Navigation path

Left navigation

Additional tools

Commissione europea - Comunicato stampa

Brexit - La Commissione europea pubblica i principi guida relativi all'Irlanda e all'Irlanda del Nord

Bruxelles, 7 septembre 2017

La Commissione europea ha presentato oggi i principi che guideranno il dialogo politico relativo all'Irlanda e all'Irlanda del Nord nei negoziati sulla Brexit.

Il documento odierno indica la necessità di continuare a tutelare e consolidare in ogni sua parte l'Accordo del Venerdì Santo dopo il ritiro del Regno Unito dall'Unione europea così come di continuare a riconoscere la zona di libero spostamento, che facilita l'interazione fra le persone in Irlanda e nel Regno Unito.

Fra gli aspetti fondamentali occorre garantire: che le istituzioni politiche congiunte sulle isole di Gran Bretagna e Irlanda, create con l'Accordo del Venerdì Santo, continuino ad operare; che la cooperazione (in particolare la cooperazione Nord-Sud fra Irlanda e Irlanda del Nord) sia tutelata in tutti i settori rilevanti; che sia tenuto in piena considerazione il diritto di nascita dei Nordirlandesi di identificarsi come Britannici o Irlandesi, o entrambi. La peculiare situazione dell'Irlanda nei negoziati sulla Brexit richiede una soluzione altrettanto peculiare.

Nella prima fase dei negoziati l'UE vuole raggiungere un'intesa comune con il Regno Unito sulle conseguenze del suo ritiro sull'Accordo del Venerdì Santo e sulla zona di libero spostamento. Una volta compiuti sufficienti passi avanti sui principi presentati nel documento odierno, le discussioni potranno poi vertere sulla seconda fase dei negoziati, volta a trovare soluzioni flessibili e creative per evitare l'insorgere di una frontiera fisica sull'isola di Irlanda. Queste soluzioni devono rispettare il corretto funzionamento del mercato interno e dell'unione doganale, così come l'integrità e l'efficacia dell'ordinamento giuridico dell'UE. Poiché la decisione di uscire dall'Unione è stata presa dal Regno Unito, ad esso spetta proporre soluzioni a riguardo.

Michel Barnier, capo negoziatore della Commissione europea, ha dichiarato: "Il documento pubblicato oggi sull'Irlanda e l'Irlanda del Nord è un testo conciso e completo, redatto in stretta cooperazione con il governo irlandese. Il nostro scopo è ridurre al minimo le conseguenze, per l'isola di Irlanda, della decisione britannica di uscire dall'UE. Tale decisione è stata presa dal Regno Unito: spetta quindi al Regno Unito presentare soluzioni per superare le difficoltà cui è esposta l'isola di Irlanda."

Il documento di oggi si basa sugli orientamenti del Consiglio europeo, concordati dai 27 capi di Stato o di governo il 29 aprile 2017, e sulle direttive di negoziato del Consiglio del 22 maggio 2017. Entrambi i testi riconoscono le "circostanze specifiche dell'isola d'Irlanda" e la necessità di trovare "soluzioni flessibili e creative" che rispettino al contempo l'integrità dell'ordinamento giuridico dell'Unione europea. La risoluzione del Parlamento europeo dell'aprile 2017 riconosce anch'essa la posizione unica e le circostanze particolari dell'isola di Irlanda.

Contesto

Il 29 aprile 2017 il Consiglio europeo ha adottato una serie di orientamenti politici, in cui si dichiara:

"L'Unione ha sempre sostenuto l'obiettivo della pace e della riconciliazione sancito nell'Accordo del Venerdì Santo in tutte le sue parti; continuare a sostenere e a tutelare i risultati, i benefici e gli impegni del processo di pace continuerà a rivestire fondamentale importanza. Considerate le circostanze specifiche dell'isola d'Irlanda, sarà necessario trovare soluzioni flessibili e creative, anche allo scopo di evitare una frontiera fisica, rispettando al contempo l'integrità dell'ordinamento giuridico dell'Unione. In questo contesto l'Unione dovrebbe anche riconoscere gli accordi e le intese bilaterali esistenti tra il Regno Unito e l'Irlanda che sono compatibili con il diritto dell'UE."

Il 19 giugno 2017 i negoziatori dell'UE e del Regno Unito hanno convenuto di instaurare un dialogo politico sull'Irlanda e sull'Irlanda del Nord. Scopo del dialogo è raggiungere un accordo politico con il Regno Unito per tutelare ogni parte dell'Accordo del Venerdì Santo - di cui il Regno Unito è cogarante ai sensi del diritto internazionale - e mantenere la zona di libero spostamento, istituita prima dell'adesione dell'Irlanda e del Regno Unito all'UE.

Ogni fase dei negoziati sarà condotta in base agli orientamenti del Consiglio europeo, conformemente alle direttive di negoziato del Consiglio e tenuto debito conto della risoluzione del Parlamento europeo del 5 aprile 2017.

Per ulteriori informazioni

Testo dei principi guida per il dialogo relativo all'Irlanda e all'Irlanda del Nord

Informazioni sull'Accordo del Venerdì Santo e sulla zona di libero spostamento

Documenti di sintesi disponibili a questo indirizzo

Sito web TF50

Politica di trasparenzaTF50

Mandato per i negoziati articolo 50

IP/17/3105

Contatti per la stampa:

Informazioni al pubblico: contattare Europe Direct telefonicamente allo 00 800 67 89 10 11 o per e-mail


Side Bar