Navigation path

Left navigation

Additional tools

Investimenti a lungo termine più facili grazie a nuovi fondi

European Commission - IP/13/605   26/06/2013

Other available languages: EN FR DE DA ES NL SV PT FI EL CS ET HU LT LV MT PL SK SL BG RO

Commissione europea

Comunicato stampa

Bruxelles, 26 Giugno 2013

Investimenti a lungo termine più facili grazie a nuovi fondi

La Commissione europea propone oggi un nuovo quadro per i fondi d’investimento destinati agli investitori che vogliono iniettare capitali in società e progetti a lungo termine: i fondi di investimento europei a lungo termine (ELTIF), ossia fondi privati che investono soltanto in imprese e attività per le quali è necessario impegnare il capitale per periodi di tempo lunghi. La proposta sarà presentata ai capi di Stato o di governo in occasione del prossimo Consiglio europeo del 27 e 28 giugno, il cui ordine del giorno prevede la discussione del finanziamento a lungo termine dell’economia reale.

I nuovi fondi sarebbero accessibili in tutta Europa per tutti i tipi di investitori, fermo restando il rispetto di determinati requisiti stabiliti dalla normativa dell’UE: regole che stabiliscono in quali tipologie di attività a lungo termine e di imprese gli ELTIF sono autorizzati a investire, ad esempio progetti nel campo delle infrastrutture, dei trasporti e dell’energia sostenibile; regole sulla distribuzione dei capitali necessaria per ridurre i rischi; regole sulle informazioni che devono essere comunicate agli investitori. Per offrire una tutela adeguata agli investitori, il gestore dell’ELTIF dovrebbe inoltre soddisfare l’integralità dei requisiti rigorosi previsti dalla direttiva sui gestori dei fondi di investimento alternativi.

Il commissario per il Mercato interno e i servizi Michel Barnier ha dichiarato: “Dobbiamo garantire all’economia reale europea il finanziamento a lungo termine. Oggi i finanziamenti spesso scarseggiano e, anche dove ci sono, sono eccessivamente concentrati su obiettivi a breve termine. Il fondo di investimento europeo a lungo termine è un veicolo che permetterà tanto all’investitore professionale quanto al singolo di effettuare investimenti di lunga durata in società europee non quotate e in attività a lungo termine quali beni immobili e progetti infrastrutturali. L’accessibilità degli ELTIF per tutti i tipi di investitori in tutta l’Unione europea è essenziale per ottimizzare la massa di capitali a disposizione delle imprese europee. È mio auspicio che, creando questa nuova tipologia unionale di investimenti, riusciremo a conquistarci la fiducia sia degli investitori sia delle società.”

In base alla proposta gli ELTIF dovranno soddisfare una serie di norme comuni:

  • avere sempre un depositario per tenere in sicurezza le attività;

  • distribuire le attività evitando di convogliare capitali troppo ingenti su un’unica attività;

  • ricorrere ai derivati solo per gestire i rischi di valuta connessi con le attività che detengono e non a fini speculativi;

  • rispettare determinati limiti circa l’importo che possono prendere a prestito.

Gli ELTIF investirebbero in attività illiquide la cui compravendita è difficile. Occorre inoltre che le imprese possano contare sul fatto che i capitali investiti resteranno a loro disposizione per tutto il tempo per il quale hanno dichiarato agli investitori di averne bisogno: ciò non sarebbe di fatto possibile se l’investimento potesse essere ritirato in un qualsiasi momento. Agli investitori sarebbe quindi precluso il ritiro del capitale fino alla data di fine investimento prestabilita (che potrebbe essere dieci anni o più dopo la data in cui l’investimento è effettuato), caratteristica che dev’essere comunicata in termini chiari all’investitore prima che impegni i capitali. La pazienza degli investitori sarebbe ricompensata dalla regolarità del flusso di reddito prodotto dall’attività di investimento ed eventualmente dalla riscossione di un premio di illiquidità.

Contesto

La Commissione aveva annunciato la misura nella, nell’ottobre 2012, e nel Libro verde “Il finanziamento a lungo termine dell’economia europea”.

La Commissione ha proceduto a ampie consultazioni dirette e a discussioni con una vasta gamma di organizzazioni e ha altresì lanciato una consultazione pubblica scritta su questioni inerenti alla gestione patrimoniale. Sulla scorta delle informazioni sugli investimenti a lungo termine raccolte con la consultazione pubblica, il coinvolgimento dei portatori d’interesse è proseguito con l’invio di un questionario scritto ad alcuni operatori del mercato selezionati. Nel 2013 è stata portata a termine la valutazione d’impatto, ai cui fini sono state vagliate diverse opzioni atte a ottimizzare il finanziamento a lungo termine assicurando nel contempo la tutela degli investitori grazie ad un insieme solido di misure.

Gli ELTIF sono intesi a soddisfare le esigenze degli investitori istituzionali e privati disposti a vincolare i capitali in attività a lungo termine, come ad esempio progetti infrastrutturali, in cambio di un rendimento costante. Si prevede che gli ELTIF riscuotano particolare interesse presso i fondi pensione e le imprese di assicurazioni, così come presso investitori privati che possono permettersi di impegnare i loro risparmi per lunghi periodi di tempo.

Cfr. MEMO/13/611

Per ulteriori informazioni

http://ec.europa.eu/internal_market/investment/long-term/index_en.htm

Contatti:

Chantal Hughes (+32 2 296 44 50)

Audrey Augier (+32 2 297 16 07)

Carmel Dunne (+32 2 299 88 94)


Side Bar

My account

Manage your searches and email notifications


Help us improve our website