Navigation path

Left navigation

Additional tools

Commissione europea

Comunicato stampa

Bruxelles, 23 settembre 2013

Dibattito sul futuro dell’Europa: la vicepresidente Viviane Reding incontra i cittadini a Helsinki

Viviane Reding, vicepresidente della Commissione europea, sarà a Helsinki domani, con l'europarlamentare Sirpa Pietikäinen, per un dibattito sul futuro dell’Europa con circa 300 cittadini. Tale dibattito avrà luogo il 24 settembre tra le 10:00 e le 12:00 (9:00 - 11:00 CET) a Vanha ylioppilastalo, Mannerheimintie 3, Helsinki.

Quello di domani è il 30° di una serie di dialoghi con i cittadini che i Commissari europei stanno organizzando in tutta l’Unione europea con politici nazionali e locali e membri del Parlamento europeo. Ciascun dibattito verte su tre temi principali: la crisi economica, i diritti dei cittadini e il futuro dell’Europa.

"La Finlandia occupa il 3° posto nell'indice della competitività globale del Foro economico mondiale, posizionandosi al primo posto tra gli Stati membri dell'UE, a riprova che il lavoro duro dà buoni frutti. Negli anni '90 la Finlandia ha attraversato una grave crisi bancaria, ma grazie a riforme strutturali serie e difficili, è tornata ad essere forte e competitiva. La Finlandia può essere un modello europeo per altri paesi che si trovano in una situazione economica difficile. Sono impaziente di sentire le esperienze dei cittadini finlandesi e di conoscere le loro opinioni e le loro aspettative sul futuro della nostra Unione. I dialoghi con i cittadini dell’UE sono una piattaforma privilegiata di condivisione delle esperienze a livello europeo," ha dichiarato la vicepresidente Reding, che è responsabile per la giustizia, i diritti fondamentali e la cittadinanza.

È giunto il momento di aprire un dibattito approfondito sul tipo di Unione auspicata dagli Europei e dai Finlandesi. In vista delle elezioni del Parlamento europeo nel 2014, questo dibattito è più pertinente che mai. Il dialogo con i cittadini a Helsinki offre l’opportunità di esprimersi, di condividere le proprie opinioni e di porre domande al vicepresidente Reding e all'europarlamentare Sirpa Pietikäinen. Quanto emergerà dal dialogo sarà inserito nelle riflessioni su una visione politica sul futuro dell’Europa, che saranno presentate all’inizio della primavera del 2014.

È necessario registrarsi: http://kansalaiskeskustelu.eu/. Il dibattito sarà moderato da André Noël Chaker, "Speaker dell’anno 2012" di Speakers Forum Finland. L’evento sarà trasmesso in diretta in streaming come webcast. I cittadini da tutta Europa potranno a loro volta intervenire su Twitter con l’hashtag #EUDeb8. È anche possibile inviare domande a questo indirizzo: comm-rep-hel-citizensdialogue@ec.europa.eu

L’evento è organizzato dalla Rappresentanza della Commissione europea a Helsinki. I partner dell'anno europeo dei cittadini in Finlandia sono l’ufficio del Primo ministro e il Movimento europeo. L’ambasciatore dell’anno europeo dei cittadini è il Ministro per gli affari europei e il commercio estero Alexander Stubb.

Contesto

Che cosa sono i dialoghi con i cittadini?

A gennaio la Commissione europea ha dato inizio all'Anno europeo dei cittadini (IP/13/2), un anno dedicato ai cittadini dell'Unione e ai loro diritti. Nel corso di quest'anno e dell'anno prossimo, membri della Commissione europea, insieme a politici nazionali e locali e a membri del Parlamento europeo incontreranno i cittadini europei per conoscere le loro aspettative per il futuro dell'UE.

La vicepresidente Reding ha già partecipato a dibattiti a Berlino, Dublino, Salonicco, Bruxelles, Esch, Varsavia, Heidelberg, Sofia, Namur e Trieste. Nel corso del 2013 e nei primi mesi del 2014 saranno organizzati in tutta l’Unione europea molti altri dialoghi, che permetteranno ai politici europei, nazionali e locali di scambiare opinioni con cittadini di ogni ceto e provenienza. È possibile seguire tutti i dialoghi all’indirizzo: http://ec.europa.eu/debate-future-europe.

Nei vent’anni dall'introduzione della cittadinanza UE sono stati raggiunti numerosi traguardi: l'ultimo sondaggio dell'UE indica che oggi il 62% dei cittadini si sente "europeo". In Finlandia si raggiunge il 73%. I cittadini dell’Unione fruiscono quotidianamente dei diritti collegati alla cittadinanza europea, anche se non sempre ne conoscono l’esistenza. Ad esempio, circa la metà dei finlandesi (49 %) afferma che vorrebbe disporre di maggiori informazioni sui propri diritti di cittadini dell'UE.

Per questo la Commissione ha dichiarato il 2013 Anno europeo dei cittadini e ha fatto dei dialoghi il fulcro di quest'iniziativa.

Perché proprio ora?

Perché l’Europa è a un bivio. Il futuro dell’Europa è il tema del momento nell'UE; c’è chi parla di unione politica, chi di federazione di Stati-nazione, chi di Stati Uniti d’Europa e i prossimi mesi e anni saranno decisivi per l'assetto futuro dell’Unione. Ma ciò che conta è che, di pari passo con l’integrazione europea, l’Unione acquisisca maggiore legittimità democratica. Ora più che mai è importante che i cittadini abbiano voce in capitolo in questo dibattito.

A che cosa servono i dialoghi?

La voce dei cittadini permetterà alla Commissione di orientarsi nel definire la futura riforma dell'UE. I dialoghi servono inoltre a preparare il terreno per le prossime elezioni europee del 2014.

L'8 maggio 2013 la Commissione europea ha pubblicato la seconda Relazione dell'UE sulla cittadinanza, che propone 12 nuove misure concrete per risolvere i problemi tuttora sperimentati dai cittadini (IP/13/410 e MEMO/13/409). La relazione è la risposta della Commissione a un'ampia consultazione online avviata nel maggio 2012 (IP/12/461) e alle domande e agli spunti emersi nel quadro dei dialoghi con i cittadini in merito ai diritti dei cittadini dell'UE e al loro futuro.

Per ulteriori informazioni

Ulteriori informazioni sul dialogo di Helsinki:

http://ec.europa.eu/debate-future-europe/citizens-dialogues/finland/helsinki/index_en.htm

Dibattiti con i cittadini sul futuro dell'Europa:

http://ec.europa.eu/debate-future-europe

Anno europeo dei cittadini:

http://europa.eu/citizens-2013/it/home

Gli europei dicono la loro - i risultati della consultazione sui diritti dei cittadini UE:

http://ec.europa.eu/justice/citizen/files/eu-citizen-brochure_en.pdf

Homepage di Viviane Reding, vicepresidente e commissaria UE per la Giustizia:

http://ec.europa.eu/reding

La Vicepresidente su Twitter: @VivianeRedingEU

ALLEGATO

1. Tre finlandesi su quattro si sentono cittadini dell’UE, la metà di essi afferma che vorrebbe saperne di più sui propri diritti.

Fonte: Eurobarometro standard 79 - maggio 2013

2. Per i finlandesi la pace in Europa e la libera circolazione sono i principali obiettivi raggiunti dall'UE.

Fonte: Eurobarometro standard 79 - maggio 2013

Contatti:

Mina Andreeva (+32 2 299 13 82)

Natasha Bertaud (+32 2 296 74 56)


Side Bar

My account

Manage your searches and email notifications


Help us improve our website