Navigation path

Left navigation

Additional tools

Commissione europea

Comunicato stampa

Bruxelles, 2 aprile 2014

Il presidente Barroso annuncia che sette commissari si candideranno alle elezioni del Parlamento europeo e illustra gli accordi di lavoro per la durata della campagna elettorale

Oggi il presidente della Commissione Barroso ha annunciato che sette commissari si presenteranno alle elezioni e che sei di essi prenderanno un congedo elettorale dalle loro mansioni per poter partecipare attivamente alla campagna elettorale.

I seguenti membri della Commissione hanno informato il presidente dell'intenzione di partecipare attivamente alla campagna elettorale per il Parlamento europeo:

la vicepresidente Reding, responsabile della Giustizia, dei diritti fondamentali e della cittadinanza;

il vicepresidente Antonio Tajani, responsabile dell'Industria e dell'imprenditoria;

il vicepresidente Šefčovič, responsabile delle Relazioni interistituzionali e dell'amministrazione;

il vicepresidente Rehn, responsabile degli Affari economici e monetari e dell'euro:

il commissario Lewandowski, responsabile della Programmazione finanziaria e del bilancio;

il commissario Mimica, responsabile della Politica dei consumatori.

Il presidente ha deciso di concedere un congedo elettorale a tali commissari tra il 19 aprile e il 25 maggio, ad eccezione del vicepresidente Rehn il cui congedo elettorale avrà inizio il 7 aprile. Come previsto nel codice di condotta, il congedo non è retribuito e, durante questo periodo, i commissari non possono utilizzare materiale o risorse umane della Commissione. Tutti i commissari in congedo elettorale riprenderanno il servizio attivo presso la Commissione dal 26 maggio. Se eletti, coloro che decideranno di sedere al Parlamento europeo dovranno dimettersi dalla Commissione entro la fine di giugno.

Il presidente Barroso ha inoltre deciso chi sarà temporaneamente responsabile a livello politico dei portafogli dei commissari in congedo elettorale, ossia:

il presidente assumerà il portafoglio del vicepresidente Šefčovič, responsabile delle Relazioni interistituzionali e dell'amministrazione

il vicepresidente Kallas assumerà il portafoglio del vicepresidente Rehn, responsabile degli Affari economici e monetari e dell'euro;

il commissario Piebalgs assumerà il portafoglio del commissario Lewandowski, responsabile della Programmazione finanziaria e il bilancio

il commissario Hahn assumerà il portafoglio della vicepresidente Reding, responsabile della Giustizia, dei diritti fondamentali e della cittadinanza

il commissario Barnier assumerà il portafoglio del vicepresidente Tajani, responsabile dell'Industria e dell'imprenditoria

il commissario Andor assumerà il portafoglio del portafoglio del commissario Mimica, responsabile della Politica dei consumatori.

Durante il periodo di congedo elettorale, i gabinetti e i servizi dei commissari in aspettativa riferiranno e risponderanno ai commissari che assumono temporaneamente la responsabilità del portafoglio del loro attuale commissario.

Il codice di condotta dei commissari prevede anche i casi in cui un commissario si candidi ma non partecipi attivamente alla campagna ("il presidente decide, tenendo conto delle particolari circostanze... in merito alla compatibilità della partecipazione prevista alla campagna elettorale con l'esercizio delle funzioni di membro della Commissione"). È il caso del commissario De Gucht, responsabile del commercio. Karel de Gucht ha assicurato che non parteciperà attivamente alla campagna e che desidera continuare ad esercitare le funzioni di commissario. Ha dichiarato pubblicamente che non accetterà il mandato al Parlamento europeo se dovesse essere eletto.

Come previsto nell'accordo quadro tra il Parlamento europeo e la Commissione (GU L 304 del 20 novembre 2010), il presidente Barroso ha informato il presidente del Parlamento europeo delle proprie decisioni in ordine al congedo elettorale. Anche la presidenza del Consiglio dei ministri è stata informata.

Contesto generale:

Tra il 22 e il 25 maggio tutti i cittadini dell'UE voteranno per un nuovo Parlamento europeo.

Come previsto dal codice di condotta dei commissari (C (2011) 2904), i commissari "possono essere politicamente attivi". Qualora decidano di presentarsi alle elezioni, "informano il presidente della loro intenzione di partecipare alla campagna elettorale e del ruolo che prevedono di svolgervi. Se intendono svolgere un ruolo attivo nella campagna elettorale, devono astenersi dal partecipare ai lavori della Commissione per l'intero periodo di partecipazione attiva e almeno per la durata della campagna elettorale".

Codice di condotta per i commissari:

http://ec.europa.eu/commission_2010-2014/pdf/code_conduct_en.pdf

Contatti:

Pia Ahrenkilde Hansen (+32 2 295 30 70)

Natasja Bohez Rubiano (+32 2 296 64 70)

Per il pubblico: contattare Europe Direct telefonicamente allo 00 800 6 7 8 9 10 11 o per e­mail


Side Bar

My account

Manage your searches and email notifications


Help us improve our website