Navigation path

Left navigation

Additional tools

Commissione europea

Comunicato stampa

Bruxelles, 5 settembre 2014

Saranno 20 milioni le persone che accederanno gratuitamente a siti del patrimonio in occasione delle giornate europee del Patrimonio

Durante tutto il mese di settembre, nel corso dell'annuale edizione delle giornate europee del Patrimonio, milioni di persone potranno accedere gratuitamente, in 50 paesi, a migliaia di siti storici e culturali, molti dei quali di solito chiusi al pubblico. Iniziativa congiunta della Commissione europea e del Consiglio d'Europa, le giornate europee del Patrimonio godono del sostegno di organizzatori a livello nazionale e locale.

Androulla Vassiliou, Commissario europeo responsabile per l'Istruzione, la cultura, il multilinguismo e la gioventù, ha affermato: "Le giornate europee del Patrimonio costituiscono un'iniziativa estremamente popolare, di cui usufruiscono persone di ogni fascia d'età. Secondo le nostre previsioni, quest'anno oltre 20 milioni di persone in Europa, tra adulti e bambini, sfrutteranno la possibilità di accedere gratuitamente a un gran numero di siti del patrimonio. Spesso manca la consapevolezza dei tanti tesori che si nascondono dietro l'angolo. Invito tutti a sfruttare al meglio le giornate europee del Patrimonio e a verificare le iniziative in programma nella loro regione o in luoghi più lontani. Questa iniziativa, oltre ad avere ricadute positive per le collettività locali in termini di incremento delle visite e del turismo, è anche un ottimo modo per assicurare la conservazione e la tutela del nostro comune patrimonio europeo a favore delle generazioni future."

Gabriella Battaini-Dragoni, vicesegretario generale del Consiglio d'Europa, ha aggiunto: "Il successo delle giornate europee del Patrimonio dipende dall'impegno di amministrazioni comunali e regionali, organizzazioni e volontari. Ogni anno le collettività in tutta Europa entrano a far parte di una 'famiglia culturale' che celebra il proprio ricchissimo patrimonio culturale."

È vasto il ventaglio dei luoghi di interesse e dei siti visitabili nel corso delle giornate europee del Patrimonio. Ad esempio, in Irlanda è possibile assistere all'adattamento per il teatro delle marionette della fiaba di "Riccioli d'oro", mentre in Finlandia i visitatori potranno seguire un percorso dedicato alla storia dell'estrazione dell'oro. In Norvegia potranno scoprire la storia dell'industria della pesca, fatta di porti pittoreschi, da un lato, e da grandi flotte di pescherecci da traino, dall'altro; in Spagna i visitatori potranno passeggiare nei patios di Córdoba o accedere ai mulini dell'isola di Mallorca, mentre in Belgio nell'"Enclos des Fusillés" potranno rendere omaggio alle vittime che si sono sacrificate per la libertà pagando con la vita.

Il portale dedicato alle giornate europee del Patrimonio, oltre a fornire informazioni di tipo locale, fornisce informazioni sulle manifestazioni organizzate in tutto il continente.

Contesto

Inaugurate nel 1985, le giornate europee del Patrimonio sono organizzate dal 1999 come iniziativa congiunta della Commissione e del Consiglio d'Europa. Alle giornate europee del Patrimonio partecipano i 50 paesi firmatari della Convenzione culturale europea. Gli eventi, organizzati nel corso della manifestazione che dura un intero mese, sono una vetrina dell'architettura e dell'arte, delle tradizioni e delle competenze locali e servono anche a promuovere la comprensione reciproca tra i cittadini europei.

Il patrimonio culturale costituisce una priorità di Europa creativa, il nuovo programma dell'UE a favore dei settori culturali e creativi. Il programma "Europa creativa" e il Consiglio d'Europa sostengono le giornate europee del Patrimonio con un finanziamento di 200 000 EUR ciascuno. La maggior parte degli eventi è finanziata con fondi nazionali o regionali.

Per ulteriori informazioni

Consiglio d'Europa: Giornate europee del Patrimonio

Commissione europea: Giornate europee del Patrimonio

Androulla Vassiliou su Twitter @VassiliouEU

Contatti:

Dennis Abbott (+32 2 295 92 58); Twitter: @DennisAbbott

Dina Avraam (+32 2 295 96 67)

Contatti al Consiglio d'Europa:

Madelena Grossmann (+33 0 3 88 41 22 03) - Responsabile del programma "Giornate europee del Patrimonio", Direzione generale II – Democrazia

Giuseppe Zaffuto (+33 0 3 90 21 56 04) – Addetto ai media


Side Bar