Navigation path

Left navigation

Additional tools

Commissione europea - Comunicato stampa

Un mercato unico più approfondito ed equo: la Commissione potenzia le opportunità per i cittadini e le imprese

Bruxelles, le 28 ottobre 2015

La Commissione europea ha presentato oggi una tabella di marcia intesa a tener fede all'impegno politico del Presidente Juncker di valorizzare appieno le potenzialità del mercato unico e di renderlo un trampolino di lancio affinché l'Europa prosperi nel quadro dell'economia globale.

Il mercato unico, concepito per consentire alle merci, ai servizi, ai capitali e alle persone di circolare più liberamente, è una delle più grandi conquiste dell'Europa. Esso offre grandi opportunità ai professionisti e alle imprese nonché una maggiore scelta e prezzi più bassi ai consumatori. Consente alle persone di viaggiare, vivere, lavorare e studiare ovunque lo desiderino. Ma tali opportunità non sempre si concretizzano se le regole del mercato unico non sono note, non vengono attuate o semplicemente sono messe a rischio da barriere diverse e ingiustificate. Inoltre il mercato unico deve adeguarsi alla realtà odierna: anche le idee innovative e i nuovi modelli di business devono trovare la loro giusta collocazione.

Jyrki Katainen, Vicepresidente della Commissione europea responsabile per il portafoglio "Occupazione, crescita, investimenti e competitività", ha dichiarato: "L'ulteriore rafforzamento e l'approfondimento del mercato unico dell'UE costituiscono gli elementi più importanti del piano di investimenti per l'Europa. Occorre eliminare le restrizioni agli investimenti e creare nuove opportunità per i consumatori, i professionisti e le imprese. Il mercato unico deve inoltre stare al passo con i tempi: i modelli di business innovativi devono essere incoraggiati e accolti con favore nel mercato unico."

Elżbieta Bieńkowska, Commissaria responsabile per il Mercato interno, l'industria, l'imprenditoria e le PMI, ha dichiarato: "Il mercato unico è il fulcro dell'integrazione europea. Se vogliamo ripristinare la fiducia dei cittadini nel progetto europeo, creare posti di lavoro, conseguire un'economia competitiva e conservare l'influenza dell'Europa nel mondo, dobbiamo valorizzare appieno le potenzialità del mercato unico. Con la strategia ambiziosa e pragmatica presentata in data odierna ci concentriamo sui risultati. Di concerto con il Parlamento europeo e gli Stati membri dobbiamo ora garantire che tali azioni concrete siano attuate con la massima celerità. Nel rispondere alle sfide che deve affrontare in termini di competitività, l'Europa non può perdere tempo prezioso."

Le azioni concordate oggi produrranno risultati nei seguenti ambiti:

  • Consumatori - La Commissione si adopererà affinché i consumatori che intendono acquistare, online o di persona, servizi o prodotti in un altro Stato membro non incorrano in differenze a livello di prezzi, condizioni di vendita o opzioni di consegna, a meno che ciò non sia giustificato da motivazioni oggettive e verificabili. La Commissione europea e i centri europei dei consumatori ricevono frequentemente dai consumatori reclami relativi a differenze di trattamento ingiustificate, basate sulla nazionalità o sulla residenza.
  • PMI e start-up - Le start-up apportano un valido contributo all'economia, ma un certo numero di imprenditori abbandona l'Europa perché non riesce a portare sul mercato le proprie idee innovative. Nel quadro del piano di investimenti e dell'Unione dei mercati dei capitali è in atto un impegno volto ad agevolare l'accesso ai finanziamenti per le PMI. La Commissione intende inoltre semplificare la normativa sull'IVA, ridurre i costi per la registrazione di società, presentare una proposta in tema di insolvenza delle imprese e rendere accessibili attraverso uno sportello digitale unico tutte le informazioni sulle prescrizioni regolamentari. La Commissione lavorerà anche su norme in materia di proprietà intellettuale chiare e favorevoli alle PMI e attuerà le fasi finali necessarie affinché il brevetto unitario diventi, per le società europee - PMI incluse -, una modalità allettante e vantaggiosa di sfruttare al meglio le loro idee.
  • Servizi innovativi - La Commissione elaborerà un'agenda europea per l'economia collaborativa. I nuovi modelli di business apportano vantaggi ai cittadini e alle imprese, contribuendo all'impiego ottimale delle risorse esistenti. Sorgono tuttavia interrogativi riguardo all'idoneità della normativa vigente o se ricorrere invece a nuove norme. Nel contempo è necessario garantire che siano rispettati gli obiettivi di interesse generale, quali la tutela dei consumatori, e le disposizioni in materia di fiscalità e diritto del lavoro.
  • Professionisti - La Commissione migliorerà le opportunità di mobilità transfrontaliera per le imprese e i professionisti. Essa potenzierà il riconoscimento delle qualifiche professionali e faciliterà l'erogazione a livello transfrontaliero di servizi alle imprese, servizi nel settore delle costruzioni e altri servizi che generano crescita. Considerate nel loro insieme, tali azioni agevoleranno l'accesso di imprese e professionisti a nuovi mercati, permettendo loro di crescere e di trasformarsi da piccoli operatori nazionali in grandi attori europei.

A sostegno di quanto esposto, la Commissione lavorerà di concerto con gli Stati membri e gli operatori del mercato per creare una vera cultura del rispetto delle norme del mercato unico. Una particolare attenzione sarà riservata al settore dei servizi e agli appalti pubblici, che sono essenziali per spendere in modo efficiente il denaro dei contribuenti. La Commissione incentiverà il riconoscimento reciproco per offrire maggiori opportunità alle imprese che intendono espandersi a livello transfrontaliero. Essa rafforzerà anche la sorveglianza del mercato nel settore delle merci per impedire ai prodotti non conformi l'ingresso nel mercato dell'UE e proporrà inoltre uno strumento di analisi di mercato che consentirà alla Commissione di raccogliere informazioni complete, attendibili e obiettive da operatori di mercato selezionati al fine di migliorare la capacità della Commissione di monitorare e far rispettare le norme UE nei settori prioritari.

Per ulteriori informazioni

MEMO/15/5910 Un mercato unico più approfondito ed equo:

Comunicazione - Potenziare il mercato unico: maggiori opportunità per i cittadini e le imprese

Documento di lavoro dei servizi della Commissione - Una strategia del mercato unico per l'Europa - Analisi e prove

Relazione sull'integrazione e la competitività dell'UE e dei suoi Stati membri      

Piano di investimenti per l'Europa

Unione dei mercati dei capitali

Mercato unico digitale

Unione dell'energia

Mobilità del lavoro

IP/15/5909

Contatti per la stampa:

Informazioni al pubblico: contattare Europe Direct telefonicamente allo 00 800 67 89 10 11 o per e-mail


Side Bar