Navigation path

Left navigation

Additional tools

Commissione europea - Comunicato stampa

La Commissione propone di modernizzare l'unione doganale con la Turchia

Bruxelles, 21 dicembre 2016

La Commissione europea ha chiesto al Consiglio di conferirle il mandato di avviare trattative con la Turchia per modernizzare l'oramai ventennale unione doganale tra l'UE e la Turchia.

Il miglioramento delle relazioni commerciali tra l'Unione europea e la Turchia costituisce una parte essenziale degli sforzi compiuti dall'UE e dalla Turchia per intensificare le loro relazioni in settori chiave di interesse comune, tra cui la cooperazione tra l'UE e la Turchia in materia di migrazione, approvata in occasione del vertice UE-Turchia del 29 novembre 2015 e nella dichiarazione UE-Turchia del 18 marzo 2016. Con la presente proposta la Commissione continua a rispettare gli impegni assunti.

La modernizzazione dell'unione doganale in modo da riflettere le attuali relazioni commerciali tra l'UE e la Turchia comporterebbe notevoli benefici economici per entrambe le parti.

Con l'evoluzione del contesto economico e la forte crescita degli scambi tra l'UE e la Turchia, l'unione doganale, entrata in vigore nel 1996, non è più adeguata per affrontare le attuali sfide in materia di integrazione commerciale. Il primo dialogo economico ad alto livello tra l'UE e la Turchia dello scorso aprile ha sottolineato il potenziale della sua modernizzazione. La modernizzazione e l'ampliamento dell'unione doganale potrebbero aprire nuove opportunità per le imprese dell'UE nei settori agroalimentare, dei servizi e degli appalti pubblici. Il rispetto della democrazia e dei diritti fondamentali costituirà un elemento essenziale dell'accordo. 

Per quanto riguarda lo scambio di merci, la Turchia è il quinto partner dell'UE. Il valore degli scambi bilaterali di merci è più che quadruplicato dal 1996 ed ammonta a 140 miliardi di euro l'anno. L'UE registra una bilancia positiva di 17 miliardi di euro. L'UE è il partner commerciale più importante della Turchia e rappresenta il 41% del commercio mondiale di questo paese. Inoltre due terzi degli investimenti diretti esteri (IDE) in Turchia provengono attualmente dall'UE.

Per ulteriori informazioni

Relazioni commerciali tra l'UE e la Turchia

IP/16/4468

Contatti per la stampa:

Informazioni al pubblico: contattare Europe Direct telefonicamente allo 00 800 67 89 10 11 o per e-mail


Side Bar