Chemin de navigation

Left navigation

Additional tools

Autres langues disponibles: EN

Commissione europea

Comunicato stampa

Rome, 15 Giugno 2013

L'UE ha ricevuto un premio per il suo lavoro nel campo della sicurezza alimentare

L'Unione Europea oggi ha ricevuto per la prima volta il premio Jacques Diouf dalla Food and Agriculture Organization (FAO) delle Nazioni Unite, in riconoscimento del suo lavoro innovativo con l' "EU Food Facility", che finora ha migliorato la vita di più di 59 milioni di persone in 50 paesi .

José Manuel Barroso, Presidente della Commissione Europea, ha accettato il premio a nome dell'Unione Europea durante la cerimonia della 38° conferenza della FAO a Roma. Il presidente Barroso ha dichiarato: "Sono lieto di accettare questo premio a nome dell'UE. L'Unione Europea è stata a lungo il più grande donatore mondiale sulla sicurezza alimentare e la nutrizione ed è molto gratificante vedere il nostro lavoro riconosciuto in questo modo. Questo ci ha fornito lo stimolo per aiutare in maggior misura chi ne ha più bisogno, in tal modo il premio sarà utilizzato per aumentare le risorse per il nostro lavoro sulla resilienza alimentare e la nutrizione ".

Il premio della FAO prende il suo nome da Jacques Diouf - un diplomatico Senegalese che è stato direttore generale della Food and Agriculture Organization (FAO) delle Nazioni Unite dal gennaio 1994 al 31 dicembre 2011.

Il "Food Facility" del' UE

Il rivoluzionario "Food Facility" (Strumento Alimentare), ė un fondo da €1 miliardo dell' Unione Europea, ed e' stato istituito nel 2008 durante la crisi alimentare che ha colpito il Corno d'Africa ed il Sahel per assicurare un sostegno efficace e veloce per aiutare le persone maggiormente colpite da essa. Recenti risultati indicano che nei tre anni dal suo avvio, il "Food Facility" ha fornito un sostegno indiretto a 93 milioni di persone, ha vaccinato oltre 44,6 milioni di capi di bestiame e ha contribuito ad istruire 1,5 milioni di persone sulla produzione agricola. Il "Food Facility" ha aumentato la produzione agricola sostenibile di piccoli agricoltori, ha ridotto le perdite post-raccolto e facilitato l'accesso ai mercati. I beneficiari hanno visto un aumento del 50% nella produzione agricola e un aumento del reddito familiare annuo di € 290 in media.

Il lavoro dell'UE sulla sicurezza alimentare e la nutrizione

La scorsa settimana, il commissario Europeo per lo Sviluppo, Andris Piebalgs, ha annunciato nuovi finanziamenti di €3.5 bilioni dell'UE € tra il 2014-2020 per migliorare la nutrizione nei paesi in via di sviluppo. Questo è solo un esempio di come l'UE è determinata a rendere la malnutrizione, una questione del passato.

L'UE si è inoltre impegnata a sostenere i Paesi partner a ridurre di almeno 7 milioni, entro il 2025, il numero dei bambini in ritardo nella crescita (ovvero, quando i bambini sono cronicamente sottopeso o piccoli per la loro età a causa della mancanza di accesso alle cure mediche e cibo) questo rappresenta il 10% degli obiettivi dell'Assemblea Mondiale della Sanità.

Tali impegni sono cruciali: 870 milioni di persone nel mondo soffrono d'insicurezza alimentare; 165 milioni di bambini soffrono di malnutrizione cronica e 52 milioni di bambini di malnutrizione acuta.

Per ulteriori informazioni

Food facility – EU rapid response to soaring food prices in developing countries: http://ec.europa.eu/europeaid/how/finance/food-facility_en.htm

Communication on nutrition: “Enhancing Maternal and Children Nutrition in external assistance: an EU policy framework”: http://ec.europa.eu/europeaid/documents/enhancing_maternal-child_nutrition_in_external_assistance_en.pdf

Contatti:

Leonor Ribeiro Da Silva (+32 2 298 81 55)

Raquel Maria Patricio Gomes (+32 2 297 48 14)


Side Bar

Mon compte

Gérez vos recherches et notifications par email


Aidez-nous à améliorer ce site