Navigation path

Left navigation

Additional tools

Commissione europea

Comunicato stampa

Bruxelles, 18 settembre 2014

Garanzia per i giovani: l'esperienza finlandese insegna

Gli Stati membri si riuniranno il 18 e 19 settembre a Helsinki per esaminare l'attuazione della garanzia per i giovani in Finlandia, paese pioniere nello sviluppo di questo sistema. La riunione si inserisce nel quadro del programma di apprendimento reciproco della Commissione europea e offrirà a 13 paesi dell'UE (Austria, Belgio, Danimarca, Estonia, Francia, Germania, Irlanda, Lettonia, Lituania, Lussemburgo, Paesi Bassi, Polonia e Svezia) l'opportunità di trarre insegnamento dall'esperienza finlandese al fine di concretizzare la garanzia per i giovani.

László Andor, Commissario per l'Occupazione, gli affari sociali e l'inclusione, ha dichiarato: "Ora che gli Stati membri stanno lavorando per la realizzazione della garanzia per i giovani è più importante che mai che essi sfruttino ogni opportunità per scambiarsi buone prassi e trarre insegnamento gli uni dagli altri. In questo ambito la Finlandia è un punto di riferimento e gli altri governi possono ritenere utili alcuni elementi del sistema finlandese nei rispettivi paesi. Tale valutazione tra pari è un esempio degli stretti contatti che intercorrono tra la Commissione e gli Stati membri per accelerare l'attuazione della garanzia per i giovani".

Tra gli altri fattori che possono concorrere al successo della garanzia per i giovani, i partecipanti esamineranno come istituire partenariati e promuovere la cooperazione tra le varie parti interessate a livello locale, in particolare le scuole, i servizi pubblici per l'occupazione, le imprese e le autorità locali. I partecipanti esamineranno inoltre le modalità per promuovere gli apprendistati e per misurare i progressi verso il conseguimento degli obiettivi della garanzia per i giovani.

La Commissione offre agli Stati membri un ampio e costante sostegno per aiutarli ad attuare questo sistema. Il 9 settembre i coordinatori di 18 progetti pilota della garanzia per i giovani si sono incontrati a Bruxelles per passare in rassegna i risultati ottenuti e condividere esperienze pratiche per l'attuazione dei sistemi nazionali di garanzia per i giovani (cfr. IP/14/981, MEMO/14/521).

Contesto

Nel quadro della garanzia per i giovani gli Stati membri dovrebbero provvedere affinché, entro un periodo di quattro mesi dall'inizio della disoccupazione o dalla fine degli studi, i giovani al di sotto dei 25 anni possano trovare un impiego di buona qualità adeguato al loro livello di istruzione, competenze ed esperienza, oppure abbiano la possibilità di ricevere l'istruzione e acquisire l'esperienza e le competenze necessarie per trovare un lavoro in futuro attraverso un apprendistato, un tirocinio o un ulteriore corso di studi.

La garanzia per i giovani è sia una riforma strutturale volta a migliorare nettamente la transizione dall'istruzione all'occupazione sia una misura di sostegno immediato dell'impiego per i giovani.

Questo sistema si basa sull'esperienza proficua di Austria e Finlandia, che dimostra i vantaggi dell'investire nelle transizioni dall'istruzione all'occupazione per i giovani. La garanzia per i giovani finlandese ha portato a un calo della disoccupazione tra i giovani, all'83,5% dei quali è stato attribuito un posto di lavoro, un apprendistato, un tirocinio o un ulteriore corso di studi nell'arco di tre mesi dalla registrazione.

La garanzia per i giovani finlandese si applica a tutti i giovani al di sotto dei 25 anni e a quelli di età compresa tra 25 e 29 anni laureatisi negli ultimi mesi. Il nuovo sistema di garanzia per i giovani è iniziato il 1º gennaio 2013.

Tutti e 28 gli Stati membri hanno presentato piani di attuazione della garanzia per i giovani e stanno adottando misure per istituire i rispettivi sistemi di garanzia per i giovani (per ulteriori informazioni cliccare qui).

Per ulteriori dettagli sulla garanzia per i giovani cfr. MEMO/14/530.

Per ulteriori informazioni

Sito web di László Andor:

http://ec.europa.eu/commission_2010-2014/andor/index_en.htm

László Andor su Twitter: http://twitter.com/LaszloAndorEU

Abbonatevi gratuitamente alla newsletter della Commissione europea su occupazione, affari sociali e inclusione: http://ec.europa.eu/social/main.jsp?catId=371&langId=it

Contatti:

Jonathan Todd (+32 2 299 41 07)

Cécile Dubois (+32 2 295 18 83)

Per il pubblico: contattare Europe Direct telefonicamente allo 00 800 6 7 8 9 10 11 o per e­mail


Side Bar