglio. Il Presidente del Parlamento europeo e la Presidenza di turno del Consiglio li trasformeranno quindi in legge.

Le regolamentazioni entreranno in vigore 20 giorni dopo la loro pubblicazione nella Gazzetta ufficiale dell'Unione europea (EUR-Lex). Questo consentirà a eu-LISA di predisporre il Sistema europeo di informazione e autorizzazione ai viaggi (ETIAS) e di rendere tali nuovi sistemi d'informazione operativi entro la fine del 2021.

Contesto

Nel discorso sullo stato dell'Unione del settembre 2016, il Presidente Juncker ha sottolineato l'importanza di colmare le attuali lacune nella gestione dei dati e di migliorare l'interoperabilità dei sistemi di informazione esistenti. Ha inoltre comunicato che la Commissione avrebbe proposto la creazione di un Sistema europeo di informazione e autorizzazione ai viaggi, cioè di un sistema automatizzato per svolgere verifiche preliminari in materia di sicurezza e di migrazione irregolare nel pieno rispetto dei diritti fondamentali e della protezione dei dati personali, e per rilasciare autorizzazioni ai viaggiatori esenti dall'obbligo di visto che entrano nello spazio Schengen.

A tal fine la Commissione ha presentato le proposte legislative per l'istituzione del Sistema europeo di informazione e autorizzazione ai viaggi (ETIAS) nel novembre 2016, e per il potenziamento del mandato di eu-LISA, l'Agenzia europea per la gestione operativa dei sistemi IT su larga scala nello spazio di libertà, sicurezza e giustizia, nel giugno 2017. Entrambi i fascicoli sono stati individuati come priorità politiche nel quadro della dichiarazione comune per il 2018-2019.

Il voto odierno in seduta plenaria adotta i testi degli accordi politici raggiunti nei triloghi tra il Parlamento europeo e il Consiglio. L'accordo politico su ETIAS è stato raggiunto il 25 aprile, e quello su eu-LISA il 24 maggio. Le dichiarazioni della Commissione per entrambi i fascicoli sono disponibili online.

Per ulteriori informazioni

Domande e risposte - Unione della sicurezza: un Sistema europeo di informazione e autorizzazione ai viaggi

Scheda informativa - Sistema europeo di informazione e autorizzazione ai viaggi

Dichiarazione - Unione della sicurezza: La Commissione accoglie favorevolmente l'accordo politico sul Sistema europeo di informazione e autorizzazione ai viaggi (ETIAS) per un'Unione più forte e più sicura

Dichiarazione - Unione della sicurezza: Una più forte Agenzia dell'UE per la gestione dei sistemi di informazione per la sicurezza e le frontiere

Comunicato stampa - Unione della sicurezza: la Commissione propone un Sistema europeo di informazione e autorizzazione ai viaggi.

Comunicato stampa - Unione della sicurezza: la Commissione concreta gli impegni sull'interoperabilità dei sistemi d'informazione dell'UE

Scheda informativa - Unione della sicurezza: colmare le lacune in materia di informazione

 

 

 

 

 

IP/18/4367

Contatti per la stampa:

Informazioni al pubblico: contattare Europe Direct telefonicamente allo 00 800 67 89 10 11 o per e-mail


Side Bar