Navigation path

Left navigation

Additional tools

Commissione europea - Comunicato stampa

#InvestEU: La Commissione e il Gruppo Banca europea per gli investimenti accolgono con favore l'adozione definitiva di un Fondo europeo per gli investimenti strategici ampliato e migliorato

Strasburgo, 12 dicembre 2017

Con il voto in plenaria il Parlamento europeo dà il via libera al FEIS 2.0

Oggi i membri del Parlamento europeo hanno votato l'adozione del regolamento che estende e rafforza il Fondo europeo per gli investimenti strategici (FEIS), il pilastro fondamentale del piano di investimenti per l'Europa. Si conclude così con successo l'ultima tappa dell'accordo di principio raggiunto dal Parlamento europeo e dagli Stati membri il 13 settembre.

Jyrki Katainen, Vicepresidente della Commissione europea e Commissario responsabile per l'Occupazione, la crescita, gli investimenti e la competitività, ha dichiarato: "Il Piano di investimenti ha portato benefici concreti alle imprese di tutta Europa, ma vogliamo fare ancora di più. Abbiamo dato seguito alle osservazioni ricevute sul funzionamento del Fondo europeo per gli investimenti strategici e introdotto alcune migliorie. Intendiamo rendere le decisioni di investimento del FEIS ancora più trasparenti e fornire ulteriore sostegno tecnico a livello locale. La durata del FEIS sarà inoltre estesa sino alla fine del 2020 e il suo obiettivo di investimento raggiungerà i 500 miliardi di euro. Il FEIS ha già contribuito a creare 300 000 posti di lavoro: manteniamo questo slancio!".

"La prima volta che lo abbiamo presentato, il FEIS è stato accolto con un certo scetticismo" spiega il Presidente della Banca europea per gli investimenti Werner Hoyer. "Negli ultimi due anni e mezzo abbiamo dimostrato che ha dato i suoi frutti: quest'iniziativa ha sostenuto migliaia di imprese e creato centinaia di migliaia di posti di lavoro. Sono fiero del fatto che il gruppo BEI, con le sue competenze, abbia rivestito un ruolo così importante nella ripresa dell'Europa e sono molto lieto che l'ampliamento del FEIS deciso oggi ci dia la possibilità di fare ancora di più."

Il regolamento FEIS 2.0 dovrebbe entrare in vigore il 1° gennaio 2018. Oltre a essere stato prolungato dalla metà del 2018 alla fine del 2020 e ad essere passato da un obiettivo di investimento di 315 miliardi di euro ad almeno 500 miliardi, il nuovo FEIS migliorato ha le seguenti caratteristiche:

Maggiore trasparenza

Nell'ambito del nuovo FEIS, il comitato per gli investimenti pubblicherà online le proprie decisioni, rendendo così trasparenti i criteri secondo i quali sono scelti i progetti che ricevono il sostegno della garanzia di bilancio dell'UE. Il quadro di indicatori sarà pubblicato dopo la firma di ciascun progetto FEIS. Il nuovo regolamento fornisce inoltre una definizione più dettagliata dei requisiti che rendono un progetto ammissibile al sostegno del FEIS, la cosiddetta "addizionalità".

Ampliamento della proporzione di progetti sostenibili

Almeno il 40% dei progetti FEIS per infrastrutture e innovazione sarà destinato a contribuire all'azione per il clima, in linea con l'accordo di Parigi. Il FEIS 2.0 si concentra inoltre esplicitamente su nuovi settori: agricoltura sostenibile, silvicoltura, pesca e acquacoltura.

Maggiore attenzione ai piccoli progetti

Dato il successo del FEIS nel sostenere le piccole imprese, con 528 000 PMI che ne raccolgono i benefici già da novembre 2017, il FEIS ampliato aumenterà la proporzione della garanzia per le PMI dal 26% al 40%. Il nuovo FEIS incoraggia anche il gruppo BEI ad aiutare le banche di promozione nazionali a istituire piattaforme di investimento per raggruppare vari progetti di piccole dimensioni per tema o regione al fine di attrarre investitori.

Maggiore sostegno tecnico a livello locale

Il Polo europeo di consulenza sugli investimenti, gestito congiuntamente dalla Commissione e dalla BEI, si sta rivelando una risorsa importante per le imprese che necessitano di assistenza tecnica per far decollare il proprio progetto. Nell'ambito del FEIS 2.0 il lavoro del Polo sarà rafforzato fornendo assistenza più mirata sul campo e operando in stretta collaborazione con le banche di promozione nazionali.

Miglioramento dell'ambiente imprenditoriale nell'UE

Come le previsioni d'autunno della Commissione e la relazione sugli investimenti della BEI hanno recentemente mostrato, i livelli di investimento in Europa sono in graduale aumento, pur senza essere ancora tornati a livelli pre-crisi. Nel suo programma di lavoro per il 2018, la Commissione ha annunciato di volere esaminare approfonditamente quanto realizzato per migliorare il contesto imprenditoriale e ridurre gli ostacoli agli investimenti dall'insediamento della Commissione Juncker, sia a livello di UE che di Stati membri.

 

Contesto

Il Piano di investimenti per l'Europa, il piano Juncker, intende principalmente stimolare gli investimenti per creare crescita e occupazione facendo un uso più intelligente delle risorse finanziarie esistenti e nuove, eliminando gli ostacoli agli investimenti e offrendo visibilità e assistenza tecnica ai progetti di investimento. Il Fondo europeo per gli investimenti strategici (FEIS) è il pilastro centrale del piano Juncker. Esso fornisce una garanzia di prima perdita, permettendo alla BEI di investire in un numero maggiore di progetti, spesso più rischiosi.

Si prevede che i progetti e gli accordi FEIS a cui sono stati concessi finanziamenti fino ad oggi mobiliteranno più di 250 miliardi di euro di investimenti e sosterranno circa 528 000 PMI in tutti i 28 Stati membri. La BEI stima che entro il 2020 il FEIS avrà contribuito a creare 700 000 posti di lavoro e a incrementare il PIL dell'UE dello 0,7%.

La Banca europea per gli investimenti (BEI) è l'istituto dell'Unione europea, di proprietà dei suoi Stati membri, che eroga prestiti a lungo termine. Mette a disposizione risorse finanziarie per solidi investimenti sul lungo periodo allo scopo di contribuire al conseguimento degli obiettivi delle politiche dell'UE.Il Fondo europeo per gli investimenti (FEI) fa parte del Gruppo Banca europei degli investimenti. La sua missione fondamentale è sostenere le microimprese e le piccole e medie imprese (PMI) europee, facilitandone l'accesso ai finanziamenti. 

 

Per ulteriori informazioni

Scheda informativa: Quali sono le novità del FEIS 2.0?

Nota: Fondo europeo per gli investimenti strategici (FEIS) – Domande frequenti

Sito web del Piano di investimenti: ultimi risultati e novità dal FEIS

Pagina del FEIS nel sito web della BEI: elenco completo dei progetti FEIS e istruzioni per presentare domanda di finanziamento

Polo di consulenza: assistenza tecnica per promotori di progetti e piccole imprese

Portale progetti: servizio gratuito di abbinamento tra opportunità di investimento e investitori

IP/17/5169

Contatti per la stampa:

Informazioni al pubblico: contattare Europe Direct telefonicamente allo 00 800 67 89 10 11 o per e-mail


Side Bar