Navigation path

Left navigation

Additional tools

Commissione europea - Comunicato stampa

La Commissione Juncker mobilita un miliardo di euro per i giovani disoccupati

Bruxelles, 04 febbraio 2015

In data odierna la Commissione europea ha proposto di mettere a disposizione sin da quest'anno un miliardo di euro a valere sull'Iniziativa per l'occupazione giovanile. Questo cambiamento aumenterà di ben trenta volte il prefinanziamento che gli Stati membri ricevono per dare impulso all'occupazione giovanile, un'iniziativa che interesserà fino a 650 000 giovani e li aiuterà a trovare più celermente un lavoro.

Valdis Dombrovskis, Vicepresidente della Commissione europea e Commissario responsabile per l'Euro e il dialogo sociale, ha affermato: "Con la proposta odierna la Commissione invia un chiaro segnale del fatto che l'occupazione giovanile continua ad essere ai primi posti della nostra agenda politica. Anticiperemo circa un miliardo di euro per sostenere l'opera degli Stati membri volta ad aiutare i giovani a rientrare nel mondo del lavoro o nel sistema di istruzione o ad ottenere un apprendistato. In tal modo, essi non solo potranno recare il loro contributo all'economia e alla società grazie alle loro competenze e al loro dinamismo, ma acquisteranno di nuovo dignità."

Marianne Thyssen, Commissaria responsabile per l'Occupazione, gli affari sociali, le competenze e la mobilità dei lavoratori, ha commentato: "I nostri giovani hanno bisogno di lavoro e ne hanno bisogno subito. È inaccettabile che attualmente sul mercato del lavoro più di un giovane su cinque non riesca a trovare un posto di lavoro. Rendendo disponibili più celermente maggiori finanziamenti possiamo far rientrare nel mondo del lavoro un maggior numero di giovani: sono determinata a far sì che questo accada."

La prima priorità di questa Commissione è rafforzare la competitività dell'Europa, stimolare gli investimenti e creare posti di lavoro. Il piano di investimento da 315 miliardi di euro può determinare la creazione di milioni di nuovi posti di lavoro, non da ultimo per i giovani. Ma anche se si creano nuovi posti di lavoro è spesso molto difficile per i giovani accedere al mercato del lavoro. Questo è il motivo per cui l'Iniziativa per l'occupazione giovanile (Youth Employment Initiative – YEI) è imperniata essenzialmente sulle modalità per far ritornare i giovani nel mondo del lavoro o nella formazione. Tutti gli Stati membri si sono impegnati a portare avanti la "Garanzia per i Giovani", vale a dire ad offrire ai giovani di meno di 25 anni un'offerta di lavoro, un apprendistato o una formazione qualitativamente validi entro quattro mesi da quando hanno lasciato la scuola o perso il posto di lavoro. L'annuncio odierno contribuirà a tradurre in realtà questa garanzia, in linea con l'impegno formulato dalla Commissione nel suo programma di lavoro per il 2015.

La proposta di oggi accrescerà il tasso di prefinanziamento dell'Iniziativa per l'occupazione giovanile nel suo stanziamento di bilancio per il 2015 portandola dall'1-1,5% fino al 30%. Gli Stati membri che beneficiano di questa iniziativa[1] potrebbero pertanto ricevere un terzo dello stanziamento di 3,2 miliardi di euro subito dopo l'adozione di programmi operativi specifici. Gli Stati membri dovrebbero mettere immediatamente questi finanziamenti a disposizione dei beneficiari sotto forma di acconti per i progetti che verranno monitorati da vicino.

La Commissione ritiene che questo prefinanziamento accelerato potrebbe assicurare un sostegno in tempi brevissimi e interessare tra 350 000 e 650 000 giovani già quest'anno, mentre con l'attuale tasso di prefinanziamento la cifra sarebbe di soli 14 000-22 000 giovani.

Questa proposta legislativa verrà ora discussa dal Parlamento europeo e dal Consiglio, che devono adottarla prima che possa entrare in vigore.

 

Contesto

La proposta della Commissione relativa ad una Garanzia per i Giovani è stata presentata nel dicembre 2012 (cfr. IP/12/1311 e MEMO/12/938), è stata formalmente adottata quale raccomandazione agli Stati membri dal Consiglio dei ministri dell'UE il 22 aprile 2013 (cfr. MEMO/13/152) ed è stata accolta dal Consiglio europeo del giugno 2013. Tutti i 28 Stati membri hanno presentato i loro piani di attuazione della Garanzia per i Giovani (i dettagli sono disponibili qui) e stanno ponendo in atto misure concrete. L'attuazione dei sistemi nazionali della Garanzia per i Giovani è monitorata dalla Commissione nel quadro del Semestre europeo.

Il Fondo sociale europeo, con una dotazione finanziaria complessiva di circa 86 miliardi di euro nel periodo 2014-2020, è una delle principali fonti di finanziamento unionale per attuare la Garanzia per i Giovani.

Per integrare il Fondo sociale europeo negli Stati membri che presentano regioni in cui la disoccupazione giovanile supera il 25%, il Parlamento europeo ed il Consiglio hanno concordato di avviare una specifica Iniziativa per l'occupazione giovanile (YEI). I finanziamenti per la YEI comprendono uno stanziamento specifico di 3,2 miliardi di euro a valere su una linea di bilancio unionale dedicata (anticipata al 2014-15) cui fanno da contraltare almeno 3,2 miliardi di euro provenienti dagli stanziamenti del Fondo sociale europeo per i rispettivi Stati membri.

La YEI integra il Fondo sociale europeo ai fini dell'attuazione della Garanzia per i Giovani finanziando attività volte ad aiutare direttamente i giovani che sono disoccupati e al di fuori di ogni ciclo di istruzione e formazione (NEET) fino ai 25 anni di età o, se gli Stati membri lo ritengono opportuno, fino ai 30 anni. I finanziamenti dell'Iniziativa per l'occupazione giovanile possono essere usati per sostenere attività, come ad esempio una prima esperienza lavorativa, offerte di tirocini e di apprendistati, iniziative di istruzione e formazione permanente, sostegno all'avvio di imprese per i giovani imprenditori, programmi della seconda opportunità per coloro che hanno abbandonato precocemente la scuola e sussidi mirati per integrare i salari e le assunzioni.

L'attuazione accelerata della Garanzia per i Giovani è considerata una priorità fondamentale negli orientamenti politici del presidente Juncker.

Per ulteriori informazioni

Proposta legislativa sull'Iniziativa per l'occupazione giovanile

Nuovo articolo sul sito web della DG Occupazione

Memo: Dati chiave sulla Garanzia per i Giovani dell'UE

Memo: Domande & risposte: prefinanziamento accelerato dell'Iniziativa a favore dell'occupazione giovanile

Iniziativa per l'occupazione giovanile: mappa dei finanziamenti

Infografica: l'Iniziativa per l'occupazione giovanile

Scheda informativa: la Garanzia per i Giovani - Tradurla nella pratica

Scheda informativa: Affrontare la disoccupazione giovanile nell'UE

Seguite la commissaria Marianne Thyssen su twitter

Seguite il vicepresidente Valdis Dombrovskis su twitter

Per abbonarsi gratuitamente alla newsletter della Commissione europea su occupazione, affari sociali e inclusione


[1]Belgio, Bulgaria, Croazia, Cipro, Repubblica ceca, Francia, Grecia, Ungheria, Irlanda, Italia, Lettonia, Lituania, Polonia, Portogallo, Romania, Slovacchia, Slovenia, Spagna, Svezia, Regno Unito.

IP/15/4100

Contatti per la stampa

Informazioni al pubblico:


Side Bar