Navigation path

Left navigation

Additional tools

Commissione europea - Comunicato stampa

Fine delle tariffe di roaming: i negoziatori dell'UE hanno concordato i prezzi all'ingrosso, l'ultima tappa obbligata.

Bruxelles, 1° febbraio 2017

Per poter porre fine alle tariffe di roaming entro il 15 giugno 2017 i rappresentanti del Parlamento europeo, del Consiglio e la Commissione hanno concordato le modalità per regolamentare i mercati all'ingrosso del roaming (i prezzi che gli operatori si addebitano l'un l'altro quando i clienti utilizzano altre reti in roaming nell'UE).

I negoziatori dell'UE hanno concordato i seguenti massimali all'ingrosso:

  • 3,2 eurocent per minuto di chiamata vocale dal 15 giugno 2017
  • 1 eurocent per SMS dal 15 giugno 2017
  • Una riduzione graduale su 5 anni per i massimali di traffico dati, da 7,7 euro/GB (dal 15 giugno 2017) a 6 euro/GB (dal 1° gennaio 2018), 4,5 euro/GB (dal 1° gennaio 2019), 3,5 euro/GB (dal 1° gennaio 2020), 3 euro/GB (dal 1° gennaio 2021) fino a 2,5 euro/GB (dal 1° gennaio 2022)

 

Andrus Ansip, vicepresidente per il Mercato unico digitale, ha salutato con favore l'accordo: “Era l'ultima tessera del mosaico.Dal 15 giugno i cittadini potranno viaggiare in tutta l'UE senza tariffe di roaming. Abbiamo anche fatto sì che gli operatori possano continuare a fornire le offerte più vantaggiose sui loro mercati nazionali. Oggi manteniamo la promessa. Ringrazio caldamente la relatrice del parlamento europeo Miapetra Kumpula-Natri e tutti i negoziatori del Parlamento europeo nonché la presidenza maltese del Consiglio dell'UE e tutti i soggetti che hanno contribuito al raggiungimento di questo importante traguardo. I loro sforzi hanno reso possibile questo accordo.”

L'accordo politico della scorsa serata era il tassello mancante per garantire il roaming a tariffa nazionale a partire dal 15 giugno 2017, come previsto dal regolamento sul mercato unico delle telecomunicazioni. Significa che i consumatori in viaggio nell'UE potranno chiamare, inviare SMS o navigare sul loro cellulare alle stesse tariffe pagate a casa. L'accordo rende abbordabile per i privati e le imprese il roaming a tariffa nazionale, garantendo il recupero dei costi e mantenendo la competitività dei mercati di roaming all'ingrosso.

Grazie all'accordo politico di ieri sulle norme che disciplinano il mercato all'ingrosso e le norme sulla politica di utilizzo corretto e sulla sostenibilità adottate dalla Commissione nel dicembre 2016, i consumatori possono utilizzare i loro abbonamenti nazionali quando si recano occasionalmente all'estero. Se i consumatori superano i limiti contrattuali, le eventuali tariffe supplementari non saranno maggiori dei massimali di roaming concordati oggi.

La Commissione condurrà un riesame del mercato all'ingrosso entro la fine del 2019 e trasmetterà ai colegislatori una valutazione intermedia entro il 15 dicembre 2018.

Prossime tappe

Il Parlamento europeo e il Consiglio devono quindi ora approvare formalmente l'accordo raggiunto oggi. Le nuove tariffe di roaming all'ingrosso saranno applicabili a partire dal 15 giugno 2017 in modo che gli operatori abbiano il tempo di adottare tutte le misure preparatorie necessarie per introdurre tariffe analoghe a quelle nazionali.

Contesto

Per un decennio la Commissione si è adoperata per ridurre e infine eliminare il sovrapprezzo imposto dagli operatori delle telecomunicazioni ai clienti nel momento in cui utilizzavano il loro dispositivo mobile a ogni attraversamento di frontiera, in vacanza o durante un viaggio d'affari. Dal 2007 le tariffe di roaming sono scese di oltre il 90%. I prezzi sono scesi per l'ultima volta in aprile 2016, a 5 eurocent/minuto di chiamata vocale, 2 eurocent/SMS e 5 eurocent/MB di dati oltre alle tariffe nazionali. Nel 2015, sulla base di una proposta della Commissione europea, il Parlamento europeo e il Consiglio hanno convenuto di abolire le tariffe di roaming per chi viaggia occasionalmente nell'UE. La Commissione ha adottato le misure tecniche necessarie per raggiungere questo risultato, compreso un meccanismo sulla politica di utilizzo corretto e sulla sostenibilità nel dicembre 2016. Parallelamente il regolamento sul mercato unico delle telecomunicazioni ha affidato alla Commissione il riesame dei mercati di roaming all'ingrosso e la presentazione di opportune proposte entro il 15 giugno 2016, per arrivare all'abolizione delle tariffe di roaming al dettaglio a partire dal 15 giugno 2017.

 

Per maggiori informazioni

MEMO/16/4396

Sito web dedicato al roaming

IP/17/193

Contatti per la stampa:

Informazioni al pubblico: contattare Europe Direct telefonicamente allo 00 800 67 89 10 11 o per e-mail


Side Bar