Navigation path

Left navigation

Additional tools

Commissione europea - Comunicato stampa

La città francese di Lione ha vinto il premio Access City Award 2018 per aver messo l'accessibilità al centro della vita della città

Bruxelles, 5 dicembre 2017

In occasione della giornata europea delle persone con disabilità, la Commissione europea ha annunciato oggi che la città di Lione, in Francia, è stata insignita dell'Access City Award (premio per le città a misura di disabili). La città è stata premiata per la sua accessibilità inclusiva e universale.

Nel presentare il premio, Marianne Thyssen, Commissaria per l'Occupazione, gli affari sociali, le competenze e la mobilità dei lavoratori, ha dichiarato: "La Commissione si impegna a fondo nel mettere le persone al primo posto e nel fare dell'inclusione sociale una priorità di primo piano. Con la proclamazione sul pilastro europeo dei diritti sociali lo scorso 17 novembre, il Parlamento europeo, il Consiglio e la Commissione europea hanno concordato che un'Europa sociale e inclusiva è la via da seguire. È quindi doveroso e indispensabile rendere le nostre città e società più accessibili alle persone con disabilità. Ringrazio la città di Lione e tutte le altre città che hanno partecipato al concorso per il loro impegno volto a concretizzare questo obiettivo. Spero che i risultati che hanno raggiunto siano fonte di ispirazione per molte altre città, ma anche per tutte le autorità nazionali e regionali."

Gli autobus pubblici della città di Lione sono accessibili al 100% e l'accesso alla cultura è garantito a tutti grazie all'integrazione di apparecchiature accessibili nelle biblioteche, come macchine di lettura per non vedenti, lettori di audiolibri e schermi di ingrandimento. La città ha inoltre sviluppato strumenti digitali per le persone con disabilità e, in termini di inserimento lavorativo, il 7,8% dei dipendenti pubblici sono persone con disabilità, percentuale ben al di sopra della quota minima del 6% prevista dalla legislazione francese.

La Commissione europea ha assegnato inoltre il secondo e il terzo posto rispettivamente a Ljubljana, in Slovenia, e alla città di Lussemburgo, in Lussemburgo. Ljubljana ha integrato l'accessibilità nell'insieme delle sue politiche, nominando un comitato consultivo speciale cui partecipano gli anziani e le persone con disabilità, in modo da coinvolgerli direttamente nella definizione delle politiche della città. La città di Lussemburgo ha compiuto sforzi notevoli per sensibilizzare i cittadini al fine di evitare lo stigma legato alla disabilità e costruire una città fortemente inclusiva in cui tutti si sentano a proprio agio.

La città di Viborg in Danimarca ha infine ricevuto una menzione speciale per aver integrato armoniosamente il suo patrimonio storico e i suoi paesaggi collinari con un'infrastruttura accessibile.

Contesto

Il premio Access City Award, organizzato dalla Commissione insieme al Forum europeo sulla disabilità, è una delle azioni previste dalla strategia europea sulla disabilità 2010-2020, che ha lo scopo di creare un'Europa senza barriere per le persone con disabilità. Esso contribuisce a individuare le città faro per il superamento delle barriere attualmente esistenti in Europa. Il premio viene assegnato alla città che abbia migliorato in maniera tangibile e sostenibile l'accessibilità per quanto riguarda gli aspetti fondamentali della vita urbana e che stia progettando concretamente ulteriori miglioramenti. Lo scopo del premio è quello di ispirare altre città che si trovano ad affrontare sfide simili e di promuovere le buone pratiche in tutta Europa.

Il premio si rivolge alle città europee con più di 50 000 abitanti, che sono chiamate a dimostrare di avere un approccio globale all'accessibilità in quattro ambiti chiave: l'ambiente costruito e gli spazi pubblici; i trasporti e le relative infrastrutture; l'informazione e la comunicazione (comprese le nuove tecnologie TIC); le strutture e i servizi pubblici.

Il premio è assegnato durante la conferenza annuale della Giornata europea delle persone con disabilità, a cui partecipano circa 400 persone provenienti da tutta Europa.

La politica dell'UE in materia di accessibilità

Rendere l'Europa più accessibile ai disabili è un elemento cardine della strategia globale dell'UE in materia di disabilità per il periodo 2010-2020. La strategia fornisce il quadro generale a livello di UE per gli interventi nel settore della disabilità e dell'accessibilità al fine di integrare e sostenere le azioni degli Stati membri. La legislazione dell'UE prevede disposizioni specifiche in materia di accessibilità in settori quali i trasporti e i servizi di comunicazione elettronica. La proposta della Commissione di un atto europeo sull'accessibilità ha lo scopo di rendere prodotti e servizi più accessibili alle persone con disabilità. Lo scorso settembre il Parlamento europeo ha votato una relazione sull'atto europeo sull'accessibilità e il 7 dicembre il Consiglio "Occupazione, politica sociale, salute e consumatori" (EPSCO) voterà un approccio generale.

L'UE si avvale di un ampio spettro di strumenti oltre a quelli previsti dalla sua legislazione e alle strategie politiche, come la ricerca e la standardizzazione, al fine di ottimizzare l'accessibilità dell'ambiente costruito, delle tecnologie TIC, dei trasporti e di altri settori, e promuovere un mercato di prodotti e servizi accessibili a livello dell'UE.

Città vincitrici delle edizioni precedenti: 2011, Avila (Spagna); 2012, Salisburgo (Austria); 2013, Berlino (Germania); 2014, Göteborg (Svezia); 2015, Boras (Svezia); 2016, Milano (Italia) 2017, Chester (Regno Unito).

Per ulteriori informazioni:

una versione accessibile del presente comunicato stampa è disponibile in versione PDF o come documento WORD.

Premio europeo per le città a misura di disabili "Access city award" 2018

Giornata europea delle persone con disabilità 2017

Marianne Thyssen su Facebook e Twitter

 

IP/17/5069

Contatti per la stampa:

Informazioni al pubblico: contattare Europe Direct telefonicamente allo 00 800 67 89 10 11 o per e-mail


Side Bar