Navigation path

Left navigation

Additional tools

Erasmus per giovani imprenditori: una risorsa per 3 200 piccole imprese

European Commission - IP/13/414   08/05/2013

Other available languages: EN FR DE ES

Commissione europea

Comunicato Stampa

Bruxelles, 8 maggio 2013

Erasmus per giovani imprenditori: una risorsa per 3 200 piccole imprese

Nell'ambito del programma "Erasmus per giovani imprenditori" sono stati finora organizzati oltre 1 600 scambi e sono state create o ulteriormente sviluppate circa 3 200 imprese (tra cui numerose imprese in partecipazione e nuove relazioni transfrontaliere, cfr. MEMO/13/412). Dal 2009 il programma Erasmus per giovani imprenditori finanziato dalla Commissione europea consente ai nuovi imprenditori - imprenditori "potenziali" con un piano aziendale coerente o imprenditori a capo di un'impresa avviata nei tre anni precedenti - di acquisire competenze ed esperienza preziose presso un'impresa di un altro paese partecipante al Programma per la competitività e l'innovazione (CIP)1. Antonio Tajani, Vicepresidente della Commissione europea e Commissario responsabile per l'Industria e l'imprenditoria, si congratulerà domani a Milano con i nuovi imprenditori che hanno recentemente fondato la propria impresa. Essi hanno avviato diversi tipi di imprese tra cui una che produceva software per giochi educativi e promuoveva il turismo usando tecnologie mobili, una società di consulenza strategica per le imprese tecnologiche nonché una rete tecnologica nel settore della gioielleria.

Il Commissario Tajani ha dichiarato: "In questo periodo difficile per l'economia lavorare in proprio è un'alternativa non ancora sufficientemente valorizzata. Data l'elevata disoccupazione giovanile, desideriamo stimolare un maggior numero di giovani neoimprenditori a fare il passo decisivo e avviare un'impresa. Partecipare a "Erasmus per giovani imprenditori" offre loro un'opportunità unica per apprendere da colleghi più esperti e tradurre idee imprenditoriali in realtà. Il programma aiuta le start-up e contribuisce all'internazionalizzazione delle piccole imprese, che sono la chiave della crescita e dell'occupazione giovanile".

Ulteriori informazioni sul programma, comprese le modalità di partecipazione, sono consultabili alla pagina www.erasmus-entrepreneurs.eu

Intervista ai partecipanti: Erasmus per giovani imprenditori fa crescere le piccole imprese

Nell'ambito del programma "Erasmus per giovani imprenditori" un imprenditore che intende avviare o ha appena avviato un'impresa può ricevere una formazione pratica e diretta da un imprenditore esperto di un altro paese lavorando al suo fianco per un periodo da uno a sei mesi. I nuovi imprenditori ricevono un finanziamento dell'Unione europea per il loro soggiorno all'estero. Grazie a questa esperienza possono acquisire le competenze necessarie per avviare e gestire con successo una piccola impresa, e iniettare nella loro impresa nuove idee. Anche per gli imprenditori ospitanti lo scambio presenta notevoli vantaggi. Essi possono avvalersi delle conoscenze specifiche del giovane imprenditore, della sua energia e del suo talento e, non da ultimo, hanno l'opportunità di esplorare nuovi mercati esteri.

Il 94% dei nuovi imprenditori partecipanti e l'85% degli imprenditori ospitanti dichiara che il programma è stato utile per creare o sviluppare le loro attività. L'84% degli imprenditori ospitanti accoglierebbe volentieri un altro giovane imprenditore. Alcuni ne hanno già ospitato fino a quattro! Molti scambi portano a una cooperazione a lungo termine fra i due imprenditori e all'internazionalizzazione delle loro imprese. Inoltre il programma non solo offre un notevole contributo alla creazione di nuove imprese ma le rende anche più forti, competitive e sostenibili. Nuove idee, imprese nuove e più forti: ciò significa meno disoccupazione.

Contesto

"Erasmus per giovani imprenditori" è finanziato dalla Commissione europea e opera nei paesi partecipanti al CIP con l'ausilio di quasi 200 organizzazioni di sostegno alle imprese (organismi intermedi), quali le camere di commercio, le organizzazioni di sostegno alle imprese o i centri che aiutano le imprese in fase di avviamento.

Il programma è partito nel 2009 come progetto pilota, divenendo poi rapidamente parte del Programma per la competitività e l'innovazione (CIP), nell'ambito del quale ha raggiunto il suo assetto definitivo.

{0>Contacts :<}0{>Contatti:<0}

Carlo Corazza (+32 2 295 17 52) Twitter: @ECspokesCorazza

Sara Tironi (+32 2 299 04 03)

1 :

Gli Stati membri dell’UE, il Liechtenstein, la Norvegia, la Croazia, l’ex Repubblica iugoslava di Macedonia, l'Islanda, il Montenegro, la Turchia, l'Albania, Israele e la Serbia


Side Bar

My account

Manage your searches and email notifications


Help us improve our website