Navigation path

Left navigation

Additional tools

Other available languages: EN FR DE

Commissione europea

Comunicato Stampa

Bruxelles, 2 luglio 2013

Concentrazioni: la Commissione autorizza, a determinate condizioni, l’acquisizione dell’italiana Avio, produttrice di componenti per l’aviazione, da parte di GE

La Commissione europea ha autorizzato, ai sensi del regolamento UE sulle concentrazioni, la proposta di acquisizione del comparto aeronautico dell’italiana Avio S.p.A. da parte della statunitense General Electric Company (GE). La decisione è subordinata ad una serie di impegni volti a salvaguardare la posizione concorrenziale del consorzio Eurojet. Eurojet produce il motore per l’Eurofighter, un aereo da combattimento utilizzato da Italia, Germania, Regno Unito, Spagna e Austria e che concorre con gli aerei dotati di motore GE. La Commissione temeva che l’operazione, come inizialmente notificata, avrebbe permesso a GE di ottenere un’influenza significativa nel consorzio Eurojet e di accedere a informazioni strategiche dei suoi concorrenti. Gli impegni presentati da GE rispondono in maniera adeguata a tali preoccupazioni.

Avio, insieme a Rolls-Royce (Regno Unito), MTU ITP (Germania) e ITP (Spagna), è membro del consorzio Eurojet che progetta e costruisce il motore EJ200 dell’Eurofighter Typhoon. Avio è un importante fornitore nell’ambito di questo programma e, per estensione, del progetto Eurofighter, che concorre sui mercati delle esportazioni con altri aerei da combattimento equipaggiati con motori GE.

Dall’indagine della Commissione è emerso che l’operazione, quale notificata inizialmente, avrebbe consentito a GE di acquisire un notevole livello di influenza all’interno del consorzio Eurojet e di accedere a informazioni strategiche di uno dei suoi principali concorrenti nel mercato internazionale degli aerei da combattimento. In tal modo l’azienda americana sarebbe stata in grado di impedire all’Eurofighter di offrire un’alternativa alle piattaforme con sistema GE.

Al fine di fugare i timori della Commissione, GE ha proposto una serie di impegni volti a garantire che le informazioni strategiche del consorzio Eurojet siano adeguatamente protette e che Eurojet e Eurofighter possano continuare a partecipare alle future campagne nel settore delle vendite all’esportazione. Questi impegni pongono fine al conflitto di interessi creato dalla concentrazione e Avio continuerà a realizzare la sua parte di produzione del consorzio sulla base del contributo dell’Italia a questo importante programma militare europeo.

La Commissione ha pertanto concluso che l'operazione proposta, come modificata dai suddetti impegni, non desta preoccupazioni sotto il profilo della concorrenza. La decisione è subordinata al pieno rispetto degli impegni.

Contesto

La Commissione ha inoltre analizzato i mercati per alcune importanti componenti vendute da Avio ai concorrenti di GE nel settore dei motori per aeromobili, tra cui Pratt & Whitney, della United Technologies Corp., e Rolls-Royce. La Commissione ha concluso che l’acquisizione proposta non darebbe luogo a problemi sotto il profilo della concorrenza in questi mercati. Questa conclusione tiene conto dei recenti accordi fra GE e Pratt & Whitney da un lato, e fra GE e Rolls-Royce dall’altro, il cui obiettivo è garantire che Avio rimanga una fonte affidabile di approvvigionamento per questi produttori di motori per aeromobili.

La Commissione ha lavorato in stretta collaborazione con la Federal Trade Commission statunitense (FTC).

L’operazione è stata notificata alla Commissione il 13 maggio 2013.

Imprese e prodotti

GE è un’impresa diversificata che opera a livello mondiale nei settori manifatturiero, tecnologico e terziario. È composta da otto unità aziendali. GE Aviation, l'unità aziendale interessata dalla concentrazione proposta, opera nella fabbricazione di componenti e motori per aerei commerciali e militari, turbopropulsori, turboalberi e sistemi meccanici per aeromobili, nonché nell'avionica.

Avio opera a livello mondiale nella fabbricazione e nella prestazione di servizi nei seguenti comparti: moduli di motori a reazione, manutenzione, riparazione e revisione, sistemi di controllo e automazione e sistemi elettrici. Gli attivi e le operazioni di Avio riguardanti il settore spaziale non rientrano nella concentrazione proposta.

Procedure e norme di controllo in materia di concentrazioni

La Commissione ha il compito di valutare le concentrazioni e le acquisizioni che coinvolgono imprese il cui fatturato supera determinate soglie (cfr. articolo 1 del regolamento sulle concentrazioni) e di prevenire le concentrazioni che potrebbero seriamente ostacolare la concorrenza nel SEE o in una sua parte sostanziale.

La maggior parte delle concentrazioni notificate non pone problemi sotto il profilo della concorrenza e viene autorizzata dopo i controlli di routine. Dalla notifica dell'operazione, la Commissione dispone generalmente di 25 giorni lavorativi per decidere se approvarla (fase I) oppure avviare un esame approfondito del caso (fase II).

Ulteriori informazioni sul caso sono disponibili all'indirizzo:

http://ec.europa.eu/competition/elojade/isef/case_details.cfm?proc_code=2_M_6844

Contatti:

Antoine Colombani (+32 2 297 45 13, Twitter: @ECspokesAntoine )

Marisa Gonzalez Iglesias (+32 2 295 19 25)


Side Bar

My account

Manage your searches and email notifications


Help us improve our website