Navigation path

Left navigation

Additional tools

European Commission

Press release

Bruxelles, 18 marzo 2013

I diritti dei cittadini a portata di mano grazie a 500 centri di informazione in tutta Europa

Oggi Viviane Reding, Vicepresidente della Commissione europea, e Othmar Karas, Vicepresidente del Parlamento europeo, hanno dato il via a una nuova generazione di centri Europe Direct. La nuova rete consentirà ai cittadini di ottenere più facilmente informazioni pratiche e consigli sull’esercizio dei loro diritti nell’Unione europea. Attualmente i 500 milioni di cittadini dell’Unione europea hanno a disposizione 500 centri in tutta Europa. La Croazia si unirà alla rete nel corso del 2013. L’annuncio viene fatto in occasione della riunione generale annuale dei responsabili dei centri, che si incontrano a Bruxelles.

I centri di informazione Europe Direct rappresentano il volto pubblico, gli occhi, le orecchie e la bocca dell’UE e sono in prima linea nel promuovere i diritti dei cittadini sul campo", ha dichiarato la Vicepresidente Viviane Reding, Commissaria per la giustizia, i diritti fondamentali e la cittadinanza. “Le cifre sono impressionanti: solo l’anno scorso i centri hanno ricevuto oltre un milione di richieste. Per questo oggi ampliamo la rete, per far sì che i centri possano continuare a fare la loro parte rispondendo alle domande dei cittadini e incentivando il dibattito europeo a livello locale."

I nuovi centri, selezionati dalla Commissione europea sulla base di un bando di concorso, ottengono l’incarico per un periodo di cinque anni, sono cofinanziati dalla Commissione e possono utilizzare la denominazione di “Centro di informazione Europe Direct”. La maggior parte dei centri è gestita da enti locali, associazioni o camere di commercio.

Dal 2005, anno di creazione della prima generazione dei centri, i cittadini hanno fatto ricorso ai loro servizi in misura sempre maggiore. Solo negli ultimi quattro anni i centri hanno ricevuto ben 3,3 milioni di richieste personali, hanno organizzato oltre 41 000 eventi e hanno risposto a più di un milione di email.

La rete Europe Direct svolge un ruolo cruciale nel fornire un collegamento diretto agli europei nel loro paese, rivolgendosi ai cittadini in modo pertinente e comprensibile. L’annuncio di oggi si inserisce anche nel contesto del 2013 - Anno europeo dei cittadini, un anno dedicato ai cittadini europei e ai loro diritti. Nell’ambito delle attività di divulgazione previste per quest’anno la Vicepresidente Reding e gli altri Commissari prenderanno parte, insieme a politici nazionali e locali, a dibattiti con i cittadini in tutta Europa per ascoltarli e rispondere alle loro domande.

Contesto

La rete di informazione Europe Direct è stata inaugurata nel 2005. I centri disseminati negli Stati membri sono uno dei mezzi con i quali la Commissione europea raggiunge il grande pubblico a livello locale, fornendo servizi gratuiti.

I centri sono cofinanziati e ricevono fino a 25 000 EUR all’anno dalla Commissione europea per lo svolgimento delle loro attività di informazione. Il bilancio totale dell’UE per tutti i centri resta invariato: un massimo di 11,4 milioni di EUR all’anno.

Rientrano nell’iniziativa “Europe Direct” quattro servizi diversi, tutti rivolti ai cittadini e tutti egualmente gratuiti:

  • il centro di contatto Europe Direct (EDCC), un servizio di informazione telefonica e via e-mail valido in tutta l’Unione per questioni legate all’UE;

  • i Centri di informazione Europe Direct (EDIC), punti di contatto locali che forniscono informazioni e rispondono a domande su qualsiasi argomento europeo, di persona e tenendo conto del contesto locale. Personale adeguatamente formato incontra i cittadini organizzando eventi nelle scuole, dibattiti con politici locali e regionali e presentando l’Europa a fiere e festival. Con oltre un milione di richieste ogni anno, i responsabili delle politiche europee hanno modo così di conoscere direttamente necessità e preoccupazioni dei cittadini;

  • i centri di documentazione europea promuovono l‘istruzione e la ricerca in materia di integrazione europea. Offrono una vasta gamma di documenti su questioni europee e incoraggiano la comunità accademica a partecipare al dibattito sull’Europa;

  • i conferenzieri sull’UE (Team Europe) sono specialisti di diversi argomenti attinenti all’UE e partecipano a conferenze e incontri in scuole e università.

Per maggiori informazioni

Rete Europe Direct:

http://europa.eu/europedirect/index_it.htm

Mappa di tutti i "Centri di informazione Europe Direct":

http://europa.eu/europedirect/meet_us/interactive_map/index_it.htm

Dibattiti con i cittadini sul futuro dell'Europa:

http://ec.europa.eu/european-debate/index_it.htm

Anno europeo dei cittadini:

http://europa.eu/citizens-2013/it/home

Pagina web della Vicepresidente e Commissaria per la Giustizia Viviane Reding:

http://ec.europa.eu/reding

Per seguire la Vicepresidente su Twitter: @VivianeRedingEU

Contatti :

Mina Andreeva (+32 2 299 13 82)

Natasha Bertaud (+32 2 296 74 56)

ALLEGATO

1. La nuova generazione di Centri di informazione Europe Direct (EDIC)

Numero di EDIC per Stato membro (2013-2017)

Stato membro

Numero di EDIC

Belgio

12

Bulgaria

15

Repubblica ceca

13

Danimarca

5

Germania

55

Estonia

9

Irlanda

8

Grecia

19

Spagna

47

Francia

50

Italia

48

Cipro

3

Lettonia

9

Lituania

10

Lussemburgo

2

Ungheria

20

Malta

3

Paesi Bassi

14

Austria

11

Polonia

31

Portogallo

19

Romania

31

Slovenia

7

Slovacchia

12

Finlandia

8

Svezia

20

Regno Unito

18

Totale

499

2. Attività dei Centri di informazione Europe Direct (EDIC) nel 2012

Attività dei Centri di informazione Europe Direct (EDIC)

per Stato membro

(statistiche indicative per il 2012)

Stato membro

Numero di EDIC nel periodo 2009-2012

Numero di contatti personali (visite, richieste via email, telefonate, ecc)

Numero di pubblicazioni prodotte (relazioni, brochure, newsletter, materiale audiovisivo, ecc.)

Numero di eventi organizzati

Austria

11

12647

215

38

Belgio

10

8324

194

151

Bulgaria

14

48906

315

335

Cipro

2

2832

25

1

Repubblica ceca

11

5504

315

132

Danimarca

4

5531

75

9

Estonia

8

9097

123

56

Finlandia

23

35742

122

105

Francia

56

123256

750

505

Germania

59

163959

867

459

Grecia

18

12437

250

32

Ungheria

18

23685

159

214

Irlanda

7

11104

60

55

Italia

49

179731

894

695

Lettonia

9

9099

224

125

Lituania

10

17933

160

28

Lussemburgo

2

5022

1

1

Malta

2

3003

31

16

Paesi Bassi

13

25721

267

59

Polonia

27

58624

590

612

Portogallo

16

8124

195

84

Romania

31

36643

901

257

Repubblica slovacca

12

6610

66

68

Slovenia

6

19847

106

121

Spagna

47

102657

912

402

Svezia

19

30731

258

175

Regno Unito

16

70184

172

167

TOTALE

500

1036953

8247

4902

3. Oltre un milione di contatti personali nel 2012 - ripartizione

1.036.953 contatti personali (visite, richieste via email, telefonate, ecc)


Side Bar

My account

Manage your searches and email notifications


Help us improve our website