Navigation path

Left navigation

Additional tools

Commissione europea - Comunicato stampa

UE-Ucraina: la Commissione propone 1 miliardo per la nuova operazione di assistenza macrofinanziaria

Bruxelles, 9 marzo 2018

La Commissione europea ha adottato la proposta di un nuovo programma di assistenza macrofinanziaria (AMF) destinato all'Ucraina, avente una dotazione fino a 1 miliardo di EUR a sostegno della stabilizzazione economica e delle riforme strutturali.

La proposta odierna fa seguito alla richiesta delle autorità ucraine e alle discussioni dirette fra il presidente della Commissione Jean-Claude Juncker e il presidente ucraino Petro Poroshenko. Il nuovo programma intende far tesoro dei progressi registrati con il sostegno alla stabilizzazione economica e alle riforme strutturali delle tre precedenti operazioni di AMF.

Dall'inizio della crisi, nel 2014, l'UE ha messo finora a disposizione 12,8 miliardi di EUR per sostenere il processo di riforma in Ucraina, di cui 2,8 miliardi di EUR tramite tre programmi di AMF.

Il Vicepresidente Valdis Dombrovskis, responsabile per l'Euro e il dialogo sociale e competente per la stabilità finanziaria, i servizi finanziari e l'Unione dei mercati dei capitali, ha dichiarato: "La proposta odierna relativa al quarto programma di assistenza macrofinanziaria, del valore di 1 miliardo di EUR, dimostra l'impegno dell'UE a sostegno del popolo ucraino. Tale solidarietà deve andare di pari passo con un costante impegno, da parte delle autorità ucraine, ad attuare un'ambiziosa agenda di riforma per rendere l'Ucraina stabile e prospera. Contiamo sul Parlamento europeo e sugli Stati membri per il loro sostegno a questo importante programma".

Il Commissario Pierre Moscovici, responsabile per gli Affari economici e finanziari, la fiscalità e le dogane, ha dichiarato: "L'Ucraina continua a beneficiare del sostegno politico e finanziario dell'Unione europea per il suo impegno di riforma. Negli ultimi anni sono stati conseguiti molti progressi, spesso nelle circostanze più difficili. Esorto ora le autorità a portare avanti il processo di riforma con rinnovato vigore, per costruire un paese più equo, più stabile e più prospero nell'interesse di tutti gli ucraini".

Tutte le erogazioni nell'ambito del programma proposto, compresa la prima, sarebbero subordinate all'attuazione di misure di riforma intese ad affrontare le vulnerabilità identificate nell'economia ucraina. Precisate in un protocollo d'intesa, esse terrebbero conto delle misure non attuate dal precedente programma di AMF e comprenderebbero iniziative volte a intensificare la lotta contro la corruzione.

La Commissione riconosce il notevole impegno profuso negli ultimi anni dalle autorità ucraine a favore della riforma, anche in settori cruciali come l'energia, la pubblica amministrazione, le reti di sicurezza sociale, la gestione delle finanze pubbliche e il sistema giudiziario. Dalla scadenza del precedente programma di AMF nel gennaio 2018, gli sforzi di riforma in Ucraina sono proseguiti, anche in relazione ad alcune delle quattro misure non realizzate che hanno comportato la mancata erogazione della rata finale del programma. Uno di tali impegni è ora assolto, con l'istituzione di un registro centrale del credito. Sono invece necessari maggiori progressi in merito alle altre misure non realizzate del precedente programma. È importante mantenere lo slancio delle riforme per combattere la corruzione, promuovere la fiducia e favorire una ripresa economica sostenibile, l'occupazione e la crescita.

Contesto

Le operazioni di assistenza macrofinanziaria costituiscono parte del più ampio impegno dell'UE a favore dei paesi limitrofi e sono intese come strumento eccezionale di risposta dell'UE alla crisi. Tali operazioni sono a disposizione dei paesi del vicinato dell'UE che hanno gravi problemi di bilancia dei pagamenti. Oltre che con l'AMF, l'UE sostiene l'Ucraina attraverso diversi altri strumenti, fra i quali l'aiuto umanitario, il sostegno di bilancio, i programmi tematici, l'assistenza tecnica e i meccanismi di blending a sostegno degli investimenti.

Finora l'Ucraina ha beneficiato di prestiti di AMF dell'UE per un totale di 2,81 miliardi di EUR dall'inizio della crisi nel 2014, fra i quali sono inclusi 1,61 miliardi di EUR erogati nel biennio 2014-2015 nell'ambito di due precedenti operazioni di AMF e 1,2 miliardi di EUR nel triennio 2015-2017 nell'ambito della terza operazione. L'Ucraina ha rispettato 17 dei 21 impegni strategici connessi alla terza rata di 600 milioni di EUR, che avrebbe potuto essere messa a disposizione del paese nell'ambito della terza operazione di AMF. Quattro misure non sono però state attuate entro il periodo di validità dell'assistenza, scaduto nel gennaio 2018. Date le circostanze, la Commissione si è trovata nelle condizioni di non poter erogare l'ultima rata della terza operazione di AMF.

La proposta di un quarto programma di AMF per l'Ucraina è subordinata all'approvazione del Parlamento europeo e del Consiglio dell'Unione europea secondo la procedura legislativa ordinaria.

Ulteriori informazioni

Assistenza macrofinanziaria

Assistenza macrofinanziaria all'Ucraina

Relazioni UE-Ucraina (en)

Sito web della delegazione dell'UE in Ucraina

Informazioni sulle operazioni di AMF, comprese le relazioni annuali

Sito web dei rapporti dell'UE con gli investitori

IP/18/1702

Contatti per la stampa:

Informazioni al pubblico: contattare Europe Direct telefonicamente allo 00 800 67 89 10 11 o per e-mail


Side Bar