Chemin de navigation

Left navigation

Additional tools

Commissione Europea

Comunicato Stampa

Bruxelles, 26 marzo 2013

Proclamati i vincitori dell'edizione 2013 del premio per il patrimonio culturale Unione europea / Europa Nostra

Oggi sono stati proclamati i vincitori dell'edizione 2013 del Premio dell'Unione europea/Europa Nostra per la conservazione del patrimonio culturale (vedasi oltre per informazioni particolareggiate). Ai trenta vincitori, selezionati tra quasi 200 progetti candidati, viene assegnato tale riconoscimento per i risultati raggiunti in quattro ambiti: conservazione, ricerca, contributi esemplari, nonché istruzione, formazione e sensibilizzazione. La cerimonia di premiazione avrà luogo ad Atene il 16 giugno all'Odéion di Erode Attico, alla presenza del Presidente della Repubblica ellenica Karolos Papoulias, di Androulla Vassiliou, Commissaria per l'Istruzione, la cultura, il multilinguismo e la gioventù, e del tenore di fama mondiale Plácido Domingo, presidente di Europa Nostra. L'evento avrà luogo sotto l'alto patrocinio del Presidente della Repubblica ellenica. Ad Atene sei dei trenta progetti vincitori saranno insigniti del gran premio ed uno dei vincitori riceverà il premio della giuria popolare decretato a seguito di una votazione online svolta da Europa Nostra.

"Porgo le mie più calorose congratulazioni ai vincitori di questa edizione, i quali rappresentano la passione e la professionalità che costituiscono il tratto distintivo del patrimonio culturale europeo con la sua incredibile ricchezza e diversità. Il passato ha molto da insegnarci sul presente e sul futuro; dobbiamo pertanto fare in modo che il nostro patrimonio possa essere apprezzato dal maggior numero possibile di persone oggi e impegnarci al massimo perché anche le generazioni future possano goderne. La Commissione europea continuerà a dare il suo sostegno a questo premio e ad altri progetti dedicati al patrimonio culturale grazie al nostro nuovo programma Europa creativa e ad altre forme di finanziamento dell'Unione europea", ha dichiarato la Commissaria Vassiliou.

"In occasione del cinquantesimo anno di attività del nostro movimento paneuropeo rendo omaggio a questi eccellenti risultati che dimostrano il grande impegno dei cittadini e delle comunità d'Europa. Mi rallegro che i primi cinquant'anni di Europa Nostra coincidano con l'Anno europeo dei cittadini, che costituisce l'occasione ideale per porre in rilievo l'eccezionale capacità del patrimonio culturale di rafforzare la nostra coscienza civica ed il senso di appartenenza alla grande famiglia europea. Questo retaggio dà forza a tutti noi infondendoci creatività e innovazione. Dobbiamo quindi lavorare insieme per salvare e onorare i tesori che ci circondano anche nei prossimi cinquant'anni e oltre," ha aggiunto Plácido Domingo.

Contesto

Giurie specializzate, composte da esperti indipendenti di tutta Europa, valutano i progetti candidati a quattro categorie di premi: conservazione, ricerca, contributi esemplari, e da ultimo istruzione, formazione e sensibilizzazione. Tutti i vincitori riceveranno una targa o un trofeo. I sei vincitori del gran premio riceveranno inoltre 10 000 euro ciascuno.

I premi beneficiano del sostegno del programma Cultura dell'UE, che dal 2007 ha investito oltre 32 milioni di euro nel cofinanziamento di progetti relativi al patrimonio culturale. Intervengono anche altri programmi dell'UE: il Fondo regionale di sviluppo europeo ha stanziato per la cultura 6 miliardi di euro nel periodo 2007-2013; di tale importo, 3 miliardi sono destinati alla protezione e conservazione del patrimonio culturale, 2,2 miliardi allo sviluppo dell'infrastruttura culturale e 775 milioni al cofinanziamento di servizi culturali quali la formazione professionale e l'istruzione nel campo artistico e della tutela del patrimonio. Altri 150 milioni di euro rappresentano il contributo dei Programmi quadro per la ricerca e lo sviluppo tecnologico dell'UE dal 1998.

Il patrimonio culturale apporta un contributo importante, ma spesso sottovalutato, alla creazione di posti di lavoro e alla crescita. Tale settore rappresenta una parte consistente delle attività culturali e creative, che danno lavoro a circa 8 milioni di persone nell'UE e rappresentano fino al 4,5% del PIL dell'Europa. La spesa di organismi pubblici e privati per la conservazione del patrimonio culturale nell'UE è stimata a 5 miliardi di euro l'anno. I dati numerici pubblicati dall'Organizzazione per la cooperazione e lo sviluppo economico (OCSE) indicano che il 40% del turismo mondiale integra aspetti culturali. Il patrimonio culturale costituisce altresì una delle principali risorse dello sviluppo sostenibile e della coesione sociale.

Per saperne di più

Presentazioni di tutti i progetti vincenti (sito web di Europa Nostra)

http://ec.europa.eu/culture

Sito web di Androulla Vassiliou

Twitter: @VassiliouEU

http://flickr.com/photos/europanostra

http://www.youtube.com/europanostrachannel

Nota per la stampa

Europa Nostra è una ONG paneuropea che si fa portavoce del patrimonio culturale e rappresenta 250 organizzazioni non governative e senza scopo di lucro in più di 50 paesi europei, cui sono iscritti in totale almeno 5 milioni di cittadini. Essa può inoltre contare sul sostegno di oltre 150 autorità pubbliche e aziende e di più di 1 500 soci individuali. La sua vasta rete di professionisti e volontari si impegna nella tutela del patrimonio culturale europeo per le generazioni presenti e future.

La cerimonia di premiazione dell'edizione 2013 ad Atene avrà luogo in occasione del congresso annuale di Europa Nostra sul patrimonio culturale europeo. La scadenza per candidarsi alla prossima edizione del premio è il 9 settembre 2013. La cerimonia conclusiva della prossima edizione si terrà probabilmente a Vienna nel maggio 2014.

Vincitori dell'edizione 2013 (in ordine alfabetico per paese)

Categoria 1: Conservazione

  1. Idroscalo di Tallinn, ESTONIA

  2. Centrale elettrica di Peenemünde (DAS KRAFTWERK PEENEMÜNDE), Usedom, GERMANIA

  1. Casa Taut (Tautes Heim), Berlino, GERMANIA

  2. Edificio centrale dei Propilei (ΑΠΟΚΑΤΑΣΤΑΣΗ ΤΗΣ ΑΝΩΔΟΜΗΣ ΤΟΥ ΚΕΝΤΡΙΚΟΥ ΚΤΙΡΙΟΥ ΤΩΝ ΠΡΟΠΥΛΑΙΩΝ), Acropoli, Atene, GRECIA

  3. Bosco di San Francesco, Assisi (PG), ITALY

  4. Ponti ferroviari lungo la linea Langstraat (Spoorweg Bruggen in de Langstraat), Drunen, PAESI BASSI

  5. Liceo Passos Manuel (Liceu Passos Manuel), Lisbona, PORTOGALLO

  6. Chalet della Contessa di Edla (Chalet da Condessa de Edla), Sintra, PORTOGALLO

  1. Stazione King’s Cross, Londra, REGNO UNITO

  2. Residenza Strawberry Hill, Twickenham, REGNO UNITO

  3. Romanico del Nord (Románico Norte), Castiglia e León, SPAGNA

  4. Fontana dei Leoni (La fuente de los leones), Granada, SPAGNA

  5. Teatro romano di Medellin (Teatro Romano de Medellín), SPAGNA

  6. Hotel Abadia Retuerta Le Domaine (Abadia Retuerta LeDomaine), Sardón de Duero, Valladolid, SPAGNA

  1. Castello di Festetics (Alsbóbogát, Kiskastély),Alsóbogát, UNGHERIA

  1. Categoria2: Ricerca

  2. Restauro delle straordinarie macchine della birreria Wielemans Ceuppens (Restauration des Machines Exceptionnelles de la Brasserie Wielemans Ceuppens), Bruxelles, BELGIO

  3. Le città monoindustriali nell'industria tessile europea, 1771-1914 (Zespoły fabryczno-mieszkalne w europejskim przemyśle włókienniczym 1771-1914), Lodz, POLONIA

  4. Granai su palafitte: l'arte antica di costruire con naturalezza (Graneros Elevados: El Arte Perdido de Construir con la Naturaleza), Castropol, SPAGNA

In questa categoria riceve un Premio Europa Nostra anche un progetto proveniente da un paese europeo che non partecipa al programma Cultura dell'UE:

Il complesso residenziale di Le Lignon: studio architettonico e strategie di intervento (La cité du Lignon (1963-1971). Etude architecturale et stratégies d’intervention), Ginevra, SVIZZERA

Categoria 3: Contributi esemplari

  1. Fondation du Patrimoine, Parigi, FRANCIA

  2. Verein fur Kunst- und Kulturforderung in den Neuen Landern (VFK) (Associazione di promozione dell'arte e della cultura nella parte orientale della Germania), Berlino, GERMANIA

  3. ESMA, Comitato per la conservazione dei monumenti dell'Acropoli, Atene, GRECIA

  4. Fondazione Ricardo do Espírito Santo Silva (Fundação Ricardo do Espírito Santo Silva) (FRESS), Lisbona, PORTOGALLO

  5. Martin Drury, Londra, REGNO UNITO

Categoria 4: Istruzione, formazione e sensibilizzazione

  1. Programma educativo della rete delle città fortificate irlandesi (Walled Towns Network), Kilkenny, IRLANDA

  2. I Luoghi del Cuore, Milano, ITALIA

  3. Costruzioni in legno nel centro storico di Kuldiga (Aktivitāšu komplekss Kuldīgas vecpilsētas saglabāšanai), LETTONIA

  4. Progetto SOS Azulejo (Projecto SOS Azulejo), Loures, PORTOGALLO

  5. Lo spartiacque dei Pennini meridionali (South Pennines Watershed Landscape), Bradford, REGNO UNITO

  6. Archivio vivente del Cabanyal (Cabanyal Archivo Vivo), Valencia, SPAGNA

Persone da contattare:

Dennis Abbott (+32 2 295 92 58) Twitter: @DennisAbbott

Dina Avraam (+32 2 295 96 67)

Elena Bianchi +31 703024058, Twitter: @europanostra

Giuseppe Simone +31 703024059


Side Bar

Mon compte

Gérez vos recherches et notifications par email


Aidez-nous à améliorer ce site