Navigation path

Left navigation

Additional tools

Elezioni europee più democratiche e con maggiore partecipazione: si sta preparando il terreno, secondo due relazioni della Commissione

European Commission - IP/14/321   27/03/2014

Other available languages: EN FR DE DA ES NL SV PT FI EL CS ET HU LT LV MT PL SK SL BG RO HR

Commissione europea

Comunicato stampa

Bruxelles, addì 27 marzo 2014

Elezioni europee più democratiche e con maggiore partecipazione: si sta preparando il terreno, secondo due relazioni della Commissione

A due mesi dalle elezioni del Parlamento europeo, la Commissione ha pubblicato due nuove relazioni che offrono una rassegna delle misure decisive adottate per rendere queste elezioni ancora più democratiche e ravvicinare la politica europea al cittadino. La prima relazione analizza le risposte di Stati membri e partiti politici alle raccomandazioni formulate dalla Commissione l'anno scorso (IP/13/215) per aumentare la trasparenza e la legittimità democratica delle elezioni europee. Una raccomandazione fondamentale era rivolta ai partiti politici europei affinché designassero i rispettivi candidati alla presidenza della Commissione. Nella seconda relazione la Commissione esamina il nuovo strumento di comunicazione, ossia i "Dialoghi con i cittadini" che la Commissione ha sviluppato negli ultimi 18 mesi per informare, ripristinare la fiducia nelle istituzioni europee e nazionali e sensibilizzare i cittadini al peso della loro voce nell'UE. La pubblicazione delle due relazioni coincide con il dialogo paneuropeo tra cittadini che si tiene oggi a Bruxelles, in cui si incontrano più di 150 cittadini provenienti da tutta Europa (IP/14/295).

"Queste elezioni devono essere autenticamente europee. I cittadini devono sapere che la loro scelta si inserisce nel grande scacchiere dell'Europa. Per la prima volta nella storia dell'integrazione europea, si è creato un dibattito intorno a candidati chiaramente designati alla presidenza della Commissione. Nasce una vera e propria democrazia europea." Così si è espressa la vicepresidente Viviane Reding, Commissaria per la Giustizia, i diritti fondamentali e la cittadinanza. "Ma la democrazia non si esercita solo nel giorno delle elezioni; vive nel dibattito con la gente a livello locale sul futuro dell'Europa, ogni giorno, tutto l'anno. Negli oltre 50 Dialoghi in ciascuno Stato membro dell'UE abbiamo incontrato una profonda sete di discussione sui temi europei, faccia a faccia con i politici. In Europa abbiamo bisogno di parlare tra di noi, non su di noi."

Preparare il terreno alle elezioni europee

Sono stati più di 50 i Dialoghi in tutti gli Stati membri (cfr. allegato 2), cui hanno partecipato 22 Commissari europei, di solito insieme a deputati del Parlamento europeo, politici nazionali, regionali o locali.

Più di 16 000 cittadini hanno partecipato ai Dialoghi, e si è arrivati a punte di 150 000 grazie alle dirette dei siti web e ai media sociali. Erano eventi a porte aperte, tutti gli interessati potevano entrare nel dibattito. Quello di oggi è il Dialogo paneuropeo finale con i cittadini, si tiene a Bruxelles con il presidente José Manuel Barroso e dieci Commissari europei, e raggruppa partecipanti dei Dialoghi precedenti provenienti da tutta l'Europa (segui in linea il dialogo qui)

Nella relazione pubblicata oggi sui Dialoghi risulta che proprio questi hanno contribuito in modo sostanziale a dare alla politica dell'UE un volto umano. Il formato ha iniziato ad attecchire negli Stati membri: in paesi come la Germania, la Bulgaria e l'Irlanda i politici nazionali hanno avviato dialoghi in proprio.

Questi Dialoghi aperti con politici europei, nazionali e locali si sono dimostrati uno strumento insostituibile per stabilire un contatto diretto con i cittadini e fanno parte dei preparativi della Commissione europea alle elezioni europee di maggio. Hanno avviato un dibattito in cui i cittadini possono rivolgere direttamente a politici europei e nazionali domande sul futuro dell'Unione e delle politiche unionali; sono quindi diventati via via vere e proprie manifestazioni europee, che hanno contribuito allo sviluppo di uno spazio pubblico europeo.

La necessità dei dialoghi è confermata dai cittadini: oggi, due europei su tre ritengono di non riuscire a farsi sentire (cfr. allegato 4) e nei Dialoghi con i cittadini quasi 9 su 10 partecipanti (l'88%) hanno espresso chiaramente il desiderio di partecipare ad altri dialoghi simili (cfr. allegato 5).

Per completare le suddette iniziative, questa settimana esce un manuale sui principali diritti dei cittadini dell'UE: "Did you know: 10 EU rights at a glance" come annunciato nella relazione 2013 sulla cittadinanza dell'Unione (2013 EU Citizenship Report). Il manuale comprende informazioni sul diritto di partecipare al processo decisionale dell'UE, comprese le elezioni europee.

Questa volta si cambia

Il 12 marzo 2013 la Commissione ha adottato una raccomandazione in cui invitava i partiti politici europei a designare il proprio candidato alla presidenza della Commissione e li esortava a mettere in evidenza le rispettive affiliazioni con i partiti politici europei. Ad un anno di distanza, sei partiti politici europei hanno reso noti i rispettivi candidati e prevedono di sensibilizzare i cittadini ai rispettivi programmi. Elevare il livello politico delle elezioni con candidati prestigiosi ha ricevuto ampio sostegno tra i cittadini - l'ultimo sondaggio Eurobarometro "Futuro dell'Europa", pubblicato questa settimana, indica che sette europei su dieci si spingono fino ad affermare che il presidente della Commissione dovrebbe essere eletto direttamente dai cittadini dell'UE (cfr. allegato 3).

Grazie all'azione della Commissione, gli Stati membri hanno recepito rapidamente le norme dell'UE (direttiva (UE) 2013/1) intese ad agevolare l'eleggibilità dei cittadini nei rispettivi Stati membri di residenza (IP/14/87). Tutti gli Stati membri hanno adottato le misure di recepimento e tutti tranne uno (Repubblica ceca cfr. MEMO/14/241) ne hanno già dato notifica alla Commissione.

Restano alcune sfide: l'esortazione della Commissione a concordare un'unica data per le elezioni in tutta Europa e l'invito che ha rivolto ai partiti politici di indicare le rispettive affiliazioni ai partiti europei non hanno avuto molto seguito finora. Per quanto riguarda le affiliazioni, in diversi Stati membri la normativa elettorale non consente di indicare i nomi né i simboli dei partiti politici europei sulle schede elettorali (cfr. allegato 1).

La Commissione redigerà una relazione completa sull'attuazione delle raccomandazioni dopo le elezioni europee.

Altre informazioni

Relazione sulla raccomandazione relativa alle elezioni europee

http://ec.europa.eu/justice/newsroom/citizen/news/140327_en.htm

Relazione sui dialoghi con i cittadini

http://ec.europa.eu/debate-future-europe/citizens-dialogues/belgium/brussels3/index_en.htm

Tabella on line sull'attuazione della raccomandazione della Commissione relativa alle elezioni europee

http://ec.europa.eu/justice/citizen/voting-rights/index_en.htm

Altre informazioni sui Dialoghi con i cittadini e il dibattito sul futuro dell'Europa

http://ec.europa.eu/debate-future-europe/index_it.htm

Dibattito sul futuro dell'Europa:

http://ec.europa.eu/public_opinion/archives/eb_special_419_400_en.htm#413

Sito web della vicepresidente Vivian Reding: ec.europa.eu/reding

La vicepresidente Reding su Twitter @VivianeRedingEU

Contatti:

Mina Andreeva (+32 2 299 13 82)

Natasha Bertaud (+32 2 296 74 56)

Per il pubblico: contattare Europe Direct telefonicamente allo 00 800 6 7 8 9 10 11 o per e­mail

ALLEGATO

Allegato 1. Risposte degli Stati membri all'attuazione delle raccomandazioni formulate dalla Commissione sulle elezioni del Parlamento europeo

NB: The online version of this table will be updated regularly based on further input from the Member States and will be accessible under: http://ec.europa.eu/justice/citizen/voting-rights/index_en.htm

"No Reply" means that the Member State concerned has not responded to the Commission's request for information from September while an empty box means that though the Member State did respond, no relevant information was provided.

Allegato 2. Il dibattito sul futuro dell'Europa continua...

Member State

City

Date

Commissioner

EU, national, regional and local politicians

Spain

Cadiz

27/09/2012

Reding

Mayor Martinez Saiz

Austria

Graz

05/11/2012

Reding

Vice-Chancellor Spindelegger

Germany

Berlin

10/11/2012

Reding

MEP Roth-Behrendt

France

Paris

23/11/2012

Reding

Italy

Naples

30/11/2012

Andor

Mayor de Magistris

Ireland

Dublin

10/01/2013

Barroso, Reding

Prime Minister Kenny, Deputy Prime Minister Gilmore, Minister of State for European Affairs Creighton

Sweden

Gothenburg

18/02/2013

Malmström

Italy

Turin

21/02/2013

Malmström

Mayor Fassino

Portugal

Coimbra

22/02/2013

Reding

Italy

Rome

18/03/2013

Tajani

Mayor Alemanno

Greece

Thessaloniki

22/03/2013

Reding

Mayor Boutaris

Italy

Pisa

05/04/2013

Potočnik

Mayor Filippeschi

Belgium

Ghent

12/04/2013

De Gucht

Mayor Termont

Belgium

Eupen

23/04/2013

Hahn

MEP Grosch, Minister-President (German Community) Lambertz

Belgium

Brussels

04/05/2013

Reding

(former) Minister-President of the Brussels region Picqué

Germany

Dusseldorf

08/05/2013

Oettinger

MEP Klute

Slovenia

Ljubljana

09/05/2013

Potočnik

Poland

Warsaw

11/05/2013

Lewandowski

Czech Republic

Prague

13/05/2013

Füle

Minister of State for Small Business (Ireland) Perry, Chairman of the Czech Parliament's EU Affairs Committee Bauer

Italy

Ventotene

27/05/2013

Tajani

Mayor Assenso

Italy

Milan

07/06/2013

Hedegaard

Mayor Pisapia

Luxembourg

Esch

30/06/2013

Reding

MEP Goerens, Minister for Labour Schmit, MP Braz, Minister of Public Works, Agriculture, Rural Affairs, Patrimony and Nature Policy (Wallonia) Lutgen

Poland

Warsaw

11/07/2013

Barroso, Reding

Prime Minister Tusk, MEP Thun, former Prime Minister Mazowiecki

Greece

Heraklion

12/07/2013

Damanaki

MEP Danellis, Governor Arnaoutakis

Germany

Heidelberg

16/07/2013

Reding

Minister-President (Baden-Wurttemberg) Kretschmann

Bulgaria

Sofia

23/07/2013

Reding

President Plevneliev

Belgium

Namur

13/09/2013

Reding

Minister-President Demotte

Estonia

Tallinn

14/09/2013

Kallas, Rehn

Italy

Trieste

16/09/2013

Reding

Minister of European Affairs Moavero Milanesi

Finland

Helsinki

24/09/2013

Reding

MEP Pietikäinen

Hungary

Györ

03/10/2013

Andor

State Secretary for European Affairs Győri, MEP Őry

Slovak Republic

Košice

05/10/2013

Šefčovic

Slovak Parliament President Paška

Sweden

Stockholm

15/10/2013

Reding

Minister for European Union Affairs Ohlsson, MEP Ludvigsson

Belgium

Liège

17/10/2013

Barroso

Deputy Prime Minister Reynders (Belgium), Minister for Economics (Wallonia) Marcourt

Latvia

Riga

18/10/2013

Piebalgs

Minister of Defence Pabriks

Malta

Valetta

07/11/2013

Borg

France

Marseille

14/11/2013

Reding

Minister of Justice Taubira

Cyprus

Limassol

28/11/2013

Vassiliou

Austria

Eisenstadt

29/11/2013

Hahn

Minister-President (Burgenland) Niessl

Belgium

Brussels

05/12/2013

Vassiliou

MEP Durant

Lithuania

Vilnius

13/12/2013

Reding

Online

Virtual dialogue

16/01/2014

Reding

Denmark

Copenhagen

06/02/2014

Hedegaard

UK

London

10/02/2014

Reding

Minister of State for Europe Lidington

Spain

Barcelona

23/02/2014

Reding

France

Paris-Banlieue

27/02/2014

Barnier

Minister Delegate for European Affairs Repentin

Croatia

Zagreb

03/03/2014

Mimica

Germany

Koblenz

10/03/2014

Oettinger

Minister-President (Rhineland-Palatinate) Dreyer, State Minister for Europe (Rhineland-Palatinate) Conrad

Netherlands

Amsterdam

14/03/2014

Reding

Mayor van der Laan

Romania

Bucharest

17/03/2014

Ciolos

EU

Pan-European Dialogue Brussels

27/03/2014

Barroso, Reding, Rehn, Potočnik, Vassiliou, De Gucht, Damanaki, Hahn, Hedegaard, Andor, Mimica

MEP Roth-Behrendt, Mayor of Cadiz, Martinez Saiz

Allegato 3. Sette europei su dieci vogliono l'elezione diretta del presidente della Commissione

Allegato 4. Due europei su tre ritengono di non riuscire a farsi sentire

Source: Standard Eurobarometer 80, Autumn 2013, p.8

Allegato 5. Risultati dei sondaggi svolti durante i Dialoghi con i cittadini

Source: Commisison Report on Citizens' Dialogues, p.10


Side Bar

My account

Manage your searches and email notifications


Help us improve our website