Chemin de navigation

Left navigation

Additional tools

Autres langues disponibles: FR EN DE ES SV FI

Commissione europea

Comunicato stampa

Bruxelles, 5 maggio 2014

Robin, il robot che si prende cura di nonna Lea, una signora italiana di 94 anni

Video

Ormai 94enne, nonna Lea non poteva più vivere da sola, ma di lasciare la sua casa non voleva sentirne parlare: una situazione comune a molte persone anziane, nelle nostre società che invecchiano. Ma grazie alla robotica c'è una soluzione sicura e a poco prezzo. Un gruppo di ricercatori finanziati dall'UE (@giraffplus) ha sviluppato il sistema GiraffPlus: un robot assiste gli anziani a casa loro, si occupa di metterli in contatto con i familiari, gli amici e gli operatori sanitari, mentre dispositivi indossabili e sensori collocati in tutta la casa ne tengono sott'occhio la salute e l'attività. Il sistema dovrebbe essere messo in commercio entro la fine del 2015. Secondo le stime, il mercato UE dei robot e dei dispositivi di assistenza agli anziani dovrebbe raggiungere i 13 miliardi di euro entro il 2016.

"Debbo precisare a chi me lo ha chiesto del perché io non accetto di vivere a casa di mia figlia Vilma che con me è tanto premurosa e che ne sarebbe felice, ma sono io che non voglio gravarla della mia presenza, ora che è diventata nonna e che i suoi impegni si sono moltiplicati [...] ma con questo valido Assistente che ho chiamato Mister Robin, ora sarò più serena non solo io, ma anche i miei figli e nipoti negli imprecisati anni che avrò da vivere ancora" spiega la 94enne Lea Mina Ralli, alias "nonna Lea", che utilizza il sistema GiraffPlus da 5 mesi e spesso scrive di "Mister Robin" sul suo blog (in italiano).

Il progetto GiraffPlus, in cui sono stati investiti 3 milioni di euro di finanziamenti, mira a testare in che modo i robot e altri dispositivi potrebbero aiutare le persone anziane a vivere una vita più sicura e più indipendente. Il sistema si compone di un robot e di sensori. I sensori sono progettati in modo da rilevare attività quali cucinare, dormire o guardare la televisione e da monitorare la salute dell'anziano (ad es. pressione sanguigna e glicemia). Il sistema consente quindi a coloro che assistono la persona anziana di monitorarne a distanza il benessere e di intervenire in caso di caduta. Il robot perlustra la casa e permette ai familiari, agli amici e a coloro che lo assistono di visitare virtualmente l'anziano.

La generazione d'argento e l'economia

@NeelieKroesEU, Vicepresidente e Commissaria responsabile per l'agenda digitale, ha dichiarato: "L'età avanza per tutti, e tutti vogliamo essere certi che invecchiando non perderemo dignità, rispetto e indipendenza. L'UE investe in nuove tecnologie che possono aiutare la generazione d'argento, così che possiamo dare vita ai nostri anni, oltre che anni alla nostra vita!"

Gli europei di più di 65 anni dispongono di un reddito di oltre 3 000 miliardi di euro, e gran parte di questa somma sarà reinvestita nel settore dell'assistenza. Secondo Stephen Von Rump, amministratore delegato di Giraff Technologies AB, il mercato UE dei robot e di altri dispositivi di assistenza agli anziani raggiungerà i 13 miliardi di euro entro il 2016.

"Entro la fine del 2014 GiraffPlus sarà installato in 15 abitazioni", ha dichiarato Amy Loutfi, coordinatrice del progetto, con sede all'Università di Örebro in Svezia. "Finora il sistema è presente in sei case in Europa (due rispettivamente in Spagna, Svezia e Italia), i cui abitanti vivono con il sistema GiraffPlus. Attualmente siamo in fase di valutazione, ma constatiamo che alcuni aspetti del sistema sono giudicati in modo diverso dai diversi utilizzatori. Questo dimostra che un approccio generale alle tecnologie a domicilio non è necessariamente il migliore, e che la tecnologia dovrebbe essere adattabile e mirata alle esigenze degli utenti."

Secondo gli attuali piani il sistema dovrebbe essere messo in commercio il prossimo anno. È previsto il pagamento di una somma iniziale e di un abbonamento mensile che lo renderà competitivo se confrontato con i costi crescenti dell'assistenza a tempo pieno.

Il consorzio GiraffPlus comprende partner pubblici e privati di Italia, Portogallo, Slovenia, Spagna, Svezia e Regno Unito.

Filmati su EBS

Contesto

La Commissione europea sostiene con forza l'indipendenza degli anziani mediante l'uso delle nuove tecnologie, tra cui la robotica, nel quadro della strategia dell'Agenda digitale (@DigitalAgendaEU). Oltre al nuovo programma di ricerca e innovazione Orizzonte 2020 (#H2020), due importanti iniziative mirano a promuovere la commercializzazione delle nuove tecnologie, la loro diffusione nelle case e la loro integrazione nei sistemi di assistenza sociale e sanitaria.

Il programma comune a sostegno di una vita attiva e autonoma ((@AAL_JP), è un'iniziativa promossa dagli Stati membri dell'UE in materia di ricerca applicata su prodotti e servizi delle TIC per invecchiare bene. Il programma, che dal 2008 ha consentito di finanziare oltre un centinaio di progetti, dovrebbe proseguire nel quadro di H2020: sono previsti 25 milioni di euro di finanziamenti dell'UE nel 2014 e lo stesso importo anche nel 2015.

Il partenariato europeo per l'innovazione sull'invecchiamento attivo e in buona salute (@EIP_AHA) è un partenariato multipartecipativo inteso a mettere a punto a livello europeo tecnologie innovative basate sulle TIC per l'invecchiamento attivo e in buona salute e a rimuovere gli ostacoli che ne impediscono l'impiego. Uno dei sei gruppi d'azione previsti dal partenariato riguarda l'indipendenza degli anziani, mentre altri si occupano di questioni correlate, quali la prevenzione e l'intervento tempestivo in caso di cadute, comunità e ambienti a misura di anziano.

Sono disponibili maggiori informazioni su standards per i robot assistenti e l'etica dei robot.

Finanziamenti disponibili nel quadro di Orizzonte 2020

Grazie a Orizzonte 2020 (#H2020) potrà essere finanziato un maggior numero di progetti sull'indipendenza degli anziani, tra cui anche progetti di robotica. Uno degli aspetti principali della prima sfida della società: sanità, cambiamenti demografici e benessere è "la personalizzazione della salute e delle cure" (PHC). Queste misure sono soprattutto destinate a sostenere l'emancipazione dei cittadini grazie all'autogestione della salute e della malattia, la promozione della salute e la prevenzione delle malattie.

Per gli inviti a progetti in materia di PHC è disponibile un bilancio di 549,3 milioni di euro per il 2014 e 537 milioni di euro per il 2015. Due sfide riguardano espressamente la robotica (PHC 10-2014 e PHC 19-2014) e altre due sono dedicate alle soluzioni TIC per l'indipendenza degli anziani (PHC 20-2014 –, PHC 21-2015).

Sono disponibili maggiori informazioni sul sostegno dell'UE per invecchiare bene grazie alle TIC.

Sono disponibili maggiori informazioni sul sostegno dell'UE per la robotica (@RoboticsEU) e sul partenariato pubblico-privato nel settore della robotica tra la Commissione europea e i ricercatori e le imprese che si occupano di robotica per promuovere la ricerca e l'innovazione in questo settore strategico e sulle possibilità di finanziamento per il periodo 2014-2015 (ICT-23-2014 e ICT-24-2015 che sarà pubblicato il 15 ottobre 2014, da confermare).

Contatti

e-mail: comm-kroes@ec.europa.eu Tel.: +32.229-57361 Twitter: @RyanHeathEU


Side Bar

Mon compte

Gérez vos recherches et notifications par email


Aidez-nous à améliorer ce site