Chemin de navigation

Left navigation

Additional tools

Il Presidente Barroso e Edmund Stoiber esortano gli Stati membri a intensificare gli sforzi per eliminare le pastoie burocratiche che intralciano le PMI e migliorare l'efficienza delle loro amministrazioni pubbliche

Commission Européenne - IP/13/836   19/09/2013

Autres langues disponibles: FR EN DE DA ES NL SV PT FI EL CS ET HU LT LV MT PL SK SL BG RO HR

Commissione europea

Comunicato stampa

Bruxelles, 19 settembre 2013

Il Presidente Barroso e Edmund Stoiber esortano gli Stati membri a intensificare gli sforzi per eliminare le pastoie burocratiche che intralciano le PMI e migliorare l'efficienza delle loro amministrazioni pubbliche

Tutto il ventaglio di possibili iniziative per stimolare la crescita e l'occupazione è stato al centro dell'incontro di oggi tra il Presidente Barroso e il Gruppo ad alto livello sugli oneri amministrativi, presieduto da Edmund Stoiber, l'ex-primo ministro-presidente della Baviera. Riducendo le formalità a livello dell'Unione, la Commissione sta aiutando le imprese, e in particolare le piccole imprese, a concentrare le risorse sulle loro attività fondamentali senza sprecare tempo e soldi in inutili pratiche burocratiche. Inoltre, la Commissione coopera strettamente con gli Stati membri al fine di condividere le migliori pratiche per l'attuazione della normativa dell'UE, dal momento che un terzo degli oneri amministrativi derivanti dalla legislazione dell'Unione risulta dall'attuazione a livello nazionale degli obblighi imposti dall'UE.

Il Presidente della Commissione europea, José Manuel Barroso, ha dichiarato: "Negli ultimi cinque anni la Commissione ha promosso una serie di misure che riducono le formalità burocratiche per le imprese dell'UE, con un risparmio fino a 32,3 miliardi di euro l'anno. Dobbiamo collaborare intensamente con gli Stati membri per garantire che tali risparmi portino a una reale semplificazione degli obblighi per le imprese. All'inizio di ottobre la Commissione presenterà le prossime iniziative per adeguare la normativa dell'UE e ridurre l'onere amministrativo per le società e in particolare le PMI. Si tratta di un impegno fondamentale per rimettere l'Europa in carreggiata e creare più crescita e più posti di lavoro."

Il presidente del Gruppo ad alto livello sugli oneri amministrativi, Edmund Stoiber, nell'esprimere la propria soddisfazione per l'iniziativa della Commissione europea per la riduzione degli oneri amministrativi, ha affermato: "Il fatto che l'ambizioso obiettivo di riduzione del 25% sia stato non solo conseguito, ma addirittura superato, raggiungendo il 26,1%, rappresenta un notevole successo. Grazie a questo straordinario risultato, le imprese europee vengono alleviate di oneri amministrativi per 32,3 miliardi di euro. Tuttavia, ciò che è ancora più importante per il futuro è che la mentalità della Commissione sta cambiando e che l'impatto burocratico di ogni singola proposta venga esaminato e preso in considerazione dai suoi servizi".

Nell'incontro odierno con il Gruppo ad alto livello, il Presidente Barroso ha fatto presente che il programma d'azione dell'UE per la riduzione degli oneri amministrativi è stato portato a termine con successo, e ha ringraziato il gruppo per la sua assistenza. L'obiettivo del programma di azione di giungere a una riduzione del 25% è stato raggiunto e superato con l'adozione, finora, di misure per un risparmio di 32,3 miliardi di euro (26,1%) da parte del Parlamento europeo e del Consiglio. Le misure includono il passaggio a un sistema di fatturazione dell'IVA interamente elettronico e la riduzione del numero di società che devono fornire dati per le statistiche sugli scambi all'interno dell'UE. L'iniziativa più recente, adottata nel giugno di quest'anno, semplifica ulteriormente le regole contabili per le piccole imprese (con un massimo di 50 dipendenti) per un risparmio stimato a circa 1,5 miliardi di euro l'anno.

Il Presidente Barroso ha sottolineato che la Commissione porta avanti l'azione per una normativa intelligente con il programma "Adeguatezza della regolamentazione" (REFIT), avviato nel dicembre 2012. Negli ultimi sei mesi è stato esaminato l'intero complesso della legislazione dell'UE al fine di individuare ulteriori possibilità di semplificazione e riduzione degli oneri soprattutto per quanto riguarda gli oneri normativi per le PMI. La Commissione sta già prendendo provvedimenti per i 10 atti legislativi dell’UE più gravosi per le PMI individuati da queste ultime e dalle organizzazioni di imprese in un'ampia consultazione che si è svolta dall'ottobre al dicembre 2012. REFIT dà inoltre seguito al programma di riduzione degli oneri amministrativi per verificare se l'attuazione della legislazione negli Stati membri porti effettivamente a un alleggerimento del carico amministrativo delle imprese.

Stoiber ha esortato il Consiglio a seguire l'esempio della Commissione osservando che, a differenza del Parlamento europeo dove si sta istituendo un'unità per la valutazione dell'impatto burocratico, il Consiglio non dispone di alcun servizio di questo tipo. Se l'Unione intende combattere seriamente contro il carico amministrativo eccessivo, questa è una cosa che deve cambiare. Inoltre, Stoiber ha criticato aspramente gli Stati membri accusandoli di mancanza di ambizioni e di non sfruttare le numerose opportunità di ridurre l'onere amministrativo offerte dall'UE e ha fatto presente la necessità di migliorare questa situazione sottolineando, inoltre, quanto sia importante che ciò venga evidenziato chiaramente dalla Commissione e dal Parlamento europeo nelle loro relazioni con gli Stati membri.

Background

Gli sforzi prodigati dalla Commissione per ridurre l'onere normativo, e quindi anche il carico amministrativo, rientrano nell'ambito del programma per una normativa intelligente, un'iniziativa volta a garantire che la legislazione europea vada a beneficio dei cittadini e delle imprese nel modo più efficace ed efficiente possibile. La Commissione si è impegnata a consolidare gli strumenti di cui dispone in materia (valutazioni d'impatto, verifiche, consultazione delle parti interessate) e ha avviato, nel dicembre 2012, il programma di controllo dell'adeguatezza e dell'efficacia della regolamentazione (Regulatory Fitness and Performance Programme - REFIT) che si basa sull'esperienza acquisita nella valutazione e riduzione degli oneri amministrativi. Grazie ad esso, i servizi della Commissione hanno passato in rassegna l'intero corpus della legislazione dell'UE per individuare gli oneri, le lacune e le misure inefficaci o inefficienti e trovare soluzioni per semplificarli, ridurli o eliminarli. In REFIT la Commissione attribuisce particolare rilievo all'alleggerimento del carico normativo, in particolare per le PMI (i test PMI, i 10 atti legislativi dell’UE più gravosi per le PMI, il calcolo dei risultati, la rete dei rappresentanti delle PMI).

Il Gruppo ad alto livello sugli oneri amministrativi fornisce alla Commissione consulenza sugli oneri amministrativi gravanti sulle imprese. Il gruppo è formato da 14 membri, 7 dei quali hanno aderito al gruppo soltanto quest'anno dopo un invito a presentare candidature. Conformemente al nuovo mandato del 5 dicembre 2012, il gruppo continuerà a operare fino al 31 ottobre 2014. La sua attività si concentrerà sulla riduzione dell'onere amministrativo per le PMI e sulla verifica, insieme con gli Stati membri, dell'effettiva applicazione delle misure adottate nell'ambito del programma di azione per la riduzione degli oneri amministrativi nell'UE dal momento che il programma produrrà effetti positivi solo se ben attuato. Il gruppo invita regolarmente i proprietari delle piccole imprese a discutere dei problemi cui fanno fronte quotidianamente. Inoltre, scambia pareri ed esperienze per quanto riguarda la riduzione degli oneri con i servizi e i commissari della Commissione, segnatamente i commissari Andor, Barnier, Cioloş, Geoghegan-Quinn, Kallas, Oettinger, Potočnik e Šemeta.

Ulteriori informazioni:

MEMO/13/786: "Iniziative della Commissione per ridurre le formalità amministrative e l'onere normativo – Domande e risposte"

MEMO/13/787: " Il Gruppo ad alto livello sugli oneri amministrativi – Domande e risposte"

Consultare il sito internet della Commissione sulla regolamentazione intelligente:

http://ec.europa.eu/smart-regulation/index_it.htm

Consultare il sito internet del gruppo ad alto livello:

http://ec.europa.eu/dgs/secretariat_general/admin_burden/ind_stakeholders/ind_stakeholders_en.htm

Contatti :

Pia Ahrenkilde Hansen (+32 2 295 30 70)

Jens Mester (+32 2 296 39 73)

Sarah Collins (+32 2 296 80 76)


Side Bar

Mon compte

Gérez vos recherches et notifications par email


Aidez-nous à améliorer ce site