Navigation path

Left navigation

Additional tools

Commissione europea

Comunicato stampa

Bruxelles, 20 ottobre 2014 -

Occupazione: prestiti per un valore di 182 milioni di euro a valere sullo strumento Progress di microfinanza erogati ad oltre 20 000 imprenditori per l'avvio e lo sviluppo di imprese

Sono oltre 20 000 gli imprenditori che hanno già beneficiato di prestiti e di garanzie per un valore complessivo di 182 milioni di euro a valere sullo Strumento europeo Progress di microfinanza, secondo quanto si afferma nell'ultima relazione della Commissione europea sull'attuazione di tale strumento finanziario. In particolare, la relazione evidenzia che Progress Microfinance ha contribuito in modo significativo alla creazione di posti di lavoro, rendendo possibile l'accesso al credito per persone disoccupate o inattive che hanno notevoli difficoltà ad ottenere prestiti dagli istituti finanziari. Il nuovo strumento finanziario di microfinanza, che dovrebbe diventare operativo nella seconda metà del 2014 nel quadro del Programma per l'occupazione e l'innovazione sociale (EaSI), farà tesoro di tale esperienza.

László Andor, Commissario europeo responsabile per l'Occupazione, gli affari sociali e l'inclusione, ha dichiarato: "Lo strumento europeo Progress di microfinanza fornisce un efficace sostegno alle persone appartenenti a gruppi svantaggiati, che si adoperano per rientrare nel mondo del lavoro e per integrarsi nella società, aiutandole a diventare imprenditori. Reperire i fondi necessari per avviare nuove imprese può essere difficile per i disoccupati, i giovani e gli appartenenti a una minoranza, ma i piccoli prestiti come quelli erogati da Progress Microfinance possono fare una grande differenza per gli aspiranti imprenditori, che altrimenti potrebbero non essere mai in grado di mettere all'opera la loro creatività."

Le difficoltà di accesso ai finanziamenti costituiscono uno dei principali ostacoli per gli aspiranti imprenditori. La relazione indica che il 60% degli utenti finali era disoccupato o inattivo al momento della domanda, nel 36% dei casi i beneficiari erano donne e nel 5,9% dei casi avevano un'età inferiore ai 25 anni.

Tra i beneficiari del sostegno finanziario figuravano persone appartenenti a una minoranza, come le comunità Rom in Francia e in Bulgaria.

I due settori che ricevono il maggiore sostegno dallo strumento, e in cui rientra oltre la metà di tutte le imprese beneficiarie, sono l'agricoltura e il commercio.

La relazione è completata da uno studio esterno, dal quale emergono la domanda non soddisfatta di microcredito in tutta l'UE e la necessità di coprire il divario esistente nel mercato europeo della microfinanza, stimato approssimativamente in 2,7 miliardi di euro. Per questo motivo la Commissione incoraggia gli Stati membri ad incrementare l'offerta di piani nazionali di microfinanza, in particolare ricorrendo alle risorse del Fondo sociale europeo o del Fondo europeo di sviluppo regionale.

Contesto

Lo strumento europeo Progress di microfinanza è inteso a facilitare l'accesso al microcredito per le persone che incontrano difficoltà ad ottenere un prestito tradizionale, in modo che possano acquisire lo status di lavoratore autonomo o avviare una propria impresa. Lo strumento concede prestiti di valore inferiore a 25 000 euro a disoccupati, a persone che rischiano di perdere il lavoro e a persone appartenenti a categorie svantaggiate, ad esempio giovani, anziani o immigrati. L'obiettivo di Progress Microfinance non è solo mettere a disposizione i fondi UE ma anche creare un effetto leva per investimenti totali pari a circa 500 milioni di euro, vale a dire cinque volte il contributo UE. L'effetto leva è ottenuto grazie al coinvestimento da parte di altri partner (Banca europea per gli investimenti, azione preparatoria del Parlamento europeo "Promozione di un contesto più favorevole al microcredito in Europa"), al carattere rotativo dei fondi e alla natura dei prodotti offerti. Ad esempio, gli intermediari di microcredito possono ottenere nell'ambito di Progress Microfinance una garanzia di portafoglio che agevola il reperimento di finanziamenti dagli investitori presenti sul mercato e il relativo utilizzo per l'erogazione di microcrediti.

Lo strumento Progress di microfinanza è gestito dal Fondo europeo per gli investimenti e opera tramite erogatori di microcredito a livello nazionale, regionale o locale. Nel 2013 erano 40 gli erogatori di microcredito che operavano in 18 Stati membri: Belgio, Bulgaria, Danimarca, Irlanda, Grecia, Spagna, Francia, Italia, Cipro, Lituania, Paesi Bassi, Austria, Polonia, Portogallo, Romania, Slovenia, Slovacchia e Regno Unito. Sono stati inoltre firmati due contratti, in Croazia e in Svezia, dopo la conclusione della relazione.

Il nuovo Programma dell'UE per l'occupazione e l'innovazione sociale (EaSI) per il periodo 2014-2020 è stato avviato dalla Commissione nell'ottobre 2011 e nel giugno 2013 è stato raggiunto un accordo politico con il Parlamento europeo e il Consiglio (cfr. MEMO/13/628). Nel nuovo programma l'ambito di applicazione delle attività di microfinanza è esteso al fine di fornire finanziamenti agli erogatori di microcredito per la creazione di capacità, onde consentire loro di sviluppare le proprie attività e di assicurare una maggiore apertura nei confronti dei clienti potenziali. Il nuovo programma comprende anche uno strumento incentrato sul sostegno alle imprese sociali, vale a dire le imprese il cui scopo è prevalentemente sociale. Il bilancio complessivo dell'EaSI 2014-2020 è pari a 919 milioni di euro ai prezzi del 2013, di cui oltre 193 milioni di euro sono destinati alla microfinanza e all'imprenditoria sociale.

Lo strumento Progress Microfinance continuerà ad operare fino al 2016. Quando lo strumento arriverà a scadenza, il saldo residuo dovuto all'UE potrà essere impiegato per il sostegno del microcredito e dell'imprenditoria sociale nel quadro dell'EaSI.

Per ulteriori informazioni

Relazione annuale 2013 sull'attuazione di Progress Microfinance

Informazioni su Progress Microfinance ed elenco degli erogatori di microcredito

Informazioni destinate ai potenziali erogatori di microcredito

Sito web di László Andor

László Andor su Twitter

Abbonamento gratuito alla newsletter su Occupazione, affari sociali e inclusione della Commissione europea.

Contatti:

Jonathan Todd (+32 2 299 41 07)

Cécile Dubois (+32 2 295 18 83)

Per il pubblico: contattare Europe Direct telefonicamente allo 00 800 6 7 8 9 10 11 o per e­mail


Side Bar