Navigation path

Left navigation

Additional tools

Other available languages: EN FR DE

Commissione europea

COMUNICATO STAMPA

Bruxelles, 16 ottobre 2014

La Commissione deferisce l'Italia alla Corte di giustizia dell'Unione europea per normativa insufficiente sull'indennizzo delle vittime di reato

La Commissione europea ha deciso oggi di deferire l'Italia alla Corte di giustizia dell'Unione europea per attuazione inadeguata delle norme UE in materia di indennizzo delle vittime di reato (direttiva 2004/80/CE). Ai sensi della normativa UE, tutti gli Stati membri sono tenuti a provvedere affinché il sistema di indennizzo nazionale garantisca un indennizzo equo e adeguato delle vittime di reati intenzionali violenti commessi nei rispettivi territori.

La legislazione italiana contempla invece l'indennizzo delle vittime solo in relazione ad alcuni reati intenzionali violenti, quali il terrorismo e la criminalità organizzata, non a tutti. L'indennizzo dovrebbe essere possibile tanto nelle situazioni nazionali quanto in quelle transfrontaliere, a prescindere dal paese di residenza della vittima e indipendentemente dallo Stato membro in cui il reato è stato commesso.

Contesto

In seguito a denunce di vittime che hanno subito un reato intenzionale violento in Italia senza ottenere un indennizzo in situazioni nazionali o transfrontaliere, nel novembre 2011 la Commissione ha sollevato la questione con le autorità italiane tramite una lettera di costituzione in mora in cui ribadiva l'obbligo di istituire un sistema generale che garantisse a tutte le vittime pari accesso all'indennizzo, ai sensi dell'articolo 12 della direttiva 2004/80/CE.

Nonostante il successivo parere motivato della Commissione del 18 ottobre 2013, l'Italia non ha ancora adottato le misure necessarie per modificare la legislazione nazionale e conformarla alle prescrizioni della normativa UE.

Per ulteriori informazioni

Sul pacchetto delle decisioni relative alle infrazioni nel mese di ottobre: MEMO/14/589

Sulla procedura generale di infrazione: MEMO/12/12

Per ulteriori informazioni sulla procedura d'infrazione

Homepage di Martine Reicherts, Commissaria UE per la Giustizia

Martine Reicherts su Twitter: @ReichertsEU

La DG Giustizia su Twitter: @EU_Justice

Contatti:

Joshua Salsby (+32 2 297 24 59)

Per il pubblico: contattare Europe Direct telefonicamente allo 00 800 6 7 8 9 10 11 o per e-mail


Side Bar