Navigation path

Left navigation

Additional tools

Commissione europea

Comunicato Stampa

Bruxelles, 28 giugno 2013

Il dibattito sul futuro dell’Europa: faccia a faccia tra Viviane Reding e i cittadini a Esch/Alzette (Lussemburgo)

Dopo 21 incontri in 13 Stati membri dell’Unione europea domenica prossima saranno i cittadini lussemburghesi a confrontarsi con esponenti politici esprimendo opinioni, commenti, idee e domande sul futuro dell’Europa, sulle conseguenze della crisi economica e sui loro diritti di cittadini dell’Unione. Domenica la Vicepresidente della Commissione Viviane Reding, insieme al Ministro del Lavoro lussemburghese Nicolas Schmit, all’europarlamentare Charles Goerens e al presidente del partito belga CDH Benoît Lutgen si recherà nella Rockhal di Esch/Alzette per dialogare con circa 400 cittadini sulle loro aspettative, preoccupazioni e speranze per il futuro dell’Europa.

“Proprio in Lussemburgo l’Europa fa parte della vita di tutti i giorni: oltrepassare le frontiere è normale, così come fare parte dell’Europa. Prevedo pertanto un dibattito acceso, con molte idee, spunti e opinioni sul ruolo e sulle prospettive dell’Europa", spiega Viviane Reding, Vicepresidente della Commissione e Commissaria UE per la Giustizia, i diritti fondamentali e la cittadinanza. “L’Europa è di fronte a un bivio e proprio per questo ora abbiamo bisogno di una visione chiara sulla strada da percorrere negli anni a venire. La voce dei cittadini conta più che mai. Il messaggio che vorrei lanciare è: l’Europa deve essere a disposizione dei suoi cittadini. E voi, siete disposti ad impegnarvi per l’Europa?"

L’incontro a Esch/Alzette sarà presentato da Joseph Rodesch, conosciuto in Lussemburgo con il nome di "Mr. Science". Nelle due ore di dibattito si affronteranno tre argomenti: la crisi economico-finanziaria, i diritti dei cittadini e gli sviluppi futuri dell’Unione europea.

Il dibattito avrà luogo domenica prossima, il 30 giugno, dalle 14.00 alle 16.00 nella sala grande dei concerti della Rockhal a Esch-Beval,

sarà trasmesso in diretta webstream e sarà aperto a tutti i cittadini europei su Twitter al seguente indirizzo hashtag: #EUDeb8). Sarà inoltre possibile contribuire alla discussione collegandosi al sito web 30juinrockhal.eu e porre le proprie domande a Viviane Reding in vista del dibattito.

Contesto

Dialogo con i cittadini: di cosa si tratta?

Il 2013 è l’Anno europeo dei cittadini, un evento dedicato ai cittadini dell’Unione e ai loro diritti, che la Commissione europea ha inaugurato nel gennaio 2013 (IP/13/2). Per tutto l’anno i membri della Commissione, del Parlamento europeo e politici degli Stati membri dialogheranno con i cittadini discutendo delle loro aspettative per il futuro in occasione di incontri pubblici in varie città dell’Unione europea.

La Vicepresidente Reding ha già incontrato i cittadini europei a Cadice (Spagna), Graz (Austria), Berlino (Germania), Dublino (Irlanda) (IP/13/2), Coimbra (Portogallo), Salonicco (Grecia) e Bruxelles (Belgio). Fino a febbraio 2014 sono previsti almeno altri 21 incontri con i cittadini europei che vedranno impegnati i politici europei, nazionali e locali in un dialogo aperto a tutti. È possibile seguire i dibattiti tramite il seguente link: http://ec.europa.eu/debate-future-europe/index_en.htm

Nei 20 anni successivi all’introduzione della cittadinanza dell’Unione sono stati raggiunti molti obiettivi: un recente sondaggio UE indica che oggi ben il 63% dei cittadini si sente “europeo”. In Lussemburgo questa percentuale è ancora più elevata e si attesta all’83% (cfr. allegato).

I cittadini dell’Unione fruiscono quotidianamente dei diritti derivanti dalla cittadinanza europea, ma non sempre ne sono pienamente consapevoli. Secondo i sondaggi, ad esempio, circa il 37% dei lussemburghesi (e il 54% degli europei) sostiene di non sapere abbastanza sui propri diritti in quanto cittadino UE.

Ecco perché la Commissione ha proclamato il 2013 Anno europeo dei cittadini, puntando i riflettori sugli europei e sui loro diritti. I dialoghi con i cittadini svolgono un ruolo fondamentale nel dibattito sul futuro dell’Europa.

Perché la Commissione ha lanciato questa iniziativa proprio ora?

Perché l’Europa si trova ad una svolta. Il futuro dell’Unione è un argomento ampiamente dibattuto: si parla spesso di unione politica, di federazione di Stati-nazione e di Stati Uniti d’Europa. I prossimi mesi e anni saranno decisivi per definire il volto futuro dell’Unione, ed è fondamentale che l’integrazione europea vada di pari passo con il rafforzamento della legittimità democratica dell’Unione.

A cosa servono i dialoghi con i cittadini?

Le opinioni espresse dai cittadini nel quadro di questi dialoghi aiuteranno la Commissione ad orientarsi nel tracciare la futura riforma dell’UE e le prossime modifiche al trattato. Uno degli obiettivi principali dei dialoghi è preparare il terreno per le elezioni del Parlamento europeo del 2014.

L’8 maggio 2013 la Commissione ha pubblicato una seconda relazione sulla cittadinanza dell’Unione in cui, in concomitanza con l’Anno europeo dei cittadini, propone 12 nuove azioni concrete mirate a risolvere i problemi che i cittadini dell’UE devono tutt’ora affrontare (IP/13/410 e MEMO/13/409) Questa relazione è il frutto di un’ampia consultazione online del maggio 2012 (IP/12/461) e delle domande e degli spunti emersi nel quadro dei dialoghi con i cittadini in merito alla politica sulla cittadinanza europea della Commissione.

Per ulteriori informazioni

Ulteriori informazioni sull’organizzazione del dibattito a Bruxelles:

http://ec.europa.eu/belgium/events/130405_debates_en.htm.

Dibattiti con i cittadini sul futuro dell’Europa:

http://ec.europa.eu/debate-future-europe/index_en.htm.

Anno europeo dei cittadini:

http://europa.eu/citizens-2013/it/home

Gli europei dicono la loro - esito della consultazione sui diritti dei cittadini dell’UE:

http://ec.europa.eu/justice/citizen/files/eu-citizen-brochure_it.pdf

Homepage di Viviane Reding, Vicepresidente e Commissaria UE per la Giustizia:

http://ec.europa.eu/commission_2010-2014/reding/index_en.htm

Per seguire la Vicepresidente su Twitter: @VivianeRedingEU

Per partecipare al dibattito su Twitter: #EUdeb8

Contatti:

Mina Andreeva (+32 2 299 13 82)

Natasha Bertaud (+32 2 296 74 56)

ALLEGATO

1. Nove lussemburghesi su dieci si sentono europei, ma quattro su dieci vogliono saperne di più dei loro diritti

2. Per i lussemburghesi la pace in Europa e la libera circolazione sono i principali obiettivi raggiunti dall’Unione


Side Bar

My account

Manage your searches and email notifications


Help us improve our website