Navigation path

Left navigation

Additional tools

Cintura blu: la Commissione semplifica le formalità doganali delle navi

European Commission - IP/13/652   08/07/2013

Other available languages: EN FR DE DA ES NL SV PT FI EL CS ET HU LT LV MT PL SK SL BG RO HR

Commissione europea

Comunicato stampa

Bruxelles, 8 luglio 2013

Cintura blu: la Commissione semplifica le formalità doganali delle navi

La Commissione ha presentato oggi i piani per semplificare le formalità doganali delle navi, come lo snellimento delle formalità burocratiche, la riduzione dei ritardi nei porti e una maggiore competitività del settore. Attualmente, gli spedizionieri e gli esportatori lamentano costi aggiuntivi e ritardi significativi a causa dei pesanti oneri amministrativi nei porti quando decidono di inviare merci attraverso l'Europa tramite trasporto marittimo a corto raggio: le navi infatti possono attendere ore, e talvolta giorni, nei porti per lo sdoganamento. Ciò rende il settore marittimo meno interessante rispetto ad altri modi di trasporto, in particolare al trasporto stradale, aumentando inutilmente il traffico di mezzi pesanti sulle già congestionate strade europee. Grazie alle nuove proposte odierne della Commissione, il trasporto marittimo dovrà affrontare meno ostacoli amministrativi e sarà quindi possibile sfruttarne al massimo le potenzialità nel mercato interno dell'UE e non solo.

Il Vicepresidente Siim Kallas, responsabile dei Trasporti, ha dichiarato: "L'Europa deve affrontare notevoli sfide in termini di aumento del traffico e di inquinamento. Occorre sfruttare al massimo le potenzialità del trasporto marittimo a corto raggio e fornire una soluzione di trasporto rispettosa dell'ambiente e a basso costo, che possa trasportare più merci e ridurre il traffico della congestionata rete stradale europea. Proponiamo strumenti innovativi per ridurre la burocrazia e contribuire a rendere il settore navale un'alternativa più attraente per i clienti che desiderano far circolare merci all'interno dell'UE."

Algirdas Šemeta, Commissario per la Fiscalità e l'unione doganale ha dichiarato: "La cintura blu estenderà il mercato unico al mare. Il trasporto marittimo trarrà notevoli vantaggi dalla misure proposte, che ridurranno i costi, semplificheranno l'amministrazione, agevoleranno gli scambi e creeranno pari condizioni di concorrenza tra tutti i modi di trasporto. Nel contempo semplificheranno il lavoro delle autorità doganali, che potranno affrontare meglio i rischi in materia di sicurezza e concentrarsi sulla protezione dei cittadini e delle imprese."

La comunicazione odierna "La cintura blu: uno spazio unico del trasporto marittimo" definisce due proposte chiave per semplificare le formalità relative al trasporto marittimo, modificando l'attuale codice doganale (disposizioni di applicazione del codice doganale).

1. Semplificazione delle formalità doganali per il traffico marittimo intraunionale

Le compagnie di navigazione che effettuano servizi di linea nell'UE e che trasportano principalmente merci di provenienza unionale possono già beneficiare di procedure doganali semplificate (nella forma delle procedure per i servizi di linea). Le nuove proposte presentate dalla Commissione nel giugno 2013 miglioreranno i servizi di linea per rendere più rapide e più flessibili le procedure. La fase di consultazione per gli Stati membri sarà ridotta a 15 giorni, rispetto agli attuali 45, mentre le imprese potranno chiedere anticipatamente l'autorizzazione per gli Stati membri in cui potrebbero voler operare, al fine di risparmiare tempo qualora si presentassero opportunità commerciali in tal senso.

2. Semplificazione delle formalità doganali per le navi che fanno scalo nei porti di paesi terzi

Quasi il 90% delle navi trasporta merci sia unionali che extraunionali e spesso fa scalo in porti dell'UE e di paesi terzi, ad esempio Norvegia, paesi dell'Africa settentrionale e Russia. Per queste navi la Commissione propone di migliorare in modo significativo le procedure doganali, istituendo un sistema che consenta di distinguere tra le merci unionali a bordo (che devono essere scaricate rapidamente) e le merci extraunionali, che devono essere sottoposte alle opportune procedure doganali.

A tal fine, la Commissione presenterà entro la fine dell'anno una proposta per la definizione di una dichiarazione di carico elettronica armonizzata. Questo nuovo manifesto elettronico consente alle compagnie di navigazione di fornire alle autorità doganali, in tutti i manifesti (intra ed extraunionali), informazioni relative allo status delle merci.

Si prevede che queste due misure concretizzeranno la cintura blu entro il 2015.

Contesto

Il settore del trasporto marittimo è importante: il 75% del commercio estero europeo in termini di volume e il 37% degli scambi all'interno dell'UE si basano sul trasporto marittimo.

Questa la situazione attuale: la libera circolazione delle merci è una libertà fondamentale nell'ambito del diritto dell'UE, tuttavia non è ancora una realtà per il settore marittimo. Oggi una nave che si sposta tra Anversa e Rotterdam è ancora trattata come se provenisse dalla Cina. Per quale motivo? Perché quando le navi escono dalle acque territoriali degli Stati membri (oltre 12 miglia dalla costa), si ritiene che oltrepassino le frontiere esterne dell'Unione. Si ritiene quindi che le navi che viaggiano tra porti situati in due Stati membri diversi escano dal territorio doganale dell'UE e che siano necessarie formalità doganali sia quando la nave lascia il porto di partenza sia quando arriva al porto di destinazione, nonostante siano entrambi porti dell'UE.

Secondo l'Associazione degli armatori europei (ECSA), in base alle informazioni ricevute dai loro membri (compagnie di navigazione), i risparmi ottenuti grazie alla semplificazione delle procedure amministrative possono arrivare a circa 25 EUR per container. Oltre al risparmio di denaro, il risparmio di tempo è ancora più importante: attualmente, numerosi clienti (ad esempio gli esportatori) preferiscono il trasporto su strada al trasporto marittimo a causa dei vincoli di tempo.

Quota di merci trasportate all'interno dell'UE per modo di trasporto: 45,3% su strada, 11% per ferrovia, 3,7% per vie navigabili, 3,1% tramite condotte, 36,8% per mare (ad esempio con trasporto marittimo a corto raggio), 0,1% per via aerea (Fonte: http://ec.europa.eu/transport/facts-fundings/statistics/pocketbook-2013_en.htm, in tonnellate/km).

La comunicazione sulla cintura blu, adottata oggi, non presenta solo lo proposte intese a creare una cintura blu, ovvero uno spazio in cui le navi possono operare liberamente nel mercato interno dell'UE con un minimo di oneri amministrativi e contemporaneamente in cui la sicurezza di persone e cose, la tutela dell'ambiente e le politiche doganali e tributarie sono potenziate, ma propone anche l'estensione di queste semplificazioni ai viaggi extraunionali mediante l'uso di migliori sistemi di monitoraggio e di rapportazione.

Le proposte relative alla cintura blu vanno di pari passo con il riesame della politica portuale adottato il 23 maggio 2013, che mira a promuovere la competitività dei porti marittimi europei e a liberarne le potenzialità di crescita (cfr MEMO/13/448).

La comunicazione fa seguito al lancio dell'Atto per il mercato unico II nell'ottobre 2012 (cfr.IP/12/1054) ed è un'estensione del Progetto pilota sulla cintura blu gestito dall'Agenzia europea per la sicurezza marittima nel 2011.

Per ulteriori informazioni

http://ec.europa.eu/transport/modes/maritime/news/bluebelt_en.htm

MEMO/13/658 Cintura blu

Sito internet di Siim Kallas, Vicepresidente della Commissione europea e responsabile per i trasporti

Seguite il vicepresidente Kallas su Twitter

Sito internet di Algirdas Šemeta, Commissario europeo responsabile per la Fiscalità, l'unione doganale, l'audit e la lotta antifrode 

Seguite il Commissario Algirdas Šemeta su Twitter

Contatti

Helen Kearns (+32 2 298 76 38)

Dale Kidd (+32 2 295 74 61)

Emer Traynor (+32 2 292 15 48)

Natasja Bohez Rubiano (+32 2 296 64 70)


Side Bar

My account

Manage your searches and email notifications


Help us improve our website