Chemin de navigation

Left navigation

Additional tools

Commissione europea

Comunicato stampa

Praga, 24 settembre 2013

XXV edizione del Concorso UE per giovani scienziati

Le più brillanti promesse della scienza in Europa si sono riunite oggi a Praga per la venticinquesima edizione del concorso EUCYS dell’Unione europea per giovani scienziati. I progetti in lizza, presentati da 126 scienziati tra i 14 e i 21 anni, sono stati esaminati da una giuria internazionale. In palio premi in denaro per un totale di 54 500 euro e una serie di premi in natura per partecipare a eventi scientifici (MEMO/13/812).

I primi tre premi di 7 000 euro ciascuno sono stati aggiudicati al finlandese Perttu Pölönen per il progetto “Music A’ Clock”, agli irlandesi Ciara Judge, Emer Hickey e Sophie Healy-Thow per il progetto “A statistical investigation of the effects of diazotroph bacteria on plant germination” e al britannico Frederick Turner per il progetto “Genetics at home: Building a PCR machine and other equipment for setting up a home genetics lab”. I tre secondi premi sono andati a progetti provenienti da Austria, Germania e Svizzera e i tre terzi premi a un progetto ungherese, un progetto tedesco e un progetto bielorusso.

Máire Geoghegan-Quinn, Commissaria europea per la Ricerca, l’innovazione e la scienza, ha dichiarato: “Con talenti di questo livello il futuro dell’Europa è assicurato. Ciò che mi entusiasma di più è vedere un tale vivaio di idee, alcune sorte dalla curiosità, altre frutto della ricerca applicata. Le nostre filiere tecnico-scientifiche hanno sempre più bisogno di giovani talenti e incoraggio soprattutto le donne a lanciarsi in questa impresa.”

A Praga sono stati presentati 85 progetti provenienti da 37 paesi, tra cui Stati membri dell’UE, altri Stati associati e paesi del resto del mondo. I giovani scienziati sono stati invitati alla cerimonia di assegnazione dei premi e hanno avuto la possibilità di esporre i loro progetti in una mostra di quattro giorni e di partecipare a una serie di seminari e conferenze.

Quest’anno la giuria era presieduta da Henrik Aronsson, professore dell’Università di Göteborg. I candidati erano tutti vincitori di concorsi scientifici nazionali nel proprio campo e gli argomenti abbracciavano un’ampia gamma di settori: biologia, fisica, chimica, informatica, scienze sociali, scienze ambientali, matematica, scienze dei materiali, ingegneria e medicina.

Al concorso sono stati invitati a partecipare anche USA, Canada, Cina, Nuova Zelanda, Corea del Sud e Egitto. Il concorso prevede infatti anche un premio alla cooperazione internazionale che ricompensa la cooperazione scientifica con i paesi firmatari di accordi di cooperazione scientifica e tecnologica con l’UE. Il premio è stato aggiudicato alla canadese Jessie MacAlpine per il progetto “Mustard Oil as an Apicomplexan-targeting Drug Therapy for Plasmodium falciparum”.

Contesto

Il concorso EUCYS (European Union Contest for Young Scientists) è stato istituito nel 1989 dalla Commissione europea per incoraggiare la cooperazione e lo scambio tra giovani scienziati e offrire loro la possibilità di incontrare ricercatori europei di chiara fama. Alla prima edizione di Bruxelles del 1989 sono seguite 23 edizioni in diverse città europee.

Il concorso sostiene lo sforzo dei paesi partecipanti di suscitare interesse per lo studio di materie scientifiche (scienze, tecnologia, ingegneria, matematica) e di invogliare i giovani a intraprendere una carriera in questi campi. Di edizione in edizione il numero dei partecipanti è cresciuto, passando dai 59 della prima edizione del 1989 ai 126 di quest’ultima, con un picco di 137 iscritti per l’edizione di Parigi del 2009.

La scarsa presenza di scienziate è sintomo della sottorappresentazione femminile in ambito scientifico. Quest’anno le donne erano poco meno del 35% (44 candidate contro 82 candidati). La partecipazione femminile ha superato per la prima volta la soglia del 30% nel 1997 e da allora si è assestata generalmente fra il 30% e il 35%, con un picco del 41% nel 2005. In questi 25 anni le vincitrici dei premi sono state 168 vincitrici, contro ben 576 vincitori.

Informazioni complete sull’edizione del 2013 sono disponibili all’indirizzo http://media.eucys2013.cz. Le tre equipe qualificatesi prime si sono aggiudicate un premio in denaro di 7 000 euro ciascuna, le tre qualificatesi seconde un premio di 5 000 euro e le tre qualificatesi terze un premio di 3 500 euro. In palio c’erano anche premi in natura, come una serie di viaggi per partecipare al Forum scientifico internazionale di Londra, dedicato ai giovani, e al Seminario scientifico internazionale di Stoccolma per i giovani, premi finanziati da grandi aziende, tra cui viaggi per partecipare al premio Intel ISEF negli Stati Uniti e premi messi a disposizione dal Centro comune di ricerca, il servizio scientifico interno della Commissione, dal gruppo di organismi di ricerca paneuropei EIROforum e dall’Ufficio europeo dei brevetti.

Approfondimenti sul concorso e sui vincitori delle precedenti edizioni sono disponibili alla pagina http://ec.europa.eu/research/youngscientists/index_en.cfm

Contatti:

Michael Jennings (+32 2 296 33 88) Twitter: @ECSpokesScience

Inma Martínez García (+32 2 295 56 04)


Side Bar

Mon compte

Gérez vos recherches et notifications par email


Aidez-nous à améliorer ce site