Navigation path

Left navigation

Additional tools

Prodotti ittici targati UE - La Commissaria Damanaki sostiene gli acquacoltori europei presenti a Seafood EXPO Global 2014 Per ulteriori informazioni

European Commission - IP/14/522   07/05/2014

Other available languages: EN FR DE DA ES NL SV PT FI EL CS ET HU LT LV MT PL SK SL BG RO HR

Commissione europea

Comunicato stampa

Bruxelles, 7 maggio 2014

Prodotti ittici targati UE - La Commissaria Damanaki sostiene gli acquacoltori europei presenti a Seafood EXPO Global 2014

L'acquacoltura è sana e può contribuire a porre freno alla pesca eccessiva e a proteggere gli stock di pesce selvatico. Questo è il messaggio che Maria Damanaki, Commissaria europea per gli Affari marittimi e la pesca, diffonderà oggi a Bruxelles durante un evento speciale nel quadro di Seafood Expo Global.

Nel corso dell'evento - che fa parte dell'iniziativa "Inseparabili" lanciata dalla Commissione per promuovere prodotti ittici sostenibili - la Commissaria Damanaki metterà in evidenza le caratteristiche specifiche dell'acquacoltura (o itticoltura) europea, uno dei settori alimentari in più rapida crescita su scala mondiale: "Con l'aumento della popolazione mondiale, aumenta anche la domanda di pesce. Senza acquacoltura non avremmo pesce a sufficienza da mangiare e la sostenibilità a lungo termine dei nostri stock ittici selvatici sarebbe a rischio. Freschi, locali e sani, i prodotti ittici allevati nell'UE soddisfano la richiesta di standard elevati proveniente dai consumatori - e hanno un gusto squisito."

Nel quadro della riforma della politica comune della pesca, l'UE si è impegnata a sostenere ulteriormente il settore dell'acquacoltura. Una recente serie di orientamenti contiene le priorità comuni e gli obiettivi generali fissati per il settore dell'acquacoltura europea, che includono il miglioramento dell'accesso allo spazio e all'acqua, mantenendo elevati standard sanitari e ambientali, riducendo gli oneri amministrativi e aumentando la competitività. Il sostegno finanziario per conseguire questi obiettivi sarà messo a disposizione attraverso il nuovo Fondo europeo per gli affari marittimi e la pesca, e verranno finanziate anche attività di ricerca per facilitare lo sviluppo sostenibile dell'acquacoltura europea.

Alla commissaria Damanaki si affiancheranno due cuochi d'eccellenza, l'italiano Gianfranco Vissani e il britannico Kevin MacGillivray. Nel corso dell'anno un progetto scolastico gestito dall'UE contribuirà a creare ancora maggior consapevolezza circa i benefici di un'alimentazione ricca di pesci d'allevamento.

Contesto

L'acquacoltura, conosciuta anche come itticoltura, è l'allevamento di animali di mare e di acqua dolce e di piante. Praticata in tutta Europa, produce molte specie di pesci, molluschi, crostacei e alghe utilizzando diversi metodi - da quelli tradizionali quali corde, reti e vasche, a quelli più sofisticati che utilizzano sistemi di ricircolo idrico.

Circa la metà della produzione dell'UE è costituita da molluschi (i mitili e le ostriche sono le specie più amate) insieme a pesci marini (salmone, orata, spigola) e pesci di acqua dolce (trota e carpa). La normativa rigorosa dell'Unione europea in materia di igiene e tutela dei consumatori - che si applica anche ai pesci selvatici e di allevamento - garantisce che sulle nostre tavole possano arrivare solo prodotti sicuri e sani.

L'UE importa il 68% dei prodotti ittici destinati al consumo, mentre solo il 10% di ciò che consuma è allevato sul suo territorio. Mangiando pesci allevati localmente dipenderemo meno dalle importazioni estere e avremo accesso a prodotti freschissimi. Più di 80 000 persone sono già direttamente impiegate nel settore europeo dell'acquacoltura e si prevede che questa cifra aumenterà in quanto la quota di prodotti ittici che consumiamo e che proviene dagli acquacoltori dell'UE è in costante aumento.

Il Seafood Expo Global di Bruxelles, che si terrà al parco esposizioni di Heysel dal 6 all'8 maggio, è il più grande evento al mondo nel settore del commercio di prodotti ittici e riunisce oltre 1 600 espositori provenienti da più di 70 paesi. La Commissione europea partecipa con un proprio stand (padiglione 7, stand 1411) dove i membri del pubblico e la stampa avranno l'opportunità di incontrare esperti e discutere dei tanti argomenti che riguardano la pesca e gli affari marittimi.

Per ulteriori informazioni

Campagna "Inseparabili" – Prodotti ittici allevati nell'UE:

http://ec.europa.eu/fisheries/inseparable/en/farmed-eu

MEMO/14/335

Contatti

Helen Banner (+32 2 295 24 07) - Lone Mikkelsen (+32 2 296 05 67)

Per il pubblico: contattare Europe Direct telefonicamente 00 800 6 7 8 9 10 11 o per e­mail


Side Bar

My account

Manage your searches and email notifications


Help us improve our website