Navigation path

Left navigation

Additional tools

Other available languages: EN FR DE ES EL PL

commissione europea

Comunicato stampa

Bruxelles, 7 aprile 2014

Massimizzare l'impatto della diplomazia culturale nella politica esterna dell'UE

In che modo l'Unione europea e i suoi Stati membri possono massimizzare l'impatto della cultura nell'ambito della politica esterna? A ndroulla Vassiliou, Commissaria responsabile per l'Istruzione, la cultura, il multilinguismo e la gioventù, ha affrontato oggi la questione in occasione di una riunione cui hanno partecipato decisori politici, rappresentanti di organizzazioni culturali, del mondo dell'arte ed accademico provenienti da 54 paesi europei ed extraeuropei (cfr. più sotto l'elenco). Essi discuteranno le raccomandazioni proposte da esperti le quali potrebbero costituire la base di una nuova strategia dell'UE sul ruolo della cultura nelle relazioni esterne dell'UE. La proposta fa seguito a un'iniziativa pilota avviata dal Parlamento europeo e condotta dalla Commissione europea in cooperazione con esperti del Goethe Institut e di altre organizzazioni culturali. Pierre Vimont, segretario generale esecutivo del Servizio europeo per l'azione esterna, Morten Løkkegaard, vicepresidente della commissione per la cultura e l'istruzione del Parlamento europeo, prenderanno anch'essi la parola nella discussione odierna che sfocerà in raccomandazioni finali da pubblicarsi nelle prossime settimane.

Androulla Vassiliou, Commissaria responsabile per l'Istruzione, la cultura, il multilinguismo e la gioventù, ha affermato: "La cultura è un elemento essenziale della nostra identità europea comune e contribuisce a rinsaldare i nostri valori condivisi come il rispetto per i diritti umani, per la diversità e per la parità. La diplomazia culturale è un'opportunità per condividere questi valori e la nostra cultura europea con altri paesi. Sviluppare un ruolo più attivo e più dinamico della cultura europea sulla scena internazionale è una delle mie principali priorità. Usato in modo intelligente questo "soft power" può andare a vantaggio dell'UE e dei suoi Stati membri nelle loro relazioni con gli altri paesi del mondo."

L'iniziativa pilota intende promuovere una migliore cooperazione tra gli Stati membri e massimizzare il valore aggiunto della diplomazia culturale europea. Una più stretta cooperazione tra gli istituti culturali e la società civile, i partenariati tra le città e la creazione di "punti nodali della creatività" in paesi quali la Cina e il Brasile sono tra le idee che vengono discusse nell'ambito delle consultazioni cui partecipano la Commissione e i il mondo della cultura. Nell'ambito della riunione si discuterà anche il modo migliore per aiutare gli artisti, i produttori e le imprese a penetrare su nuovi mercati al di fuori dell'UE.

La riunione odierna si svolge al Palais des beaux-arts ("Bozar") a Bruxelles.

I prossimi passi

La relazione e le raccomandazioni, che comprenderanno anche le idee emerse nel corso della conferenza, verranno discusse con gli Stati membri nell'ambito delle Presidenze greca e italiana dell'UE.

Contesto

La cultura, in quanto componente essenziale delle relazioni esterne, sulla base della Agenda europea per la cultura è a partire dal 2007 uno dei tre obiettivi strategici della Commissione e degli Stati membri assieme alla diversità culturale e al dialogo interculturale nonché alla cultura quale catalizzatore della creatività.

Oltre ai 28 Stati membri dell'UE a questa iniziativa partecipano i seguenti paesi partner:

  • I 16 paesi oggetto della politica di vicinato dell'UE:  Algeria, Armenia, Azerbaijan, Bielorussia, Egitto, Georgia, Israele, Giordania, Libano, Libia, Moldova, Marocco, Territori palestinesi occupati, Siria, Tunisia e Ucraina;

  • i 10 partner strategici dell'UE: Brasile, Canada, Cina, India, Giappone, Messico, Russia, Sudafrica, Corea del Sud e Stati Uniti d'America

Tra gli istituti culturali partecipanti vi sono:

Il Goethe-Institut, Bruxelles

BOZAR, Centro di belle arti, Bruxelles

Il British Council, Bruxelles

Il Centro culturale danese, Bruxelles

La Fondazione europea per la cultura (ECF)

IFA Institut fur Auslandsbeziehungen

L'Institut français, Parigi

KEA European Affairs

Per ulteriori informazioni

Commissione europea: Cultura e cultura nelle relazioni esterne

Commissione europea: Istruzione e formazione

Sito web di Androulla Vassiliou

Linkedin: Cultura nelle relazioni esterne

Facebook: Cultura nelle relazioni esterne e Europa creativa

Twitter: @VassiliouEU e @Cultextrel

Persone da contattare:

Dennis Abbott (+32 2 295 92 58); Twitter: @DennisAbbott

Dina Avraam (+32 2 295 96 67)


Side Bar

My account

Manage your searches and email notifications


Help us improve our website