Navigation path

Left navigation

Additional tools

Commissione europea - Comunicato stampa

Disoccupazione di lunga durata: l’Europa interviene per aiutare 12 milioni di disoccupati di lunga durata a rientrare nel mondo del lavoro

Bruxelles, le 17 septembre 2015

La Commissione europea propone oggi agli Stati membri una serie di orientamenti per aiutare i disoccupati a rientrare nel mercato del lavoro.

La Commissione europea propone oggi agli Stati membri una serie di orientamenti per aiutare i disoccupati a rientrare nel mercato del lavoro. Dopo il rilancio dell’Iniziativa a favore dell’occupazione giovanile in maggio, questa è un’altra iniziativa concreta nel quadro della più ampia agenda economica e sociale della Commissione Juncker mirante a intensificare la creazione di posti di lavoro, la ripresa economica e l’equità sociale in Europa.

Nella UE, 12 milioni di persone sono disoccupate da più di un anno. Malgrado i segni di ripresa economica e miglioramenti sul mercato del lavoro dell’UE, il loro numero è raddoppiato tra il 2007 ed il 2014 ed è pari a circa la metà del totale dei disoccupati. Il Piano di investimenti per l’Europa ha le potenzialità per creare milioni di nuovi posti di lavoro. Ma anche se vengono creati nuovi posti di lavoro, per i disoccupati di lunga durata è spesso difficile riuscire a rientrare nel mercato del lavoro. Per questo, la proposta di raccomandazione del Consiglio presentata oggi prevede che tutte le persone in cerca di lavoro, disoccupate da più di 12 mesi, sono oggetto di un esame individuale e di un accordo di integrazione nel posto di lavoro che offre loro un piano concreto e personalizzato per tornare al lavoro prima di raggiungere i 18 mesi di disoccupazione.

Marianne Thyssen, Commissaria per l’occupazione, gli affari sociali, le competenze e la mobilità dei lavoratori ha commentato: "La disoccupazione di lunga durata è uno dei problemi più complessi e acuti determinati dalla crisi economica e colpisce più di 12 milioni di persone in Europa. Essa espone una parte crescente della nostra popolazione al rischio di povertà e di esclusione sociale. Dobbiamo fare di tutto per riportare queste persone nel mondo del lavoro. Non possiamo accontentarci di una ripresa economica che abbandona per strada tanti cittadini europei. Sono fiduciosa che la proposta presentata oggi cambierà le cose a loro favore, con il pieno sostegno degli Stati membri e delle parti sociali."

La proposta esamina i servizi offerti ai disoccupati di lunga durata per aiutarli a rientrare nel mondo del lavoro e propone azioni specifiche per potenziare tali servizi. Essa prende le mosse dalle migliori pratiche esperite negli Stati membri.

La proposta si articola in tre fasi principali:

  • incoraggia l’iscrizione dei disoccupati di lunga durata presso un servizio di collocamento;
  • fornisce a ciascun disoccupato di lunga durata iscritto una valutazione individuale approfondita per identificarne esigenze e potenzialità entro e non oltre i primi 18 mesi di disoccupazione;
  • offre un accordo di integrazione nel posto di lavoro a tutti i disoccupati di lunga durata iscritti entro e non oltre i primi 18 mesi di disoccupazione.

Tale accordo di reinserimento nel posto di lavoro consisterà in un piano, tagliato su misura, per ridare lavoro ai disoccupati di lunga durata. A seconda dei servizi esistenti nei vari Stati membri, esso può riguardare: tutoraggio, aiuto nella ricerca di lavoro, corsi di istruzione e formazione permanente nonché aiuti per l’alloggio e per servizi nel campo dei trasporti, dell’infanzia, dell’assistenza sanitaria o del riadattamento. L’accordo dovrebbe essere offerto e posto in atto attraverso un punto di contatto unico per assicurare la continuità e la coerenza del sostegno. Esso dovrebbe anche delineare in modo chiaro i diritti e le responsabilità sia dei disoccupati che delle organizzazioni che erogano un sostegno.

La proposta sollecita inoltre il coinvolgimento attivo dei datori di lavoro tramite partenariati con le autorità pubbliche in modo da accrescere la gamma dei servizi che si possono ricevere, oltre ad offrire loro incentivi finanziari mirati.

Gli Stati membri possono attuare queste raccomandazioni con il sostegno del Fondo sociale europeo..

La proposta della Commissione sarà ora trasmessa al Consiglio per essere discussa e adottata. L’attuazione delle misure caldeggiate nella raccomandazione inizierà non appena gli Stati membri avranno raggiunto un accordo.

Contesto

I disoccupati di lunga durata rappresentano attualmente il 5% della popolazione attiva. La quota dei disoccupati di lunga durata rispetto alla popolazione attiva varia notevolmente tra gli Stati membri e va dall’1,5% in Austria al 19,5% in Grecia.

Quanto più a lungo le persone rimangono escluse dal mercato del lavoro, tanto più difficile è che vengano nuovamente assunte. Dei 12 milioni di disoccupati di lunga durata della UE, più del 60% sono senza lavoro già da più di due anni consecutivi. Ogni anno, una persona su cinque tra quelle in cerca di occupazione si dà per vinta ed entra nel novero delle persone non attive. Ciò comporta un grave rischio di povertà e di esclusione sociale per i disoccupati e le loro famiglie.

Se i disoccupati di lunga durata corrispondono alla metà dei disoccupati complessivi, solo il 20% dei programmi in atto a favore del mercato del lavoro sono loro destinati e in vari Stati membri i disoccupati di lunga durata non hanno accesso a servizi personalizzati. I programmi offerti ai disoccupati di lunga durata spesso non coinvolgono a sufficienza i datori di lavoro. Solo un terzo degli Stati membri coordina l’azione dei servizi di collocamento e dei servizi sociali.

La UE è già intervenuta con iniziative a vario livello:

  • tra l’altro, con raccomandazioni nel quadro del Semestre Europeo, esercizio annuale di coordinamento della politica economica;
  • con il Fondo sociale europeo, i cui beneficiari, nel periodo 2014-2020, saranno per oltre il 10% i disoccupati di lunga durata;
  • con la cooperazione all’interno della rete europea dei servizi pubblici di collocamento finalizzata allo scambio di buone pratiche.

La raccomandazione presentata oggi integrerà e rafforzerà queste attività.

Per ulteriori informazioni

Proposta di raccomandazione del Consiglio sull’integrazione dei disoccupati di lunga durata nel mercato del lavoro

Disoccupazione di lunga durata: Proposta della Commissione per una raccomandazione del Consiglio – Domande più frequenti

Schede per paese: La disoccupazione di lunga durata nella UE

 

DG Occupazione Affari Sociali: Notizie

Spiegare la disoccupazione di lunga durata - Video

Follow Marianne Thyssen e Social Europe su Twitter

Abbonamento gratuito alla newsletter elettronica su occupazione, affari sociali e inclusione della Commissione europea:

IP/15/5565

Contatti per la stampa:

Informazioni al pubblico: contattare Europe Direct telefonicamente allo 00 800 67 89 10 11 o per e-mail


Side Bar