Navigation path

Left navigation

Additional tools

Commissione europea - Comunicato stampa

L'UE e il Cile avviano i negoziati per un accordo di associazione aggiornato

Bruxelles, 13 novembre 2017

Il 16 novembre a Bruxelles avrà luogo una prima tornata di negoziati tra l'UE e il Cile per un accordo di associazione aggiornato. Ciò fa seguito alla decisione assunta oggi dagli Stati membri dell'UE di approvare il mandato dell'Unione europea per condurre tali negoziati.

L'obiettivo è aggiornare l'accordo di associazione UE-Cile concluso 14 anni fa al fine di conformarne le ambizioni politiche e di cooperazione e le disposizioni commerciali ai moderni accordi dell'UE. All'inizio del 2018 si terrà una seconda tornata di negoziati.

L'Alta rappresentante/Vicepresidente Federica Mogherini ha dichiarato: "Un accordo aggiornato con il Cile rafforzerà ulteriormente le nostre già eccellenti relazioni e aprirà nuovi settori di cooperazione. Costituirà un quadro al passo con i tempi nell'ambito del quale continueremo a sostenere la pace mondiale e la sicurezza, economie libere e aperte, società inclusive e la promozione di beni comuni globali."

Cecilia Malmström, Commissaria responsabile per il Commercio, ha dichiarato: "Il Cile è il nostro partner commerciale di più lunga data in America latina ed è per noi un alleato fondamentale. Negli ultimi quindici anni l'accordo vigente ha portato ad un notevole aumento dei flussi commerciali tra i nostri paesi. Al fine di affrontare l'intera gamma delle sfide politiche e globali odierne abbiamo tuttavia bisogno di un nuovo accordo aggiornato, poiché quello del 2003 non contempla molte importanti questioni in materia di scambi, servizi e investimenti. Le trattative che stiamo avviando mirano alla realizzazione di un accordo commerciale moderno di altissimo livello che affronti tutte le tematiche, comprese quelle che rispecchiano valori condivisi quali lo sviluppo sostenibile, il sostegno alle piccole e medie imprese e la lotta alla corruzione. Inoltre, per la prima volta, uno dei nostri accordi commerciali comprenderà obiettivi comuni sul ruolo fondamentale delle donne nel commercio."

L'accordo andrebbe ad aggiungersi a quelli recentemente conclusi con successo con, tra gli altri paesi, Canada, Vietnam, Singapore e Giappone, ampliando così l'alleanza dei partner impegnati a favore del multilateralismo, dello stato di diritto e di regole innovative per il commercio mondiale.

Contesto

Dalla conclusione dell'accordo di associazione, il Cile e l'UE hanno sviluppato una relazione più stretta in numerosi settori. L'aggiornamento dell'accordo consentirà di approfondire ulteriormente le nostre relazioni per quanto riguarda sfide globali quali l'agenda sui cambiamenti climatici e gli obiettivi di sviluppo sostenibile del 2030, come pure la cooperazione economica e sociale in settori quali l'uso efficiente dell'energia, le piccole e medie imprese, la gioventù, l'istruzione e le politiche per l'occupazione, e permetterà di rafforzare la nostra cooperazione su questioni di genere e sull'emancipazione femminile.

L'UE è il secondo partner commerciale del Cile e nel 2016 ha costituito il 14,9% del commercio totale del paese. Gli scambi bilaterali negli ultimi tre anni sono rimasti stabili e nel 2016 l'UE ha registrato un avanzo commerciale di 1,2 miliardi di EUR. L'UE è anche il più grande investitore straniero in Cile, essendo responsabile di poco meno della metà dei flussi di investimenti esteri diretti nel paese.

Dall'entrata in vigore dell'accordo di associazione nel 2003, le esportazioni dell'UE in Cile sono aumentate del 170%, e le importazioni di circa la metà. Inoltre tra il 2010 e il 2015 l'esportazione e l'importazione di servizi dell'UE sono aumentate di oltre un quarto. Nel 2016 le esportazioni dell'UE in Cile sono state principalmente rappresentate da macchinari e attrezzature da trasporto, prodotti chimici e prodotti finiti, mentre le esportazioni dal Cile nell'UE sono state dominate da prodotti alimentari e animali vivi, materiali grezzi (principalmente rame) e prodotti finiti.

Per ulteriori informazioni

Relazioni commerciali UE-Cile

Relazioni politiche UE-Cile

Storie di esportatori

IP/17/4606

Contatti per la stampa:

Informazioni al pubblico: contattare Europe Direct telefonicamente allo 00 800 67 89 10 11 o per e-mail


Side Bar