Navigation path

Left navigation

Additional tools

Commissione europea - Comunicato stampa

Vertice UE-Balcani occidentali: migliorare la connettività e la sicurezza nella regione

Bruxelles, 17 maggio 2018

Oggi a Sofia un vertice fra i leader dell'Unione europea e i partner dei Balcani occidentali ha confermato la prospettiva europea della regione e ha stabilito azioni concrete per intensificare la cooperazione nei settori della connettività, della sicurezza e dello Stato di diritto.

Il Presidente della Commissione europea Jean-Claude Juncker ha dichiarato “Questo vertice ci ha consentito di rafforzare ulteriormente i legami con i nostri amici dei Balcani occidentali che, passo dopo passo, si avvicinano ogni giorno di più all'Unione europea, ciascuno al proprio ritmo e secondo i propri meriti. Essere parte integrante dell'Unione europea significa condividere valori e principi, fra i quali il rispetto per lo Stato di diritto, l'indipendenza del sistema giudiziario e la libertà d'espressione, perché l'Unione europea è innanzitutto una comunità di valori e di diritto.”

Il vertice e la conseguente dichiarazione di Sofia sottolineano l'importanza per i Balcani occidentali di mantenere l'impegno a favore dello Stato di diritto, della lotta contro la corruzione e la criminalità organizzata, della buona governance nonché del rispetto dei diritti umani e delle persone appartenenti a minoranze. Attuare efficacemente le riforme in questi settori è essenziale per un ulteriore progresso della regione verso l'integrazione europea. I leader dell'UE e dei Balcani occidentali hanno convenuto di adottare azioni intese a migliorare le infrastrutture energetiche e di trasporto nonché la connettività digitale nella regione. L'UE e i partner dei Balcani occidentali hanno altresì gettato le basi per una cooperazione ancora più stretta nei settori della sicurezza, della migrazione e per affrontare le sfide geopolitiche.

Collegare infrastrutture, economie e persone

Per sostenere l'attuazione della dichiarazione di Sofia in base alla strategia della Commissione per i Balcani occidentali nonché alle corrispondenti 6 iniziative faro, il Presidente Juncker ha annunciato oggi [link] un nuovo pacchetto di misure intese a potenziare significativamente la connettività nella regione e con l'UE, in particolare attraverso il quadro per gli investimenti nei Balcani occidentali.

  • L'UE fornirà sovvenzioni per 190 milioni di € a ulteriori 11 progetti di trasporto a elevata priorità (strade, ferrovie, porti). Si tratta di un investimento in grado di ottimizzare fino a 1 miliardo di € di prestiti provenienti dalle istituzioni finanziarie internazionali. Fra questi progetti si annoverano le prime due sezioni dell'“Autostrada della pace” (Niš-Priština-Durrës) e l'“Autostrada blu” lungo la costa adriatica.
  • Al fine di sviluppare la nuova Agenda digitale per i Balcani occidentali, l'UE ha destinato 30 milioni di € agli investimenti per diffondere la banda larga nella regione. I partner hanno convenuto di estendere il regime regionale per ridurre i costi di roaming a tutti i 6 partner, mentre allo stesso tempo l'UE elaborerà un calendario per abbassare i costi di roaming fra i Balcani occidentali e l'UE.
  • L'UE sosterrà inoltre la transizione energetica, promuovendo le fonti di energia rinnovabile, compreso l'uso sostenibile dell'energia idroelettrica.
  • Per quanto riguarda la connettività economica, la Commissione continua a sostenere il piano regionale inteso a sviluppare una zona economica regionale e il vertice ha accolto con favore gli impegni a intensificare i lavori per il riconoscimento delle qualifiche nonché l'agevolazione degli scambi commerciali all'interno dei Balcani occidentali.
  • La Commissione aumenterà il suo sostegno a favore dei giovani e dell'istruzione, in particolare attraverso il raddoppio del finanziamento del programma Erasmus+ per la regione e il varo di un progetto pilota per la mobilità nell'istruzione e formazione professionale. Nel 2018 la Commissione istituirà inoltre un “laboratorio per i giovani dei Balcani occidentali” che offra uno spazio per la definizione di politiche innovative volte a rispondere alle esigenze dei giovani. Infine, sosterrà l'ampliamento dell'Ufficio di cooperazione giovanile regionale e introdurrà un regime di mobilità intraregionale.

Più avanti nel corso dell'anno saranno presentati ulteriori elementi del pacchetto annuale dell'UE sulla connettività.

I partner si sono inoltre impegnati a favore dell'Agenda digitale per i Balcani occidentali. L'agenda digitale promuoverà la transizione dei Balcani occidentali verso un'economia digitale, e include fasi quali un calendario per abbassare i costi roaming nonché un pacchetto di assistenza tecnica per i potenziali investimenti in settori come la banda larga.

Maggiore collaborazione in materia di sicurezza

L'UE e i Balcani occidentali fanno fronte a sfide comuni in materia di sicurezza. Durante il vertice, l'UE e i Balcani occidentali hanno convenuto di intensificare l'operato comune nell'ambito delle priorità chiave per la sicurezza:

  • la lotta contro il terrorismo e il relativo finanziamento, l'estremismo violento e il ritorno dei combattenti stranieri nonché la prevenzione della radicalizzazione;
  • una collaborazione rafforzata nella lotta contro i reati gravi e la criminalità organizzata, in particolare per quanto riguarda le armi illecite e il traffico di stupefacenti, il contrabbando e la tratta di esseri umani nonché le minacce informatiche e ibride.

L'UE e i partner dei Balcani occidentali hanno convenuto di proseguire quanto già realizzato, attraverso un potenziamento delle attività strategiche e operative nell'ambito della cooperazione di polizia e giudiziaria, in particolare con la partecipazione dei Balcani occidentali al ciclo programmatico dell'UE 2018-2021, la cooperazione coordinata a livello dell'UE contro i reati gravi e la criminalità organizzata. Con il sostegno della Commissione, le agenzie dell'UE attive nel settore della giustizia e degli affari interni, quali Europol o CEPOL, si impegneranno ulteriormente nei Balcani occidentali per collegare efficacemente le azioni interne ed esterne intese a contrastare tutte le forme di criminalità transfrontaliera.

La collaborazione durante la crisi dei rifugiati ha dimostrato l'importanza degli sforzi coordinati. I leader dell'UE e dei Balcani occidentali hanno convenuto di rafforzare la cooperazione in materia di migrazione e gestione delle frontiere, anche attraverso gli ufficiali di collegamento inviati dall'UE.

Per ulteriori informazioni

Dichiarazione di Sofia sul vertice UE-Balcani occidentali

Sito web del vertice UE-Balcani occidentali

Un impegno rafforzato dell'UE nei Balcani occidentali

Direzione generale della Politica di vicinato e dei negoziati di allargamento

Agenda per la connettività 2018

Scheda informativa - Aumentare la connettività

Scheda informativa - Aumentare la connettività digitale

Video – Agenda per la connettività

Scheda informativa - Sei nuove iniziative faro per sostenere la trasformazione nei Balcani occidentali

Scheda informativa - Le prospettive per il futuro

Scheda informativa - Relazioni economiche - Investire nelle persone, nelle infrastrutture e nelle riforme

Scheda informativa - L'impegno dell'UE nei Balcani occidentali

Scheda informativa - Montenegro

Scheda informativa - Serbia

Scheda informativa - Ex Repubblica jugoslava di Macedonia

Scheda informativa - Albania

Scheda informativa - Bosnia-Erzegovina

Scheda informativa - Kosovo

IP/18/3821

Contatti per la stampa:

Informazioni al pubblico: contattare Europe Direct telefonicamente allo 00 800 67 89 10 11 o per e-mail


Side Bar