Navigation path

Left navigation

Additional tools

Commissione europea - Comunicato stampa

La Commissione apre una consultazione pubblica sull'assistenza sanitaria nel mercato unico digitale

Bruxelles, 20 luglio 2017

Oggi la Commissione europea apre una consultazione pubblica sulle modalità per promuovere l'innovazione digitale nell'assistenza sanitaria in Europa a vantaggio dei cittadini e dei sistemi sanitari europei.

Le informazioni raccolte confluiranno in una nuova comunicazione che sarà adottata entro la fine dell'anno, come annunciato nella recente revisione della strategia per il mercato unico digitale della Commissione.

Nell'accogliere con favore l'iniziativa, il Vicepresidente Andrus Ansip e i Commissari Vytenis Andriukaitis, Mariya Gabriel e Carlos Moedas hanno dichiarato:

"Il nostro impegno è volto a migliorare la qualità della vita dei cittadini europei potenziando i sistemi sanitari, di assistenza e di ricerca in Europa sfruttando appieno le potenzialità delle tecnologie digitali. La consultazione ci aiuterà a definire come offrire ai cittadini, ai professionisti della sanità e ai ricercatori un accesso migliore ai dati sanitari, prevenzione, una risposta rapida ai primi segni di pandemia, cure e assistenza personalizzate. Abbiamo allo studio nuove iniziative digitali per concretizzare la libera circolazione dei pazienti e dei dati, per sostenere la modernizzazione dei servizi sanitari nazionali e per radunare i dati scientifici e la conoscenza innovativa attualmente sparsi in tutta Europa. Il fulcro delle nostre politiche e la nostra priorità più importante sono i cittadini e il loro benessere."

La consultazione raccoglierà informazioni su tre pilastri fondamentali:

  1. l'accesso sicuro dei cittadini ai loro dati sanitari e la possibilità di condividerli al di là delle frontiere, maggiore chiarezza sui diritti dei cittadini e maggiore interoperabilità delle cartelle sanitarie elettroniche in Europa;
  2. il collegamento e la condivisione dei dati e delle competenze per far progredire la ricerca, personalizzare l'assistenza sanitaria e prevedere meglio le epidemie;
  3. l'uso dei servizi digitali per promuovere la partecipazione attiva dei cittadini e l'assistenza integrata incentrata sulla persona.

Si invitano cittadini, associazioni di pazienti, operatori sanitari, autorità pubbliche, ricercatori, industrie, investitori, assicuratori e utilizzatori di strumenti digitali nel settore sanitario a condividere le loro opinioni entro il 12 ottobre 2017 mediante l'indagine sul sito EU Survey.

Contesto

Il cambiamento demografico, la crescente prevalenza delle malattie croniche, la ricomparsa di malattie infettive e i costi in aumento dell'assistenza sanitaria costituiscono sfide di enorme portata per la sanità in Europa. La Comunicazione sui sistemi sanitari efficaci, accessibili e resilienti ha concluso che la possibilità futura degli Stati membri di fornire a tutti i cittadini assistenza di elevata qualità dipenderà dalla capacità di rendere i sistemi sanitari più resilienti, mantenendoli efficienti sul piano dei costi e sostenibili finanziariamente.

L'innovazione digitale può offrire strumenti convenienti in termini di costi per sostenere la transizione da un modello di assistenza sanitaria basato sulle strutture ospedaliere a un modello integrato basato sulla persona, migliorare la promozione della salute, la prevenzione e l'accesso all'assistenza, e contribuire alla sostenibilità e alla resilienza dei sistemi sanitari. Con l'innovazione si può concretizzare il diritto dei cittadini di accedere ai propri dati sanitari ovunque in Europa, migliorare il monitoraggio e l'individuazione precoce di focolai di infezioni, compiere progressi enormi nella diagnosi e nella cura dei pazienti. Ad esempio, nel campo delle malattie rare, per arrivare alla diagnosi di una patologia rara conosciuta sono adesso necessari in media 5,6 anni, che potrebbero ridursi a un anno grazie alla diagnosi molecolare e alle teleconsultazioni di specialisti. Inoltre la trasformazione digitale dell'assistenza sanitaria incoraggia la partecipazione attiva dei cittadini, mettendoli in condizione di gestire la propria salute e di interagire più facilmente con i prestatori di assistenza sanitaria.

Di questi argomenti si occupa la recente revisione intermedia del mercato unico digitale, che propone che la Commissione affronti le questioni della necessità e della portata delle misure in materia di assistenza sanitaria digitale, nel rispetto della normativa sulla protezione dei dati personali, sui diritti dei pazienti e sull'identificazione elettronica.

L'attività della Commissione in questo ambito si avvale delle iniziative digitali per la salute già in atto, come il piano d'azione eHealth, i programmi di finanziamento per la ricerca e l'innovazione Orizzonte 2020 e "Active Assisted Living", il Meccanismo per collegare l'Europa, le reti di riferimento europee per le malattie rare e complesse, il Partenariato europeo per l'innovazione nell'ambito dell'invecchiamento attivo e in buona salute.

Per ulteriori informazioni

Revisione intermedia della strategia per il mercato unico digitale

Speciale Eurobarometro 460: l'atteggiamento dei cittadini di fronte all'impatto della digitalizzazione e dell'automazione sulla vita quotidiana

La salute nel mercato unico digitale
Le politiche in materia di eHealth

Comunicazione della Commissione relativa a sistemi sanitari efficaci, accessibili e resilienti

Ricerca e innovazione nel campo della salute

 

 

IP/17/2085

Contatti per la stampa:

Informazioni al pubblico: contattare Europe Direct telefonicamente allo 00 800 67 89 10 11 o per e-mail


Side Bar